sabato 17 agosto 2019

RECENSIONE "SOTTO IL KILT... NIENTE" di Giuditta Ross



Buon pomeriggio amici lettori!
Franca Poli ha letto "Sotto il kilt... Niente" dell'autrice Giuditta Ross.







Autore: Giuditta Ross

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 11,00

Pagina autoreGiuditta Ross 




TRAMA: 

A volte ci sono proposte che non si possono davvero rifiutare. Quando il suo più caro amico ed ex coinquilino dei tempi dell’accademia le chiede di raggiungerlo a Edimburgo, come supporto all’equipe di restauro del Museo Nazionale di Scozia, Amalia Rossetti capisce che è proprio una di quelle occasioni. 
L’accoglienza in Scozia non è delle migliori ma, finché può passare le sue giornate in laboratorio con i suoi preziosi reperti, Amalia è nel suo elemento. Non teme il clima e neppure i colleghi saccenti e pusillanimi da rimettere al proprio posto.
Solo una cosa non ha considerato: il capo della sicurezza MacLeod.
Iain MacLeod prende molto sul serio il suo ruolo di capo della sicurezza. Dopo che al museo si è verificata un’esplosione la cui natura resta ancora tutta da definire, gli viene affidato il compito di tenere tutto sotto controllo. E tenere le cose sotto controllo, è proprio quello in cui eccelle.
Nascosto nel suo ufficio bunker, esce solo per intimorire, con la sua stazza considerevole e la sua collaudata espressione da osso duro, le frotte di turisti troppo chiassosi che sciamano nelle sale. Fare rispettare le regole sembrerebbe la sua ragione di vita.

Solo una cosa non ha considerato: la dottoressa Amalia Rossetti.   



Amo i libri dove i protagonisti sono degli scozzesi. In questo ce ne sono addirittura tre, uno più interessante dell'altro. Il protagonista principale di questo romanzo però è Iain Mac Leod, un metro e novanta di muscoli e testosterone.
Iain è il capo della sicurezza del National Museum of Scotland di Edimburgo ed è proprio lì che incontra per la prima volta la dottoressa Amalia Rossetti. Amalia è una giovane italiana esperta in restauro, chiamata in Scozia dal direttore dell'equipe di restauratori, nonché suo vecchio amico, Sean Campbell, altro affascinante scozzese. La ragazza assieme a due suoi collaboratori si trova a Edimburgo per aiutare l'amico a riportare all'antico splendore diverse opere d'arte danneggiate da un'esplosione.
Tra i due l'attrazione è immediata e potente. Iain è una persona che incute terrore solo a guardarlo, il suo sguardo riduce al silenzio chiunque... tranne la piccola italiana, che non si lascia intimorire dal suo modo di fare.
Ho apprezzato questo romanzo. La scrittura risulta molto accurata e lineare, i dialoghi che intercorrono tra i vari personaggi sono vivaci e frizzati. Divertenti i battibecchi fra i vari personaggi, soprattutto quelli tra Iain e Amaila, ma anche quelli fra la ragazza e Sean. La narrazione avviene in terza persona. Si legge velocemente, grazie anche a una trama coinvolgente che cattura fin dalla prima pagina. La storia mi è piaciuta, così come i protagonisti con i quali sono entrata subito in empatia. Iain e Amalia sono stati descritti molto bene. Il loro carattere, la forza di volontà che hanno nel cercare di resistere all'attrazione che provano, il senso di protezione che Iain ha nei riguardi di lei... e perché no, la gelosia che prova nei confronti di Sean. Anche le persone che ruotano intorno a loro sono ben delineate e non vedo l'ora di leggere altri libri con protagonisti gli aitanti scozzesi Sean Campbel e Eric McAvoy, subalterno di Iain. Nell'attesa, faccio i miei complimenti a Giuditta Ross per questo romanzo.
Ps: Siete curiose di sapere se sotto il tradizionale kilt indossano qualcosa oppure no? Beh allora per scoprirlo non vi resta che leggere questo libro, che io consiglio.


venerdì 16 agosto 2019

"HUNTER. A OGNI CACCIATORE LA SUA PREDA" di Vanessa Rose



Buongiorno follower, buon venerdì!
Vi segnalo "Hunter. A ogni cacciatore la sua preda" dell'autrice Vanessa Rose.






Autore: Vanessa Rose

Genere: Romance erotico

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagina autore: Vanessa Rose - Autrice 




TRAMA:


Ogni cacciatore ha la sua preda, ma che cosa succede quando la passione offusca il mirino di Nicholas Stanford e la sua cerbiatta è più sfuggente di ciò che sembra?

Con le stesse mani che hanno scatenato un incendio nel mio corpo, Nick ha allontanato il pericolo da me e per questo gli sarò sempre grata. 
Sempre e per sempre, così come lui non sarà mai mio.
Cerco di non pensare a lui come Nick, colui che possiede il dono pericoloso di farmi perdere la testa con uno sguardo, ma come a Nicholas Stanford, club owner, come c’è scritto sul suo biglietto da visita.
Perché lui è il mio nuovo capo.
E fra noi non potrà mai esserci nulla.
Mai. 



