sabato 19 settembre 2020

"PUNTI DI VISTA" di Viola Raffei

 

Buongiorno follower!
Nuova pubblicazione firmata Ode edizione: "Punti di vista" dell'autrice Viola Raffei, edito Ode Edizioni.




Autore: Viola Raffei
Genere: Romance contemporaneo

Casa editrice: Ode Edizioni

Disponibile in ebook a € 2.99
E in formato cartaceo a € 12.99

Pagina autore: Viola Raffei Autrice 



TRAMA: 

Per Emma fare la fotografa è un sogno, una fantasia che tuttavia deve rimanere chiusa in un cassetto perché mandare avanti l'hotel di famiglia deve essere la priorità.
Riccardo è abituato a vivere sempre al massimo, a non fermarsi, a godere quanto di bello la vita ha da offrire.
Emma vede l'amore con gli occhi di chi sogna.
Riccardo crede che l'amore sia effimero e sopravvalutato.
Due mondi che sia scontrano; due cuori che battono a ritmi diversi.



BREVE ESTRATTO:  

L’amore è qualcosa di talmente effimero che non credo esista, sono molto razionale, tanto che molti mi dicono di essere cinico all’inverosimile.»
«L’amore è qualcosa di cui abbiamo bisogno tutti» asserisco.
«Punti di vista. Non sono certo tu capisca il mio. 






 
Viola Raffei nasce nel 1981, vive in provincia di Ancona e ama sognare fin da piccolissima, così convoglia questo suo modo di essere nelle storie che ci racconta. Il primo romanzo è A modo mio, seguito da A modo nostro. Arrivano poi Le fiamme nel cuore, romanzo ritirato dalla vendita perché uscito con una nuova veste con la Queen Edizioni con il titolo, Amami fino all'ultimo respiro. Il profumo della lavanda arriva dopo cimentandosi in un rosa puro, ma il vero successo giunge inaspettato con Resilienza, diventando in poco tempo bestseller Amazon. Love Each other è la sua ultima storia dove affronta anche un tempo molto importante e attuale: la violenza sulle donne. 





venerdì 18 settembre 2020

RECENSIONE "MANTICORA - VENDETTA DI GHIACCIO" dell'autrice Valentina Piazza


 
Buongiorno follower!
In uscita oggi il nuovo romanzo dell'autrice Valentina Piazza.
Tiziana Iorosa lo ha letto in anteprima per noi 😊





Autore: Vendetta di ghiaccio

Genere: Romantic suspense

Disponibile in ebook a € 1,90
A breve anche in formato cartaceo

Pagina autore: Valentina Piazza Autrice 



TRAMA:

Vasil’ko Volkov, detto Manticora, è il sicario più letale di tutta la Russia, un uomo che può resistere a ogni cosa, un lupo solitario che non teme né il freddo né le privazioni.
Cora era una brava ragazza, ma non lo è più, ora il suo cuore vuole solo la vendetta. L’anima della giovane, un tempo pura come la neve, è stata avvelenata dalla distruzione della sua famiglia e urla di rabbia e dolore.
Fuggita a Noril’sk in cerca di Volkov, unirà la sua vita a quella del lupo, ma presto si scoprirà legata a quest’uomo forte e imprevedibile. Spinti allo stremo delle forze, immersi nei ghiacci siberiani, Vasil’ko e Cora mischieranno i corpi e i destini, fino a sovvertire la loro stessa natura.
L’amore che legherà Vasil’ko a Cora dovrà essere più forte della trappola infernale in cui sono obbligati a vivere, più tenace della vendetta e più potente dei nemici che saranno costretti ad affrontare.



DICE L’AUTRICE: 

Il nome "Manticora", che rimanda alla mitologia, è spuntato fuori un giorno per caso, mentre ero ferma in un'interminabile colonna di auto. Il furgoncino fermo di fronte a me aveva un adesivo che diceva: "Manticora" e io, tediata dall'attesa, ci ho ricamato su la storia del mio sicario. Una volta uscita dal traffico mi sono precipitata al PC. 
Altra curiosità: Noril'sk, la città di ghiaccio, è la città più inquinata al mondo e il suo fiume, periodicamente, si tinge di rosso, proprio a causa degli scarichi inquinanti.







