Translate

giovedì 23 novembre 2017

INTERVISTA A SONIA GIMOR



Buongiorno follower!
Ben ritrovati al nostro consueto appuntamento con le interviste del giovedì. Ospite graditissima di oggi è Sonia Gimoreditor presso la Gilgamesh Edizioni e autrice molto apprezzata che ha all'attivo diverse pubblicazioni. Leggete l'intervista che le abbiamo fatto e poi appuntamento nel gruppo delle harmonyne dove avrete la possibilità di conoscere meglio Sonia e il suo lavoro.  










INTERVISTA A SONIA GIMOR:



Raccontaci qualcosa di Sonia 😊 Parlaci del percorso che ti ha portato a essere quella che sei oggi.

Ciao a tutti e grazie per avermi dedicato questo spazio! Il mio percorso è iniziato nel 2012, quando in un pomeriggio piovoso ho iniziato a scrivere quasi per istinto, per necessità, e in pochi mesi è nato il mio primo romanzo “La vita che ho sognato”. Se mi guardo indietro mi scappa un sorriso. È stata davvero una bella avventura e libro dopo libro mi sono migliorata, sono cresciuta e ho sicuramente acquisito consapevolezza. Dall’anno scorso collaboro con la Gilgamesh Edizioni: sono infatti scrittrice della collana rosa ed editor della stessa insieme a due colleghe.


Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

È sempre stata dentro di me. Ricordo che da piccola prendevo i voti più alti della classe nei temi, fino ad inventare vere e proprie storie romantiche da adolescente. Non ho però capito che fosse la mia strada fino a che non sono diventata grande.


Come vedi il futuro dell'editoria? Self o CE? E-book o cartacei? E tu cosa preferisci?

Dopo aver conosciuto entrambi i lati di questa medaglia, credo che sarò sempre un po’ tutte e due le cose. Molti dei miei romanzi sono self e rimarranno tali, tuttavia la mia collaborazione con la CE mi sta insegnando moltissimo ed è una bellissima esperienza che mi ha arricchito come autrice e come persona.


Genere storico, paranormal, erotico... Scelta dettata dal mercato? Quanto può condizionare?

Personalmente mi faccio condizionare solo dalla mia ispirazione. Ho sempre scritto contemporanei, ma adesso mi sto cimentando in uno storico. È sempre stato un genere sul quale avrei tanto voluto sperimentare qualcosa di mio e adesso è arrivato il momento giusto.


Perché la gente dovrebbe comprare i tuoi libri?

Bella domanda! Perché? Credo che i miei libri non siano più o meno meritevoli di altri. Ogni libro ha una sua storia e racchiude tantissimo lavoro, quindi credo che ogni autore abbia il diritto di avere una possibilità. Tuttavia posso anche dire che, se vi piacciono le storie romantiche, un po’ sofferte, e magari con un bel lieto fine e qualche spunto di riflessione, allora forse le mie storie fanno per voi.


Faresti mai compromessi per arrivare al successo?

Mai, per nessun motivo. Il lavoro di un autore è intoccabile secondo me. Va rispettato e noi siamo i primi a dover tutelare il nostro lavoro. Mai andrei contro alla storia che ho creato o ai miei ideali per un “successo” effimero… equivarrebbe a tradire i miei personaggi.


Il tuo sogno nel cassetto.

Il sogno della Gimor scrittrice è quello di vedere realizzato un film su una delle sue storie… punto in basso! XD


Parlaci del tuo ultimo lavoro.

Presto uscirà nelle librerie “Tra le pagine di un libro”. Parlerà di editoria e di aneddoti veri che ho visto accadere in questi anni. La storia d’amore di un editore e di un’autrice sarà l’occasione per sviscerare molte curiosità sul “dietro le quinte” del mondo rosa.


Progetti per il futuro?

Lo storico a cui sto lavorando e un altro contemporaneo molto leggero e divertente. Inoltre mi impegnerò al massimo per la collana rosa della Gilgamesh: stiamo lavorando per offrirvi moltissime storie interessanti, di qualità e originali.


Quanto è importante per te l'amore? Credi che nella vita reale esista il lieto fine?