DICE L’AUTRICE:

La storia mi è venuta in mente tutta di colpo mentre facevo una passeggiata e ho dovuto scriverla! Ho pensato subito ad Asia e alle sue difficoltà del passato e a come l'hanno cambiata e costretta ad abbassare sempre la testa e volevo vedere come una situazione simile può cambiare incontrando la persona giusta.

Ho sempre scritto solo racconti, questo è il mio primo romanzo, ho studiato diversi manuali e spero di aver messo tutto in pratica al meglio delle mie possibilità! Mi piace informarmi prima di fare qualcosa perchè ho sempre paura di sbagliare!






BREVE ESTRATTO:

Asia prende un cubetto di ghiaccio da uno dei sacchetti, si china su di me e inizia a passarmelo sullo zigomo.
Ancora non mi sono visto allo specchio, ma ho preso pugni ovunque, è un miracolo che mi abbiano risparmiato gli occhi. Il ghiaccio è… beh, freddo e mi fa quasi male sulla pelle; per fortuna le tette di Asia a pochi centimetri dalla mia bocca mi fanno pensare a tutt’altro.
Gliele fisso come se potessi farle la radiografia, quando qualcos’altro entra nel mio campo visivo: il cubetto di ghiaccio. Le rotola proprio al centro della scollatura, le lascia una striscia lucida sulla pelle e lì si blocca… un diamante fra le montagne e non esiste che io resti fermo a guardare e basta.
Le dita di Asia compaiono magicamente sul cubetto e le mie dita si chiudono sulle sue. Non parliamo, ci guardiamo e basta e i suoi occhi si spalancano appena capisce che quella svista la porterà lontano, molto lontano.
Le guido la mano verso l’alto, lentamente, accarezzando col ghiaccio la linea profonda che le divide i seni. Asia rabbrividisce, le sfioro la pelle d’oca con i polpastrelli, sorrido sornione, proseguo col mio viaggio: abbiamo ancora qualche tappa da toccare.



mercoledì 14 agosto 2019

RECENSIONE "MATRIMONIO PER PROCURA" di Mariangela Camocardi



Buongiorno follower!
Franca Poli ha letto per noi "Matrimonio per procura" l'ultima pubblicazione dell'autrice Mariangela Camocardi, edita Dri Editore




Autore: Mariangela Camocardi

Genere: Regency

Casa editrice: Dri Editore
Collana: Historical Romance

Disponibile in ebook a € 3,99
e in formato cartaceo a € 12,99 




TRAMA:

Corinna è costretta dal padre a sposare uno sconosciuto, dopo essersi compromessa con l’uomo di cui è innamorata. Come primo affronto lo sposo non si presenta alla cerimonia di nozze, mandando un sostituto in vece sua: un’umiliazione che grida vendetta! Corinna è una donna dalla forte personalità, orgogliosa, e non accetta di farsi bistrattare da un individuo così irrispettoso. È pronta anzi a sfidare quello screanzato e persino le rigide regole della società, chiedendo l’annullamento del matrimonio. Diamine, le ha addirittura taciuto di essere vedovo, nonché di avere due pestiferi ragazzini per figli! Non bastasse, aleggia un mistero inquietante circa la scomparsa della prima moglie di Rodolfo, per non parlare degli stravaganti parenti con i quali Corinna “dovrebbe” convivere... ma assolutamente no! Il neo marito, tuttavia, non ha alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire una moglie che gli è subito piaciuta, e le aspre divergenze che esplodono tra loro due sono uno stimolo a conquistarla.
Matrimonio per procura è una storia dove speranze, rimpianti e passione si intrecciano a conflitti e incomprensioni, ma anche al desiderio dei sensi. E l’amore rappresenta la chiave per aprire la porta alla felicità. 