Può la vendetta segnare la vita di una persona? E se quella persona in questione è una giovane donna? Ci sono molti motivi per cui Cora vuole giustizia: in primis per aver assistito all'omicidio dei propri cari e poi per la violenza subita dalla sorella, lei, testimone impotente senza che potesse fare nulla per ribellarsi, ma ora...
Ora Cora è cambiata, lui l'ha cambiata. Adesso è forte, temprata dal freddo e dalla Manticora. 
Tutti sanno che lui esiste, e tutti sanno che solo chi ha veramente bisogno potrà ricevere il suo aiuto, e Cora è tra queste persone. Lui è leggenda, lui è la legge dei giusti.
Lei lo ha atteso, cercato, braccato. Lui è sceso a patti con se stesso e ha accettato di aiutarla. Preda o predatore? 
Cosa e come è tutto da scoprire in quest'avventura mozzafiato, un romanzo che si legge con il fiato sospeso e gli occhi che corrono veloci riga dopo riga, avidi di sapere come si dipana la matassa. I due protagonisti insieme sono come il giorno e la notte, il bianco e il nero, il sole e la luna. L'uno il contrario dell'altra ma senza l'altro non possono sopravvivere. Perfetti, cattivi, romantici e originali.
Una storia che incanta come Cora, incantatrice di serpenti nel circo di famiglia, anche Manticora continua l'attività di famiglia: lui vive con i piedi ben piantati in terra, e la sua fedele balestra sempre in mano.
Valentina questa volta mi ha sorpresa con una trama originale, la cui penna scorre magistrale. I personaggi sono talmente perfetti da sembrare veri nella loro irrealtà. L'ambientazione in Siberia è la perfetta cornice per questa storia in cui le emozioni umane emergono prepotenti a ogni pagina. 
Una storia che vi trascinerà nei meandri più nascosti dei più gretti sentimenti umani, nel luogo più inospitale al mondo: la Siberia. Una storia che vi lascerà il segno come lo ha lasciato a me. 
Da leggere assolutamente.






BREVE ESTRATTO: 

Tornai sui miei passi, fino a entrare nella camera di Vasil’ko, schiusi l’uscio e mi avvicinai al suo letto.
Dormiva profondamente, non aveva chiuso le tende né serrato gli scuri, e la stessa luce che riluceva in cucina brillava nella stanza.
Mi avvicinai ancora, silenziosa come un serpente, il coltello in mano.
Era bello il mio Vasil’ko, steso tra le coperte, la pelle celata solo da una maglia scura. Mio, mi piaceva come suonava… Chissà se anche lui si sentiva così quando diceva che ero la sua bambina.
Osservai il viso ombreggiato dalla barba e i capelli troppo lunghi che avrei voluto toccare.
Avvicinai il coltello alla sua gola. «Sei morto, caro Vasil’ko» gli sussurrai all’orecchio e vidi gli occhi grigi da lupo aprirsi di scatto.
Ridacchiai.
«Ho vinto io, stanotte.» Con le labbra sfiorai il lobo delicato e vidi il suo sguardo incupirsi, provò ad alzarsi ma non scostai la lama.
«Hai vinto tu, bambina...»
Ridacchiai di nuovo poi, dopo aver spostato l’arma, con la punta della lingua accarezzai il suo collo, proprio dove spiccava un segno rosso.
Ebbi il piacere di sentirlo trattenere il fiato, restava lì sdraiato anche se non era più sotto minaccia e fui tentata di assaggiarlo di nuovo.
I capelli mi ricadevano di fronte agli occhi e lui allungò una mano, scostandoli.
«Insolita...»
Sorrisi, non l’aveva detto con accusa o ironia, ma con affetto. In quelle poche sillabe erano racchiuse molte parole non dette.
«Ho capito perché lo hai fatto. Ora non temo più questo freddo assurdo» sussurrai. Studiavo il suo viso, registrandone i particolari: la piccola cicatrice vicino allo zigomo sinistro, il minuscolo neo sopra al sopracciglio destro, le pagliuzze scure che danzavano nelle iridi. Memorizzai ogni cosa.
«Ce la faremo» mormorai.



