Translate

lunedì 9 aprile 2018

"JOSHUA E LA CONFRATERNITA DELL'ARCA" di Marcella Nardi



Buongiorno follower, buon lunedì!
Iniziamo la settimana con la segnalazione al nuovo libro di Marcella Nardi: "Joshua e la Confraternita dell'Arca" 😊







Autore: Marcella Nardi
Genere: Giallo/Thriller storico – Mystery & Suspense

Disponibile in ebook a € 0,99
e in formato cartaceo a € 6,24

Contatto FacebookMarcella Nardi
SitoMarcella Nardi  





TRAMA:

Un thriller mozzafiato, tra storia e mistero, che cattura l’attenzione del lettore dalla prima all’ultima pagina e che illumina gli scenari più bui della storia del cristianesimo e dell’ebraismo. Un romanzo che parla di uomini pronti a tutto, interessati non alle verità della fede, ma a proteggere i due più grandi misteri dell’umanità.


Cos’è davvero l’Arca dell’Alleanza? Cosa si cela al suo interno? Chi era realmente Mosè?
E se, a dispetto della tradizione millenaria sulla Terra Promessa, Mosè non fosse stato altri che un guerriero in cerca di potere e fama che non aveva trovato presso la corte egiziana? Se fosse scappato dall'Egitto per realizzare altrove i suoi sogni di gloria, mettendo a ferro e fuoco chiunque ostacolasse i suoi piani?

Joshua, il figlio putativo del carpentiere Joseph, era davvero l’unigenito figlio di Dio?
Quale fu l'effettivo ruolo dei dodici apostoli? E se i dogmi in cui crediamo fossero solo la conseguenza di un loro tradimento, ideato ad arte, per far convergere su Joshua le profezie ebraiche sul Messia al fine di raggiungere il loro grande scopo? Mandando il Maestro al macello, e facendolo apparire risorto, i dodici diedero vita a una nuova religione. Plausibile? Forse…

I secoli trascorrono e il potere temporale della Chiesa di Roma cresce. 

Marco Polo, ricco e famoso commerciante veneziano, si afferma come ambasciatore del Khan, nel Catai. Ma chi era in realtà questo mercante? E che relazione c’era tra la sua famiglia e gli apostoli?
E ai giorni nostri, cosa potrebbe nascondere la tragica morte di Papa Luciani, dopo soli 33 giorni? Forse qualcuno temeva che le sue idee di innovazione avrebbero potuto scuotere le millenarie fondamenta di sabbia del Vaticano?
E cosa sta spingendo l’attuale Pastore dei cristiani ad agire in modo così diverso dai suoi predecessori? Le sue meravigliose idee di rinnovamento stanno cambiando radicalmente il volto del Chiesa Cattolica. Cosa c’è dietro tutto questo?

“Joshua e la Confraternita dell’Arca” è un thriller che si dipana attraverso i secoli tra segreti, giochi di potere e misteri. Chi lo ha letto in anteprima, lo ha giudicato “Un romanzo che si insinua attraverso gli oscuri sentieri della storia delle grandi religioni monoteistiche.
Marcella Nardi ha saputo usare, con grande maestria e preparazione, non solo la sua fantasia ma soprattutto le teorie di molti studiosi in merito alla figura di Joshua, il figlio del carpentiere Joseph.
Com’è successo che da un uomo buono e mite sia nata una delle più grandi religioni di tutti i tempi? 
È un romanzo che va letto pagina per pagina, lasciando libera la mente di volare attraverso il tempo, come ha fatto la scrittrice. 




BIOGRAFIA:

Marcella Nardi nasce nel ridente borgo Medievale di Castelfranco Veneto (TV). Si laurea in Informatica, campo in cui lavora per ventidue anni tra Segrate e Milano. Nel 2008, per lavoro, si trasferisce a Seattle, USA. Molte sono le sue passioni: la Storia antica e medievale, la fotografia, i viaggi, il modellismo storico e soprattutto l’amore per lo scrivere. Come amante di romanzi Gialli e di Medioevo, Marcella si è classificata al terzo posto nel 2011 al concorso “Philobiblon – Premio letterario Italia Medievale” con uno dei sei racconti che hanno dato vita al suo primo libro (un’antologia), dal titolo “Grata Aura & altri gialli medievali”, la cui prima edizione si chiamava “Medioevo in Giallo”.
Nel dicembre 2014 ha vinto il Primo e unico Premio al concorso “Italia Mia”, indetto dalla Associazione Nazionale del Libro, Scienza e Ricerca, con un racconto ambientato a Gradara.
Per un anno, Marcella Nardi ha collaborato mensilmente con la rivista digitale italiana: Questo Mese Idee.
Il suo sito web ufficiale è: www.marcellanardi.com