Questo romanzo storico ambientato nel 1888 in Italia, più precisamente nell'entroterra marchigiano e sul Lago Maggiore, mi è piaciuto. L'ho trovato coinvolgente, con una trama ben costruita, in grado di tenere chi legge in sospeso, nell'attesa di sapere come andrà a finire. La storia scorre veloce, la scrittura è accurata e lineare, i dialoghi non risultano noiosi, bensì intriganti e vivaci, e la narrazione avviene in terza persona. Inoltre, un inaspettato colpo di scena lo rende ancora più interessante e avvincente.
Per quanto riguarda le descrizioni dei personaggi e dei luoghi che fanno da sfondo alla storia, a mio avviso, sono accurate e mai ripetitive. In particolare quelle relative al Lago Maggiore e alla villa di Rodolfo Ludovisi.
Ma veniamo ai protagonisti che, devo dire, mi sono piaciuti entrambi.
Corinna Alebardi, figlia primogenita di una facoltosa famiglia marchigiana, è una giovane donna forte, testarda e battagliera. Quando, però, il padre per salvaguardare il suo onore e il buon nome della famiglia, la obbliga a un matrimonio combinato nulla può fare se non accettare controvoglia le disposizioni paterne.
Rodolfo è vedovo e ha due figli gemelli, anzi due piccole pesti. Non desidera risposarsi, visto il precedente disastroso matrimonio, ma accetta di farlo per i bambini che hanno bisogno di una madre per crescere. Ho apprezzato il suo stile accomodante e non arrogante quando incontra Corinna per la prima volta, nonostante lei sia stata piuttosto dura nei sui confronti per la mancata accoglienza, ma soprattutto per non essersi presentato al loro matrimonio, delegando il compito al proprio avvocato. Inoltre, è protettivo e rispettoso, anche se a un certo punto ho disapprovato il suo comportamento. Va detto che si è pentito subito, ma ormai la frittata era fatta e indietro non poteva tornare. Doveva solo riuscire a farsi perdonare da Corinne.
Ci sono poi diversi personaggi che ruotano attorno a loro, alcuni dei quali risultano interessanti e positivi: l'avvocato Berio e sua moglie, ma anche Angelina e Nino, i due gemelli che si affezionano quasi subito alla matrigna. Ho detto “quasi subito”, perché prima vogliono metterla alla prova, se così si può dire… Un altro bel personaggio è Epifanio, il cugino dandy di Rodolfo. Mi è piaciuto veramente tanto. Secondo me meriterebbe una storia tutta sua. Per quanto riguarda zia Fenisia e la cugina Vanessa, il mio giudizio è ambivalente. Per Vanessa in particolare ho provato un misto di odio/amore.
Due persone che invece ho veramente odiato sono Amelia, la prima moglie di Rodolfo, e Tosolina, la governate della famiglia Ludovisi.
Ma da un matrimonio combinato può nascere una bella e sentimentale storia d'amore? Leggendo questo romanzo direi di sì. Mi è piaciuto molto l'evolversi della situazione tra i due coniugi, il loro affiatamento dopo un inizio non proprio idilliaco e romantico. Tuttavia, un colpo di scena che arriverà a creare scompiglio nel momento meno opportuno e una tragedia metteranno a dura prova il legame di Corinna e Rodolfo.
Concludo complimentandomi con Mariangela Camocardi per aver scritto un libro molto piacevole da leggere, che mi sento di consigliare non solo agli appassionati di questo genere, ma anche a chi semplicemente ama le belle, romantiche e dolci storie d'amore.


martedì 13 agosto 2019

"THE LOVE OF AN ANGEL. L'ETERNA MALEDIZIONE" di Freya Ballada



Buongiorno follower!
Vi segnalo l'uscita di "The love of an Angel. L'eterna maledizione", secondo volume della serie "The curse" dell'autrice Freya Ballada.



Autore: Freya Ballada
Serie: The curse Vol.2
Genere: Romance Paranormal Erotic

Disponibile in ebook a € 0,99
a breve anche in formato cartaceo

Pagina autore: Freya Ballada Autrice  






TRAMA:


Una misteriosa scomparsa, un diario segreto, una maledizione spezzata possono portare alla distruzione dell’intero Universo?

Per capire quale legame ci sia tra questi elementi, Zak e Azzurra dovranno cimentarsi in una nuova avventura. Saranno protagonisti di un lungo viaggio che li porterà ad attraversare mondi fantastici e ad affrontare diversi pericoli che metteranno alla prova l’amore che li unisce.

Ma il loro amore sarà così forte da superare tutti gli ostacoli e salvare il mondo? O Inferno e Paradiso soccomberanno nella continua lotta per combattere e sconfiggere il male? 




BIOGRAFIA:

Freya Ballada ha ventun anni e vive a Cagliari con la sua famiglia. È dislessica ma, anche con questo suo problema, non si è mai arresa a inseguire il suo sogno di diventare scrittrice.
È amante degli animali e ha con sé due bellissimi gatti e una cagnolina. Fin da piccola il suo hobby è stato scrivere. Ha cominciato piano piano fino a far diventare il suo piccolo hobby una vera passione.






DICE L’AUTRICE:

Fin da piccola scrivevo piccole storie per poi dimenticarmene perché avevo problemi a scuola essendo dislessica, ma all’età di 17 anni, guardando un cartone animato con mia cugina, mi è venuta l’idea di scrivere il mio romanzo intitolato The love of a Demon – La promessa del per sempre. Proprio in quel momento ho ricordato quanto mi piacesse scrivere.

Trovo ispirazione dalle mie letture, dai cartoni animati ma soprattutto dai miei sogni. Una volta sveglia li scrivo per non dimenticarli e li inserisco in una cartellina, dove ci sono tutti i ritagli delle storie e dei personaggi che mi vengono in mente. Solo dopo aver sviluppato bene la storia, però, comincio a scrivere.        
Quando ho raccontato la storia di Azzurra, un angelo sceso sulla Terra per impedire ai demoni di tentare gli umani, ho letto molti libri sugli angeli perché volevo che la mia storia fosse diversa da tutto le altre e penso di esservi riuscita.

Leggo moltissimo. Qualsiasi cosa, perfino i manga pur che ci sia del paranormale e romanticismo e di sensualità. Almeno per ora voglio concentrarmi su questi generi.