 

Valentina Piazza ha 34 anni, è nata il 4 giugno 1986 a Busto Arsizio, in provincia di Varese. Si è laureata all’Università degli Studi di Milano, a indirizzo Lettere moderne, con una tesi riguardante la storia dell’Inquisizione. Ha lavorato come insegnante di scuola dell’infanzia e come commessa in libreria per alcuni anni. Attualmente vive in provincia di Genova, è sposata e ha due bellissime bambine di sei e quattro anni, da qualche tempo è mamma a tempo pieno e collabora con un blog: “Romance non stop” per cui scrive recensioni. Ha moltissimi interessi tra cui il disegno, la fotografia e la scrittura. Ha pubblicato per la Literary Romance “Il canto degli abissi”; per Panesi Edizioni “Il castello dei desideri” invece autopubblicati: “Raccontami della Scozia”, “Tesoro di Scozia”, “Lo scozzese dei miei sogni”, “L’anima della spada”, “nel cuore del vichingo” e “L’arciere dello Shropshire”. Ha partecipato con il racconto “Meraviglioso amore” alla raccolta natale rosso amore. Pubblicato a marzo 2020: “Le possibilità sospese”, edito Harper Collins (collana Elit). 
Self Publishing 2020: “La scelta dell’angelo”, “Cherry Night”. 





giovedì 17 settembre 2020

RECENSIONE "ALBEDO" di Zoe Blac

 

Buongiorno follower!
In uscita oggi "Albedo", l'atteso terzo volume della serie "Anima di cristallo" dell'autrice Zoe Blac.
Daniela Colaiacomo lo ha letto in anteprima per noi 😀



Titolo: Albedo
Autore: Zoe Blac
Serie: Anima di cristallo Vol.3 
(Nigredo, Rubedo, Albedo)

Genere: Contemporary Romance (erotic, angst)

Disponibile in ebook al prezzo lancio di € 0,99
E in formato cartaceo a € 14,00 

Contatto Facebook: Zoe Blac



TRAMA:

Qualcosa si è rotto dentro Rush, Michelle tenta invano di aggiustarlo, ma il dolore recondito che affiora dall’anima sembra più forte di ogni determinazione a superarlo. Nuovi segreti e oscure menzogne minano il legame tra i due amanti e il destino implacabile, ancora una volta, orienta le sorti in un gioco che finirà per separare le loro vite. La guerra per qualcuno sembra vinta, ma si sa che l’ultima parola non è mai detta. Il tempo e le distanze rafforzano o indeboliscono un amore? Cosa vuol dire ritrovarsi con gli stessi occhi eppure profondamente diversi? Albedo è una storia di paure, di passioni irrequiete e brucianti, che si incidono sulla pelle mettendo a nudo le coscienze. Il finale tanto atteso è arrivato, con l’alba di un nuovo giorno si conclude la trilogia di Anima di Cristallo. 



Siamo alla conclusione di una storia dolorosa e complessa.
La morte del padre ha destabilizzato Rush da quel poco di equilibrio che Michelle gli aveva donato, la paura e i sensi di colpa lo opprimono tanto da sfociare in violenza e il timore di danneggiare Michelle lo porta ad allontanarla continuamente. 
Rusch prova un forte senso di inadeguatezza nei confronti della donna che dà senso alla sua vita e, nello stato confusionale in cui si trova, lascia che Paul ne approfitti, insinuandosi nel loro rapporto. 
L'incapacità di comunicare porta a incomprensioni e fraintendimenti, minando le basi di un rapporto diventato altalenante, fragile, e un evento in particolare segna la svolta decisiva: è l'inizio della devastazione.
I piani per ottenere il controllo del patrimonio degli Anderson e i retroscena della morte di Arthur vengono alla luce e inducono Rush a rompere definitivamente la relazione con Michelle. 
I protagonisti, già così stremati, bruciano nel parossismo della passione e del dolore e tutto sembra perduto.
Ma è solo l'inizio.
Questo capitolo conclusivo della storia di Rush e Michelle è intriso di violenza, fisica ma soprattutto psicologica, l'incomunicabilità porta sofferenza, acuta, oppressiva, perché quello che non viene espresso rimane sospeso, l'incertezza logora e si diventa vittime delle proprie paure.
Come in Nigredo e Rubedo, in modo forse ancor più accentuato, il lettore è preda dei sentimenti, forti, veementi e impetuosi, angoscianti, l'empatia è preminente. Alcuni passaggi del libro sono descritti così efficacemente da indurre l'ansia e il desiderio di superarli, nella speranza di una diversa conclusione, ma quello che va "oltre" è comunque l'amore, grande, intenso, vigoroso, e anche violento.
"Anima di cristallo" è una storia che non tutti possono leggere, perché "troppo". Personalmente l'ho amata, molto, l'immedesimazione è stata totale, travolta da ogni singolo sentimento percepito come "mio".
Non è forse ciò che ogni autore auspica di suscitare con il proprio lavoro? 
In questo Zoe Blac eccelle.