DICE L'AUTRICE:

Ho avuto da sempre la passione per i gialli, i romanzi di avventura/spionaggio/thriller/complotti e amo la Storia. 
Da molti anni sono agnostica e la storia delle religioni mi ha sempre affascinata come fenomeno sociale. Ho letto molto e continuo a farlo. Mi appassionano le ricerche sulla nascita del cristianesimo e le sue relazioni con le religioni o i miti dei periodi antecedenti. 
Quattro anni fa lessi un interessante articolo sulla figura di Gesù narrata nei Vangeli ritrovati tra il 1945 e il 1947 (Rotoli del Mar Morto e Nag Hammadi).
Ebbi come un lampo a ciel sereno: iniziai a buttare giù una trama per un romanzo.
Ho impiegato circa 2 anni per buttare giù la prima versione del romanzo che, nel tempo, ha subito due modifiche nella trama. 
È un romanzo che può apparire irriverente per il mondo cristiano/ebraico, ma io sono solo una scrittrice…




NOTE dell’AUTRICE (inserite prima del Prologo):

Come molti scrittori di romanzi mystery/storici, anch’io mi sono divertita a creare misteri navigando tra le zone d’ombra presenti nella vita di alcuni personaggi famosi e in eventi tuttora oggetto di approfondimenti da parte di archeologi e studiosi di storia delle civiltà e delle religioni.  
Pertanto, alcuni avvenimenti narrati sono interamente frutto della mia fantasia, altri sono realmente accaduti, altri ancora, come già detto, sono tuttora oggetto di discussione nel mondo accademico. 
Per il mio romanzo, ho preso spunto da due tra le più intriganti teorie in campo religioso, per le quali gli studiosi si accapigliano ancora: si alzano voci di atei, agnostici e credenti.
Ecco dunque che il mistero racchiuso tra queste pagine si insinua nella nebbia che ancora offusca tanta parte della storia antica, e non solo. 
Avendo citato famosi personaggi ancora in vita, come forma di rispetto non ho usato i nomi propri, ma riferimenti chiari e precisi, tali da consentire al lettore di comprenderne l’identità. 
Una delle cose che amo, in qualità di scrittrice, è proprio l’opportunità di giocare con l’immaginazione. Mi sono davvero sbizzarrita e spero di non aver offeso la sensibilità di qualcuno.
Nel descrivere gli eventi, ho adottato la tecnica narrativa che meglio si presta, a mio parere, a raccontare situazioni talora complesse. I personaggi principali espongono i fatti in prima persona; ne deriva che alcune vicende sono ripetute più volte ma in modo differente, secondo il punto di vista del personaggio che in quel momento parla e che dà il nome al capitolo in oggetto.
Pertanto, ho stilato un elenco degli attori del romanzo, dividendolo in due parti: personaggi principali, che raccontano in prima persona, e tutti gli altri sotto la voce di personaggi minori e/o di fantasia, indipendentemente dal ruolo nel romanzo.
Gli eventi narrati si svolgono in un’ampia scala temporale, che racchiude oltre un paio di millenni. Per questa ragione, ho utilizzato il meccanismo del flashback che ben si adatta ai romanzi in cui la storia si sviluppa in tempi molto lunghi.




BREVI ESTRATTI:

Credo sia giunto il momento che tanto ho temuto.
Sono qui da soli trentatré giorni…
… proprio come gli anni di Gesù…
Lui fu messo in croce, io sono stato avvelenato.
È notte fonda e fatico a respirare.
Non riesco a muovermi né a chiamare aiuto.
Sento che una lotta silenziosa sta avendo luogo dentro di me.
La mia anima sta scivolando via dal corpo, che invece non vuole arrendersi.
È una battaglia dall’esito già definito. Non ho scampo.


*** 

Non vado fiero di tutto quello che ho fatto,
ma per il bene dell’umanità,
che amo profondamente sopra ogni cosa,
non mi sono limitato a guardare l’orizzonte.
La strada che ho davanti è lunga e complessa,
ma per gli esseri umani e per la mia Chiesa… io cerco l’infinito.






Nessun commento:

Posta un commento