La scrittura secondo me e un modo per far entrare le persone in un modo completamente diverso da quello in cui viviamo, dove possiamo dimenticare di essere noi stessi e di vivere avventure di ogni tipo. Essendo una romantica ho voluto scrivere un libro basato sull’amore e sulle avversità. 

Mi rappresento molto in Zak perché per quanto io ami l’idea dell’amore sono allo stesso tempo sono suscettibile, forse perché ho avuto sempre sfortuna in quel campo ma allo stesso tempo mi rappresenta Azzurra perché e una sognatrice come lo sono anch’io.






BREVE ESTRATTO:

Guardai il suo bellissimo corpo che mi possedeva e mi sentii più libero che mai. Venimmo insieme con forza, mentre la passione scemava, ormai sazi l’uno dell’altra. Azzurra si accasciò su di me, esausta.
L’abbracciai prima di darle un bacio sul capo.
«Zak, ho paura» sussurrò Azzurra attirando la mia attenzione.
«Di cosa?» chiesi, guardandola dritta negli occhi celesti, aveva il viso arrossato.
«Ho paura che non ci saranno più momenti per noi» sussurrò Azzurra spostandosi al mio fianco. Girai il capo continuando a guardarla mentre scuotevo il capo. «Io ti amo» affermai.
«Non lo dico spesso ma, ti giuro che ci saranno sempre momenti come questi. Tu sei il mio mondo. Sei colei che diventerà mia moglie, la madre dei miei figli, sei colei che mi completa» terminai il discorso con fermezza. Delle lacrime scesero sul viso di Azzurra e, mentre se le asciugava, fece un enorme sorriso. «Lo stesso vale per me Zak. Ti amo.» sussurrò Azzurra avvicinando il suo viso al mio quando, all’improvviso si bloccò.
«Che c’è?» domandai vedendola alzarsi subito dal letto, ormai sfatto.
«Devo andare. Mia madre mi sta cercando» rispose Azzurra passandosi una mano tra i capelli rossi mossi.
«Non puoi rimanere ancora un po'?» chiesi, volendola di nuovo tra le mie braccia.

Lei scosse il capo. «Non posso. Penso che riguardi il bambino» sussurrò prima di avvicinarsi di nuovo e darmi un leggero bacio sulle labbra. «Devo andare. Ci vediamo domani mattina. Conto su di te per guardarmi le spalle» concluse Azzurra prima di teletrasportarsi nuda a casa sua. Mi alzai dal letto, mi rimisi i vestiti ed uscii dalla mia stanza.



➤➤➤➤➤➤➤➤➤  ➤➤➤➤➤➤➤➤➤  ➤➤➤➤➤➤➤➤➤



PER CHI SE LO FOSSE PERSO, RICORDO IL PRIMO VOLUME: "THE LOVE OF A DEMON. LA PROMESSA DEL PER SEMPRE"


Autore: Freya Ballada
SerieThe curse Vol.1 

Genere: Romance Paranormal Erotic

Disponibile in ebook a € 0,99
e in formato cartaceo a € 12,66




TRAMA:


Nella perenne lotta tra angeli e demoni, dove niente dura per l'eternità, Azzurra arriva, dal Paradiso, sulla Terra per imparare a fare l'angelo e proteggere l'umanità dai demoni. Demoni che, in tutti i modi, cercano di tentare gli uomini e portarli verso il peccato oscuro.

In una notte di luna piena, Azzurra incontra un bellissimo ragazzo dai magnetici occhi viola. I due verranno travolti da una forte attrazione. 

Per loro non sarà semplice seguire le proprie emozioni, visto le loro diversità e i caratteri forti. 

Si troveranno spesso in situazioni di pericolo nelle quali potranno contare solo l'uno sull'altra. 
Terra, Inferno e Paradiso diventeranno luoghi senza confini che vedranno questi due giovani violare ogni regola pur di ottenere ciò che desiderano più di ogni altra cosa. 



BREVE ESTRATTO:

Mai nessuna mi aveva rifiutato in questo modo...
La volevo e l’avrei avuta.                             
Continuai a provocarla dicendole che non avrebbe avuto bisogno dei vestiti visto quello che avevo in mente di farle ma, lei subito reagì dicendo che non sarei riuscito nel mio intento. Era proprio tosta! 
«Ma per favore…» disse sorridendo incredula. «Non hai fatto altro che stuzzicarmi!» continuò lei passandosi nervosamente la mano tra i capelli rossi ancora bagnati.
«Perché non dovrei farlo? Mi piace provocarti! E non dirmi che a te non piace... so che è così!» risposi sorridendo, non avrebbe mai ammesso che era così.
«Basta Zak. Ora smettila» disse nervosa allontanandosi da me.
«Siamo messi così male?» domandò frustrato, passandomi la mano sul capo.
«Assolutamente sì» disse guardandomi dal di sopra della spalla con quei suoi occhi dal colore del cielo.
Nel sentire quelle parole, i miei occhi si accesero di rabbia e la guardai rimanendo in silenzio. La vidi agitarsi sulla sedia, abbassò lo sguardo e prese, tra le mani, una ciocca dei suoi capelli e ci giocò per allentare la tensione. Ancora arrabbiato con lei, gliela tolsi di mano senza convenevoli. Sobbalzò, ma non si era lasciata intimidire dal mio atteggiamento.
«Dobbiamo trovare un punto d'incontro. Non voglio litigare in continuazione».
Una parte di me avrebbe voluto strozzarla; l'altra, invece, avrebbe voluto sbatterla sul tavolo e spogliarla per farle vedere come avrebbe reagito il suo corpo a contatto col mio. Volevo togliermi quella sensazione di dosso. Una volta fatta mia, mi sarei dimenticato di lei e mi sarei concentrato su cose più serie. Forse mi odiava con tutta se stessa ma, il suo corpo diceva il contrario. Immaginavo di possederla in modo rude, fino in fondo. Mi ero messo in testa l'idea di averla e non avevo intenzione di mollare. Non eravamo indifferenti l'uno all'altra e dovevo giocare bene le mie carte.

«Benissimo, angelo di ghiaccio» la sbeffeggiai andandomene dalla cucina. Volevo allontanarmi da lei e la lasciai da sola, frustrato come non mai.





lunedì 12 agosto 2019

"A QUALCUNO PIACE IN... KILT" di Giuditta Ross



Buongiorno follower, buon inizio settimana!
Giuditta Ross ci parla di "A qualcuno piace in… kilt", secondo volume della serie "Under The Kilt", edito Triskell Edizioni. 





Autore: Giuditta Ross
Serie: Under The Kilt Vol.2

Genere: Romance

Casa editrice: Triskell Edizioni

Disponibile in ebook a € 4,49

Pagina autore: Giuditta Ross 




TRAMA: 


Il destino può giocare davvero brutti scherzi. Un momento hai il mondo in mano e quello successivo vuoi solo trovare un angolo nascosto in cui leccarti le ferite. Lo sa bene Rowan O’Kinley, così come sa che ci sono perdite con cui sembra impossibile venire a patti tanto che l’unica soluzione sembra essere scappare lontano da quel dolore e lasciare dietro di sé ogni cosa che possa ricordartelo. Anche le persone che si amano di più.
Quando un tragico incidente si porta via per sempre il suo migliore amico, Eric McAvoy sa che il buco nella sua anima non si ricucirà mai. Quello a cui non è preparato è perdere anche l’altra metà del suo cuore. Lei se n’è andata, distrutta da un dolore capace di annientare qualsiasi altra cosa. Ora è tornata e lui non le permetterà di lasciarlo mai più.



BIOGRAFIA:

Giuditta Ross è, prima di qualsiasi altra cosa, una sognatrice, un’irriducibile latitante della realtà. Giuditta è una lettrice affamata, una divoratrice di emozioni.
A tenerla con i piedi per terra ci sono un marito, una figlia e una gatta che fanno a turno per reclamarla al presente.
I suoi pensieri, preda di ispirazioni improvvise, vagano fin troppo spesso tra le faccende quotidiane e qualche scena di quel libro che piano sta prendendo forma, con risultati spesso improbabili.
È una seguace dell’immaginazione, una schiava della fantasia, un’adepta del sogno a occhi aperti.
In fondo, Giuditta, non è che il frutto di un sogno che incredibilmente si avvera.



DICE L’AUTRICE:

La serie Under the kilt è nata, come spesso accade, quasi per caso. Il primo della serie non era che un racconto realizzato per un blog. Ma i personaggi si sa, si impongono, prendono spazio e le storie crescono, evolvono.  I protagonisti del primo volume non si sono accontentati e tantomeno i personaggi che li circondavano, hanno preteso le loro storie e io mi sto divertendo moltissimo a scriverle. Amalia, la protagonista di Sotto il kilt... niente, potrebbe essere il mio alter ego e incarna il genere di eroina che mi piace. Sopra le righe, un po’ folle e indisciplinata. Iain, la sua metà, è il prototipo dell’eroe romantico. In questo secondo volume abbiamo Eric (il secondo di Iain) e una rossa tutto pepe con un passato doloroso e un presente tutto in salita. Attorno a loro girano altri personaggi che saranno i cardini per i prossimi volumi.
Ho già in stesura la storia di Sean e sto buttando le basi per il resto dei fratelli MacLeod...
Una curiosità succosa riguarda un personaggio secondario che ho preso in prestito dalla mia amica Aurora R. Corsni. Si tratta di Will, il barman della caffetteria del museo Nazionale di Scozia. Will è il protagonista di un suo bellissimo racconto:
Election night



BREVE ESTRATTO:

“La pressione era una presenza solida tra loro, non era solo eccitazione o furia, era disperazione.
«Guardami, Ro!» le ordinò e lei lo vide come attraverso un velo di nebbia. «So che i tuoi capelli sono un groviglio di fuoco, che canti a squarciagola quando sei sola, che fumi i sigari che ti passa tuo nonno. So che reggi l’alcol come un maledetto giocatore di rugby. So. Chi. Sei,» abbaiò a un millimetro dalle sue labbra. «E non importa quanto mi ci vorrà, non importa quanta resistenza farai. Ti staccherò di dosso ogni maledetto strato dietro cui ti stai nascondendo finché non ti avrò ritrovata.»
Eric la fissò furioso per un istante, in cui sembrava che avrebbe potuto scuoterla fino a farle dire qualcosa, fino a farle ammettere la sua colpa, la sua vergogna. Poi la furia si stemperò, le sue mani tornarono gentili mentre asciugavano una lacrima sfuggita al suo debole controllo. Dopo un momento di indecisione, durante il quale Rowan desiderò ferocemente che la baciasse fino a svuotarle completamente il cervello, lui si fece indietro. Come una mangusta di fronte a un cobra.
Rowan tirò su con il naso e lo sentì sospirare. «Non mi provocare, Ro.»” 


domenica 11 agosto 2019

DOPPIA RECENSIONE "DOLCE COME IL FIELE" di Sara P. Grey



Buongiorno follower, buona domenica!
Doppia recensione per "Dolce come il fiele", dell'autrice Sara P. Grey, edito Dri Editore.
A cura di Franca Poli e Tiziana Irosa. 





Autore: Sara P. Grey

Genere: Chick-lit 

Casa editrice: Dri Editore
Collana: DriEditore Brand New 

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 14,99 





TRAMA:  

INGREDIENTI:
1 chef pâtissier dal caratteraccio impossibile (a temperatura ambiente)
1 pasticcera adorabilmente testarda (NON agitare prima dell’uso)
Zucchero e fiele q.b
Peperoncino 1 pizzico
PER STUZZICARE/DECORARE:
Scarpe rosse 1 paio
Divisa da chef, che metta in risalto i muscoli – a piacere
Asciugamano 1, il più striminzito possibile
PROCEDIMENTO:
Gettare lo chef e la pasticcera sotto i riflettori del talent show culinario più gettonato della stagione, mescolare con abbondanti battutine e un pizzico di agrodolce e lasciar macerare nel disdegno reciproco fino a che non cominciano a far scintille. Ottenuta la miscela esplosiva, gustare con abbandono. E non ti preoccupare se sembra la ricetta per un disastro assicurato, alcune delle preparazioni più riuscite della storia sono il risultato di errori inaspettati... 




Se desiderate rilassarvi, magari sotto l'ombrellone, e trascorrere alcune ore divertenti in compagnia di un affascinante chef pasticciere e di una pasticciera “dolce come il fiele”, allora vi consiglio di leggere questo libro. È divertente, ironico, ma anche commovente e romantico.
Ho già letto diversi libri di questa autrice e devo dire che mi piacciono sia le storie che il suo modo di scrivere. Non potevo quindi lasciarmi sfuggire la sua ultima pubblicazione.
Romanzo carino che si legge velocemente, grazie anche a una trama coinvolgente che ti cattura fin dalla prima pagina. La scrittura risulta molto accurata e lineare, i dialoghi che intercorrono tra i vari personaggi sono vivaci e frizzati. Divertenti i battibecchi tra i due protagonisti e quelli tra Amalia e Misha. La narrazione avviene in terza persona.
Devo dire che questa è veramente una lettura molto... dolce! Infatti la storia è incentrata su un famoso reality “The Next Sweet Thing” dove i concorrenti sono pasticceri, o aspiranti tali. Tra i partecipanti c'è anche la figlia del “Divino”, ovvero il proprietario del locale “Pasticceria Visconti” dove si registra lo show, Letizia Amalia Visconti. Costretta dal padre a partecipare la ragazza si scontra fin da subito con uno dei giudici del programma, lo chef Lorenzo Ardani, soprannominato il “Magnifico”... potete immaginare il motivo! Tra i due volano scintille, si punzecchiano, litigano, in poche parole sembra proprio che si detestino a vicenda, ma sotto sotto inizia a nascere anche qualcosa d'altro che, però, nessuno dei due è disposto ad ammettere.
Mi sono piaciuti sia Lorenzo che Amalia, anche se all'inizio ho faticato a entrare in sintonia con la ragazza. Ho trovato il suo modo di fare un po' irritante, in particolare non mi è piaciuto il comportamento iniziale nei confronti di Lorenzo. Posso capire avercela con il padre che non vedeva da tanto tempo e i rapporti tra di loro sono piuttosto tesi, ma non con lo chef che nemmeno conosceva, se non di fama. Dopo però si è riscattata alla grande, tant'è vero che alla fine tifavo per lei. Speravo in una sua vittoria finale, e non solo per quanto riguardava il talent show... Chissà se il merito del mio cambiamento di opinione nei suoi confronti va anche ai Muffin che preparava? Di certo l'autrice li ha descritti in una maniera così accurata e realistica da farmi venire l'acquolina in bocca. Sembrava di vederli e sentirne il profumo... peccato non averli avuti a portata di mano mentre leggevo! Di certo, a fare cambiare parere a Lorenzo hanno contribuito le Lolly... un paio di scarpe con un micidiale tacco a spillo.
Con Lorenzo invece è stato amore a prima vista. Chi non vorrebbe come compagno un aitante, affascinante e sexy chef pasticciere? Anche se a essere sincera a volte risulta piuttosto burbero e all'inizio un pochino carogna nei confronti di Amalia. Così come non mi è piaciuto molto il suo comportamento verso la fine del programma. Lì, ai miei occhi ha perso qualche punto per poi recuperarlo con gli interessi alla fine. Sì perché la parte finale del libro è molto bella, mi ha veramente soddisfatta.
Un altro personaggio che ho adorato è Misha l'amico e coinquilino di Amalia, nonché suo confidente e valvola di sfogo. Con lui, la ragazza poteva lasciarsi andare e manifestare la propria frustrazione nei confronti del padre e dell'arrogante giudice. Molto divertenti le loro battute. Spassosi i suggerimenti che le dava per riuscire a tenere testa a Lorenzo, ma anche per conquistarlo. Sua l'idea delle Lolly.
Gli ingredienti di questo romanzo sono: amore, emozioni, dolcezza, competizione, arroganza, amicizia, fascino e anche un pizzico di cattiveria. L'autrice, proprio come un bravo pasticciere, è riuscita a dosarli e amalgamarli in modo tale da sfornare una bella storia che, a mio avviso, merita di essere letta.
Complimenti ancora una volta a Sara P Grey. Leggerò sicuramente altri suoi libri. 