BREVE ESTRATTO:

La nebbia della notte aveva avvolto ogni cosa come polvere densa soffiata in aria. 
Il tumultuoso respiro della città era appena ovattato dall’oscurità, un grillo solitario cantava in lontananza, l’aria intorno a loro era rarefatta, odorava di pioggia, quella che, silenziosa, scendeva sugli abiti in sottili lacrime argentate.
Rush indossò la sua maschera, un semplice calco color avorio e Michelle fece altrettanto. 
Afferrò le due estremità con dita tremanti e si nascose il volto dietro un tripudio di piume e lustrini, che terminavano poco sotto gli zigomi, rivelando solo la bocca e il naso. 
Lei si domandò se quell’orpello potesse proteggere anche i contraccolpi del suo cuore, oltre alla sua identità. 
Avvertiva una patina madida ricoprire la sua pelle esposta, divenuta bollente e appiccicosa, si deterse i palmi sulla stoffa dell’abito elegante ed espirò a pieni polmoni.



 
È una imprenditrice di larghe vedute. Artista poliedrica, laureata all'Accademia di belle Arti, dopo due master in comunicazione e cool hunting, avvia una carriera nel B2C, attiva a tutt’oggi. 
Scrive sotto pseudonimo, disegna, dipinge, appassionata di musica e arte, compone racconti e legge romanzi da quando è bambina. 
La sua prima opera auto pubblicato è Claustrofobia, un romanzo erotico-noir che fa parte della Dilogia del Buio assieme a Nemesi e si conclude con la novella Incanto
Zoe ha sempre dichiarato di voler mantenere la propria indipendenza rispetto alle dinamiche imposte dalle case editrici, scrive solo per passione e lo fa seguendo la propria indole e l’ispirazione. Dopo la trilogia di Anima di cristallo (Nigredo, Rubedo e Albedo) verranno alla luce pubblicazioni molto diverse tra loro, tra queste una novella dark distopica e una raccolta di fiabe noir che faranno parte di un importante progetto a quattro mani realizzato con un l’autore Stefano Lacuessa.
Zoe parteciperà alla fiera del Romance di Milano. 





mercoledì 16 settembre 2020

"SABBIA BIANCA" di Pitti Duchamp

 

Buongiorno follower!
Nuova pubblicazione firmata Words Edizioni: "Sabbia Bianca" dell'autrice Pitti Duchamp, primo volume autoconclusivo della serie "I Giganti del Calcio Storico"



Autore: Pitti Duchamp
Serie: I Giganti del Calcio Storico Vol.1
Genere: Romance Contemporaneo

Casa editrice: Words Edizioni

Disponibile in ebook al prezzo lancio di 0,99  
E in formato cartaceo a € 15,90




TRAMA:

La perfezione, ecco cosa pretende l’avvocato Leopoldo Carsini dalla vita. Quando conosce Olimpia, quello a cui mira in ogni cosa che fa si concretizza nell’azzurro intenso dei suoi occhi. Lei ha tutte le carte in regola per stargli accanto e lui la vuole, spinto da un desiderio razionale distante da ogni sentimentalismo. Ma la complessità di Olimpia si svela a poco a poco, durante la ricerca di un fratello sparito nel nulla, mentre riaffiorano dispiaceri e solitudine da un passato familiare sofferto. E così, il cuore di Leo, impantanato nella sabbia di piazza Santa Croce, là dove le partite del calcio storico fiorentino danno vita a leggendari scontri tra gladiatori moderni, comincia a battere più forte. Una storia d’amore e di cambiamento con tre protagonisti: un avvocato dalla doppia faccia, una ragazza di buoni sentimenti e una Firenze sospesa tra il presente e un passato attualissimo, vissuta, graffiata, leccata e amata.



