Translate

sabato 14 aprile 2018

RECENSIONE "HANNO RAPITO LIBERTY" di Francesca Free



Buon pomeriggio follower!
Oggi Daniela Perelli ci parla di "Hanno rapito Liberty" di Francesca Free, un romanzo che le ha rapito il cuore... 








Autore: Francesca Free

Disponibile in ebook a costo zero
e in formato cartaceo a € 9,99







TRAMA:


Questo romanzo parla di libertà, di amicizia, di amore, di supereroi e di un viaggio. Un viaggio che vede la protagonista, Francesca, una giovane scrittrice freelance, avventurarsi da sola in una grande metropoli, New York, ma all'arrivo la città è in subbuglio: la Statua della Libertà è sparita nel nulla, "rapita" durante la notte. E allora la protagonista decide di mettersi alla ricerca di Lady Liberty, ma questa volta non da sola: ad aiutarla in questa impresa ci sono due ragazze, la giapponese Sayaka e la francese Morgane, conosciute nella Grande Mela, un mago taiwanese un po' strampalato e un personaggio misterioso, Leggenda, con cui comunica soltanto via e-mail. Tra mille peripezie la protagonista scopre la New York più autentica, quella degli edifici abbandonati, delle case bizzarre, dei piccoli bar nascosti nei quartieri periferici e dei giardini segreti dove emerge un senso di comunità impensabile da trovare in una città cosmopolita come la Grande Mela. È anche un viaggio nei sentimenti: la protagonista si trova a scegliere tra gli amori del passato che l'hanno fatta soffrire e quelli del presente, comprende anche il valore dell'amicizia che nasce dalle differenze culturali, o nonostante esse, e che essere una donna libera è una lotta infinita, che combatti ogni giorno, perché la libertà non viene regalata, ma la devi volere, cercare, andare a prendere. Ma chi avrà rapito Lady Liberty? 




IL PARERE DI DANIELA PERELLI:

Non sono d’accordo sul fatto che nel romance sia già stato detto tutto, che non si possa più viaggiare molto con la fantasia… Io penso, e sono assolutamente convinta di ciò che dico, che la fantasia non ha limiti. Che la capacità di un autore sta soprattutto nel saper come essere un po’ sopra le righe, nel raccontare una bella storia originale. Tutto ciò sta soprattutto nella semplicità, nel saper far parlare personaggi comuni e renderli indimenticabili. Come avviene tutto ciò? Semplicemente con la passione, con il sentimento, quello più puro, che ci permette di essere noi stessi al di là di tutto. Al di là dei giudizi della gente, perché nessuno ci conosce veramente come noi conosciamo noi stessi. In questa storia ho ritrovato molti elementi che mi hanno fatto riflettere tanto, l’autrice ha trovato gli ingredienti giusti per rendere l’atmosfera di come è la vita di tutti i giorni, nella sua genuinità, ma il tutto reso emozionante e da favola, con la sua originalità. Quell’originalità che fa di una persona l’essere unica e speciale.
Il messaggio che lascia, partendo alla ricerca della verità su dove sia finita la Statua della Libertà, è un messaggio profondo. La libertà intesa come il diritto di ogni individuo di esprimere se stesso senza dover avere paura che qualcuno punti un dito contro. Sarebbe davvero bello se potesse essere sempre così, sarebbe bello poter essere come la protagonista e poter sognare e vivere la vita come lei fa, vivere i luoghi più incredibili di una New York come non sempre viene raccontata con i personaggi unici… 



Nessun commento:

Posta un commento