Amalia è una pasticciera figlia d'arte che ha un rapporto anzi, non ha un rapporto con il padre. Quest'ultimo chiama la figlia per aiutarlo nella pasticceria di famiglia, ma tornando a casa Amalia si ritrova catapultata nel set di un famoso reality di pasticcieri. A condurre il programma c'è il bellissimo e bravissimo chef Ardanti. Tra i due è subito amore e odio: battute al vetriolo e occhiate incendiarie, ma, come sempre, la volpe dice all'uva che è acerba solo perché non riesce a raggiungerla.
I due si ritrovano a dividere il set e l'appartamento dove Amalia è cresciuta e dove il grande Chef è stato invitato dal padre di lei per vivere durante le riprese del programma.
Non dico altro, ma si può intuire.
Per il resto vi invito a leggere il libro.
Devo dire che all'inizio ho fatto un po' fatica a stare dietro ai due personaggi e al loro flusso di pensieri, ma dopo qualche pagina la storia ha preso corpo ed è divenuta più fluida e intrigante.
Ho trovato l'idea di ambientare il romanzo in un set di un reality alla Bake off molto divertente e attuale con i tempi in cui ci ritroviamo: un periodo in cui tutto quello che mangiamo passa dalla vista, olfatto e gusto per divenire un unico senso del piacere. E questo è quello che provano i due protagonisti e che trasmettono al lettore: piacere nella lettura, divertimento nello scorrere delle pagine e spensieratezza di una storia leggera, ma non banale.
L'autrice è stata brava a condire le pagine con alcune ricette di dolci che vi faranno sbavare e venire una fame da perdere i sensi. A me è venuta una gran voglia di un super mega muffin ai mirtilli (il mio preferito).
La fine di questo romanzo è proprio come deve essere: ogni parola che conduce al finale la si legge con il sorriso e il cuore leggero, ma, soprattutto, con la consapevolezza che tutto è andato al posto giusto.
Complimenti all'autrice.


sabato 10 agosto 2019

RECENSIONE "UN AMANTE FANTASMA" di Marialuisa Moro



Buon pomeriggio amici lettori! 
Di seguito, il mio parere su "Un amante fantasma" dell'autrice Marialuisa Moro.
Nonostante il mio giudizio su questo libro non sia del tutto positivo, ricordo ai lettori che seguono il blog che i pareri sono soggettivi e vanno presi con le “pinzette”







Autore: Marialuisa Moro

Genere: Thriller erotico

Disponibile in ebook a € 1,99
e in formato cartaceo a € 6,80

Pagina autore: Marialuisa Moro 





TRAMA:


Confinata in un'opaca vita matrimoniale, Fiona si imbatte per caso nel suo grande amore adolescenziale di vent'anni prima e precipita nel gorgo della passione. 

Gli eventi la travolgono trascinandola al limite della follia: un perverso e altalenante gioco mentale in cui il vissuto e l'immaginario si alternano nel prevaricarsi l'un l'altro. 
Schiava della lussuria, pertanto incapace di reagire alle umiliazioni di cui è fatta oggetto, Fiona si trova invischiata in un crescendo di orrore, una realtà malata in cui non può più fidarsi di nessuno, costretta a giocare una partita senza vincitori né vinti. 