BREVI ESTRATTI:

Leo era attaccato a Firenze in un modo che solo i fiorentini possono comprendere. Era la sua parte migliore Firenze, la sua identità e il suo cuore viola, l’unico motivo che scatenava in lui forsennati batticuori. Era la luce abbagliante dei fuochi d’artificio di San Giovanni, le poltroncine scomode di legno dell’ex cinema Odeon, era le forche a scuola per andare sul Forte Belvedere a pomiciare con la ragazzina di turno. Firenze era il lampredotto di Nerbone al mercato di San Lorenzo, il Brindellone per Pasqua trainato dai buoi bianchi con le corna appuntite, i Madonnari di Por Santa Maria e il mercato del Porcellino, erano gli stornelli volgari di Marasco e gli scherzi cattivi di Amici miei. Firenze era l’Arno e la sua forza devastante quando s’incazzava e portava via tutto, e i bomboloni di via del Corso che scendevano dallo scivolo e finivano nello zucchero. Era la Fiorentina di Giancarlo Antognoni, Dunga, Roberto Baggio, Rui Costa, Toldo, Gabriel Omar Batistuta, Luca Toni. Era la Curva Fiesole e la Ferrovia ed era la Vecchia guardia, il club di tifosi di cui Leo faceva parte. Firenze era sotto la sua pelle e chi ne parlava, bene o male, senza essere fiorentino, lo irritava. Chi non era fiorentino non aveva diritto di parlare di Firenze, poteva solo adorarla.


«Pensi al perché lei mi vuole conquistare. È solo perché le va di aggiungere un nuovo nome alla lunghissima lista? O perché magari le sto resistendo ed è ferito nell’orgoglio. Perché?» domandò.
«Ha lasciato fuori il motivo più importante.»
Leo si alzò dalla sedia, aggressivo e seducente, e si avvicinò lentamente illuminato dalla luce di un lampione, una tigre lenta e inesorabile che stava per azzannarla. All’improvviso la bocca le parve felpata, la lingua gonfia e le labbra presero vita, protese verso di lui che si stava avvicinando.
«Qual è il motivo più importante?» gli chiese, con le mani grandi di Leo che scivolarono a scaldarle le guance raggelate. Piegò la testa indietro per guardarlo in viso mentre le braccia, dotate di proprio potere decisionale, entrarono dentro il giaccone aperto di lui alla ricerca del tepore della sua schiena contratta per lo sforzo di non stringerla troppo. La lingua saettò fuori, incapace di aspettare ancora di essere azzannata da quella del suo predatore, e prima che Olimpia la ritraesse l’avvocato se ne impadronì, posando le labbra sulle sue. Calde, umide, esigenti. Lui sapeva di soddisfazione e appagamento, sapeva di piaceri saziati e pace dopo l’orgasmo. Odorava di dopobarba e di maschio che sa fare l’amore in un modo unico e speciale. Lo spessore ruvido delle sue mani scese sul collo e poi scivolò sulle spalle attraverso il cappotto, sulle braccia e si infilò tra le maniche e l’addome cingendo d’assedio la vita, stringendola in una morsa dolcissima.
«Ti desidero, voglio fare l’amore con te e poi ancora e ancora e non voglio staccarmi più» le mormorò con i nasi che si sfioravano.
«Mi innamorerò di te e tu mi spezzerai il cuore. Ti stancherai, mi getterai via e io non sopporterò di diventare solo un ingombro.»
Olimpia respirava sussurrandogli nella bocca, vicinissima a lui anche senza la costrizione delle sue mani a trattenerle la testa.
«Non possiamo conoscere il futuro, nessuno può. Potresti essere tu a spezzarmi il cuore. Potresti essere tu a gettarmi via» le bisbigliò parlandole con pazienza a un millimetro dal volto, inspirando l’essenza di vaniglia e chissà cosa che sulle labbra di Olimpia si era mischiata al sapore amarognolo della birra.
«Baciami ancora.»






 
Nata nel 1981 sotto il segno del Leone a Firenze. Vive tutt’ora nella provincia di Firenze, sulle colline del Mugello, con il marito rugbista, due bimbi indisciplinati e un cane anarchico. Appassionata di Burlesque e collezionista di pezzi vintage di arredamento e moda cerca di coniugare i suoi interessi scrivendo e leggendo romance storici. Se avesse del tempo libero adorerebbe trascorrerlo tra i rigattieri e i robivecchi del centro di Firenze.
È amante della storia in particolare quella dell’Europa tra il 1500 ed il 1900, i quattrocento anni che hanno creato la modernità per come la conosciamo oggi in termini di arte, pensiero filosofico e scientifico, socialità. Apprezza nelle persone più di tutto la gentilezza, il garbo e la buona educazione, quel non so che nel portamento che fa di una donna una dama e di un uomo un signore. In self ha pubblicato per la serie D’amore e d’Italia: L’Arabesco, Lupo di primavera, La gran dama, Il pugnale e la perla nera, La fiamma del ghiaccio.
Ha partecipato alla raccolta Natale a Pemberly con uno scritto ispirato a Orgoglio e pregiudizio e alla raccolta Cuori fra le righe con un racconto ambientato durante la Grande guerra. Per Dri Editore ha pubblicato Frittelle al miele e altre dolcezze, il primo regency, e Stupefacente banalità, un romance contemporaneo. Con Words Edizioni ha pubblicato il regency Il Farabutto e la Sgualdrina. 
Sabbia Bianca è il primo volume autoconclusivo della tetralogia I Giganti del Calcio Storico. 