Sono un’autrice romance… l’amore è la base di tutto! Sono una romanticona, coccolona e rompi scatole. Sono una di quelle che ci tiene a trovare sul tavolo al mattino un post it dal proprio marito, una di quelle che attende dal proprio uomo i cuoricini in chat, una di quelle che vivrebbe sul divano accoccolata sotto a una coperta insieme alla persona che ama. Per li lieto fine invece, la vita mi ha insegnato che spesso non è poi così scontato, ma voglio credere che per tutti ce ne sia uno, in un modo o nell’altro.



mercoledì 22 novembre 2017

RECENSIONE "AMISTAD - LA FIGLIA DELLA LUNA" di Francesca Redeghieri



Buon pomeriggio follower!
Oggi Daniela Perelli vi parla di un’autrice molto promettente e del suo romanzo con ambientazione storica, "Amistad - La figlia della luna".    







Titolo: Amistad - La figlia della luna
Autore: Francesca Redeghieri
Genere: Narrativa Storica

Casa editrice: Emma Books

Disponibile in ebook a € 4,99

Pagina autore: Francesca Redeghieri La Raccontastorie






TRAMA:


Anno 219 a. C. L’esercito romano sta espandendo la sua brama di potere e solo un uomo sembra poterne arrestare l’avanzata: Annibale. Per questo i popoli che vogliono liberarsi dall’oppressione di Roma si uniscono al grande comandante cartaginese, tra di essi le leggendarie Amazzoni. Nei ranghi di questa stirpe di donne guerriere, le cui epiche gesta le hanno rese temibili in ogni angolo del mondo conosciuto, ci sono due sorelle, non solo di spada ma anche di sangue. I loro nomi sono Amistad e Briseide. La guerra cambierà bruscamente il corso della loro vita, sconvolgendo tutto ciò in cui hanno sempre creduto, ma insegnerà loro il potere dell’amore. Il prezzo da pagare però sarà alto: l’uomo che condurrà Amistad alla scoperta di una passione dolce e inaspettata è infatti un romano, il nemico. I due si troveranno così su schieramenti opposti, in una sfida contro il fato che si prenderà gioco di loro. Sullo sfondo, l’eco di una lontana maledizione divina. Le scelte di Amistad saranno difficili da affrontare, a volte persino inammissibili. Ma quando c’è di mezzo l’amore, nulla sembra essere impossibile…  





IL PARERE DI DANIELA PERELLI:


Chi di voi legge le mie opinioni sui romanzi sa che non amo particolarmente soffermarmi sulla trama e raccontare più del dovuto sui personaggi e sulla loro storia. In realtà ciò che amo davvero fare è descrivere le sensazioni che una lettura mi ha fatto provare, lasciando al lettore il piacere di scoprire la storia in ogni sua più piccola e minuziosa parte. E anche in questo romanzo farò lo stesso nonostante sia molto difficile esprimere a parole le emozioni incredibili che mi ha suscitato.
L’accurata ricerca storica ha fatto da sfondo a una storia ricca di personaggi e intrecci ottimamente sviluppati e descritti, proprio per questo motivo non ci si perde mai. Molte volte può capitare di leggere un libro tanto, forse troppo ricco di avvenimenti, da perdere in un certo senso il filo portando il lettore a distrarsi. Ci tengo molto a sottolineare questo aspetto, perché in questo caso l’autrice è stata molto brava a far sì che ciò non accadesse. Per tutta la lettura ho capito, percepito e mi sono immedesimata in ogni situazione.
Poi ci sono le amazzoni che, sono sincera, per me il cardine della storia. Quando entravano in gioco loro il cuore cominciava a battere forte per le situazioni affascinanti che si venivano a creare. Delle eroine che non conoscono mode o tempo, loro sono per sempre…
La storia d’amore, la passione, che trasuda tra le pagine, tra Amistad e Longino, tra una amazzone e un romano, è un insieme di emozioni elettrizzanti che accompagneranno il lettore in una storia avventurosa e ricca di messaggi positivi e buoni sentimenti.
Complimenti all’autrice, ne consiglio assolutamente la lettura 😊