Senza girarci intorno, dirò subito che il libro non mi ha entusiasmato.
La scrittura fluida e curata fa sì che si legga in breve tempo, tuttavia non nascondo che dopo i primi capitoli ero tentata di passare ad altro. Mi ha dato l’idea che tutto fosse troppo frettoloso: l’incontro con l’amore mai vissuto dei tempi dell’adolescenza, la decisione presa praticamente subito di lanciarsi in una relazione extraconiugale e tutto il resto… In pratica, ho assistito alla descrizione degli avvenimenti e degli stati d’animo senza veramente percepirli. E questa sensazione, ahimè, mi ha accompagnato per tutta la durata del libro. 
La parte thriller, sebbene sia quella che ho apprezzato maggiormente e che dà sprint alla storia, pecca un po’ in prevedibilità, almeno per me… Non posso approfondire le mie motivazioni altrimenti rischierei di fare spoiler. Aggiungo solo che Marialuisa Moro è stata abile nel creare situazioni in grado di mettere in dubbio le mie certezze, e per un attimo, non lo nego, mi sono lasciata depistare, tuttavia io credo poco alle coincidenze ed è stato sufficiente focalizzare l’attenzione su alcuni dettagli per giungere alle dovute conclusioni. Ritengo, comunque, che l’autrice abbia notevole inventiva e che il thriller sia il suo genere di appartenenza, di conseguenza il mio invito è quello di seguitare su questa strada.
Nonostante il mio giudizio su questo libro non sia del tutto positivo, ricordo ai lettori che seguono il blog che i pareri sono soggettivi e vanno presi con le “pinzette”. Quello che piace a uno non è detto che piaccia a un altro e viceversa. Per quanto mi riguarda, è mia intenzione leggere altri romanzi di questa autrice di cui, come già detto, ho apprezzato lo stile leggero e curato.



"VOGLIO AMARTI" di Simona Busto



Buongiorno follower, buon sabato!
Nuova pubblicazione per l'autrice Simona Busto che oggi ci presenta "Voglio amarti"






Titolo: Voglio amarti
Autore: Simona Busto

Genere: Romance

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 8,95






TRAMA:

“Se fossi più giovane mi vedrebbe in maniera diversa. Se fossi più giovane potrei lasciare che il nostro rapporto progredisca con calma. Se fossi più giovane lo conquisterei”.

“Se fossi meno giovane mi prenderebbe sul serio. Se fossi meno giovane non sarei amico di suo fratello. Se fossi meno giovane la conquisterei”.

Ambra e Daniele non possono amarsi.
Non importa se quando sono vicini l’aria si carica di elettricità. Non importa se l’intesa e la passione tra loro colmano qualsiasi distanza li separi.
Tra loro ci sono cinque anni di differenza. Troppi per una donna che vuole un figlio. Troppi per un uomo che non ha ancora nulla da offrirle.
E quel legame intenso e passionale finisce per tramutarsi in sofferenza.
Eppure quando sono insieme nulla sembra contare. Né la differenza d’età, né il forte rapporto d’amicizia che lega Daniele al protettivo fratello di Ambra. Vincerà l’amore?



BIOGRAFIA:

Scrivere per me è un’esigenza dell’anima, e sono sempre felice di cedere al canto della mia sirena letteraria. Lei mi sussurra all’orecchio e le mie dita ubbidiscono senza esitazione, correndo veloci sulla tastiera. Adoro raccontare le mie storie e amo sentire l’opinione dei lettori. Blogger e semplici appassionati di libri mi hanno spesso onorato dedicandomi qualche parola su Amazon o sui social. Scoprire una nuova recensione o anche un semplice commento mi regala attimi di pura gioia.
Una decina d’anni fa sono stata segnalata a due concorsi letterari: premio Artenuova e premio Bompiani-scrivi.com. Inoltre ormai da tempo pubblico storie di vita vera sulla rivista "Confidenze tra amiche" (Mondadori).
Di recente ho iniziato a lavorare come traduttrice freelance e collaboro al momento con due case editrici. Perché tradurre è la mia seconda passione, mentre la terza sono gli animali.
Ho all’attivo quattro romanzi e altrettanti racconti brevi, autopubblicati, alcuni di genere romantico e altri fantasy. Tutti mi hanno regalato grandissime soddisfazioni in termini di riscontri e classifica, e mi hanno reso felice di aver intrapreso la difficile strada della narratrice.
I miei personaggi sono persone forti, spesso complesse e controverse, impegnate in una costante sfida contro se stesse, gli altri e la vita. L’amore è una battaglia da vincere a ogni costo, anche quando l’avversario si nasconde sotto la maschera della ragione.






DICE L’AUTRICE:

La storia è nata da un vecchissimo racconto, mai pubblicato. Ho pensato che i personaggi meritassero una nuova vita e che valesse la pena sviluppare meglio la trama. Mi piaceva l'idea di un sentimento che vivesse di vita propria nonostante gli stessi protagonisti lo rifiutassero per motivi pratici. Amo pensare che l'amore possa vincere la razionalità.



BREVE ESTRATTO:

Sento le sue braccia intorno alla vita che mi attraggono con delicatezza. Avvicina il volto al mio e mi posa un bacio gentile sulle labbra.
Mi sorprende quanto quel gesto sembri rassicurante.
Ricambio la stretta e gli poso la bocca sul collo. Quel profumo mi resterà impresso per tutta la vita.