martedì 15 settembre 2020

RECENSIONE "COME UN DIAMANTE" di Jessica Guarnaccia

 

Buongiorno follower, buon martedì!
In uscita oggi "Come un diamante" dell'autrice Jessica Guarnaccia, 
edito Dri Editore.
Daniela Colaiacomo lo ha letto in anteprima per noi.




Autore: Jessica Guarnaccia
Genere: Contemporaneo

Casa editrice: Dri Editore
Collana: Royal Romance

Disponibile in ebook a € 2,99
E in formato cartaceo a € 16,99




TRAMA:

Una principessa altezzosa. Un ladro affascinante. Una sfida irresistibile…
Camille Laura Mary Rose Davenport, principessa ereditaria di Zenobia, ha un solo modo per ottenere la corona che le spetta di diritto: dimostrare che la merita più del suo ex marito. Stronzo e fedifrago.
Il problema? Il popolo la detesta.
L’unica speranza? Chris Sullivan, un ladro che finisce sul balcone sbagliato e stringe un patto con la donna che avrebbe dovuto derubare.
Per qualche motivo la principessa è convinta che lui possa trasformarla in una regina amata e rispettata.
Se ci riuscirà, potrà avere qualsiasi cosa desideri, a eccezione di Camille, perché, si sa, le principesse non si innamorano dei ladri...



La principessa Camille Laura Mary Rose Davenport, erede al trono di re Angus di Zenobia, dopo due anni di matrimonio sterile, viene abbandonata dal duca di Kensfield, suo consorte, che le addossa la responsabilità del fallimento. In realtà il consorte, oltre ad avere una relazione extraconiugale e un figlio in attesa, ha intenzione di estrometterla dal trono futuro proponendosi come migliore alternativa. 
Apparentemente distaccata e distante, come le è stato insegnato debba essere una regnante, viene dipinta pubblicamente dall'ex consorte come "una psicopatica", "la principessa di ghiaccio". In realtà Camille è piena di passione e totale dedizione verso il suo popolo per il quale chiede leggi più giuste e moderne.
Per caso, durante la visita guidata di un gruppo di turisti al castello, nota un uomo particolarmente affascinante che attrae i componenti del gruppo, persino una bambina, ammaliandoli con i suoi modi soavi, e ne rimane molto colpita. Quando lo sorprende fuori dal balcone della sua camera, dapprima lo stende, ma poi, credendo nella giustificazione che le fornisce, gli propone di aiutarla a risultare gradita ai zenobiani. Quello che non sa è che Christopher Sullivan è un ladro in esplorazione che vuole rubare il diamante blu della meravigliosa tiara "Fiore d’Inverno", il preziosissimo gioiello della corona dalla storia leggendaria.
Chris, un po' confuso e frastornato, si presenta con il suo vero nome, e confidando nella situazione privilegiata che gli fornisce un accesso insperato al diamante, accetta la proposta della principessa della quale avverte la vera natura, passionale e generosa, e una forte attrazione reciproca.
Camille rimuove molte delle sue rigidità e si guadagna il rispetto del popolo, il rapporto con Chris si evolve, ma, ovviamente, ci sono presupposti che non si possono cambiare: lei è una principessa e lui, anche se camuffato in quanto laureato in storia dell’arte, è un ladro.
Jessica Guarnaccia racconta una lunga favola moderna in cui le persone diventano migliori e l'amore è la spinta al cambiamento: che sia amore verso i genitori o verso una sorella o un fratello, oppure diretto a una segretaria o alla guardia del corpo, oppure di due persone che si sono perse tanti anni prima, il sentimento è ovunque latente e, se anche la storia può risultare un po' scontata non è banale. Tutte le storie racchiudono un messaggio nascosto tra le righe della vicenda, ma solo alcune contengono una morale e sono ben scritte. In modo fluido e lieve, ma non per questo insignificante, l'autrice narra la storia d'amore dei protagonisti concedendo al lettore qualche ora di leggerezza e regalandoci un sorriso.
D'altra parte non è forse una favola?






BREVI ESTRATTI:

«Significa forse che preferisci la mia compagnia, principessa?» domando sorpreso.
«Nient’affatto. Mi piace potermi infilare a letto, leggere un buon libro e…» la interrompo.
«Toccarti pensando a me?» Dovrei proprio farla finita. Sto giocando con il fuoco.
«Quanto sei egocentrico» rimbecca, ma le sue parole cozzano con l’espressione colpevole.
Rido e mi becco un cuscino in faccia.
«Okay, fingerò di credere che io non sia sempre nei tuoi pensieri, ma non mentirò riguardo ai miei. Sei la più terribile frustrazione sessuale della mia vita.»
«Magnifico. Grazie, signor Sullivan.»
«Perché te la prendi? Ti sto dicendo che sei tutto quello a cui riesco a pensare il giorno e che la notte sogno le tue labbra che sfiorano la mia pelle, le tue dita strette attorno al mio cazzo e tutti i modi in cui ti prenderei. Neppure al liceo ho mai avuto le palle blu come da quando ti conosco, principessa.»


Cosa mi stai facendo, Cami? Perché non riesco a stare lontano da te?» domando appoggiando la fronte alla sua.
«Forse perché adori sbagliare» risponde piano, a un soffio dalla mia bocca.
«Mi conosci bene» sorrido. «Lo adoro, soprattutto se si tratta di te.»
«Devi deciderti, però. Qual è l’errore, signor Sullivan? Stare con me o lasciarmi andare?»
«Temo di non essere pronto a scoprirlo.»


Commetto il terribile errore di tornare a guardarlo e dimentico tutto.
Non sono più la futura regina di Zenobia.
Non sono più la principessa ereditaria.
Sono solo una donna, che vorrebbe disperatamente essere sua.




Jessica Guarnaccia nasce il 23 agosto 1994 e vive in un piccolo comune nella provincia di Pistoia. Studia lettere moderne all’Università di Firenze ed è un’accanita lettrice.
Ha diretto per due anni la collana rosa di una casa editrice mantovana e dal 2019 si occupa di editing e scouting per Dri Editore. Con Come un diamante esordisce nel catalogo della casa editrice. 



  

lunedì 14 settembre 2020

RECENSIONE "TISANE D'AMORE E ALTRI INCANTESIMI" di Adriana Romanò


 
Buon pomeriggio amici lettori!
Daniela Colaiacomo ha letto per noi "Tisane d'amore e altri incantesimi" dell'autrice Adriana Romanò, edito Delos Digital.




Autore: Adriana Romanò
Genere: Romance

Case editrice: Delos Digital

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 9,50 

Contatto Facebook: Adry Romanò  



TRAMA:

Selvaggia ed Elettra, inseparabili amiche single, vivono le loro giornate da trentenni frustrate in attesa della grande svolta: l'amore. Ma saranno davvero pronte per ciò che le aspetta?

Avere trent’anni a Milano può sembrare una favola, ma la vita quotidiana di due amiche si dimostra avara di soddisfazioni. Selvaggia, un tempo brillante e ambiziosa, si ritrova incastrata in un lavoro frustrante e senza sbocchi, mentre Elettra, più tradizionalista nella sua visione del mondo e dell’amore, sembra ormai rassegnata all’impossibilità di trovare l’anima gemella.
Per entrambe la svolta arriva grazie all’incontro con un uomo: in una sala da the Selvaggia conoscerà per caso Alex, scrittore di successo in incognito e tipico “bello e impossibile”; Elettra invece scoprirà che la sua cotta verso il direttore della libreria in cui lavora, il bruttino ma carismatico Enea, sembra ricambiata. Ma le due donne si troveranno di fronte a una scelta difficile: dare priorità alla realizzazione personale o all’amore?

Accattivante, ironico e femminista, “Tisane d’amore e altri incantesimi” rappresenta una nuova visione del romance contemporaneo, grazie a un ritmo narrativo intenso e non privo di sorprese, e ai suoi personaggi credibili, vulnerabili, solidali, determinati; in una parola: moderni. 




Selvaggia e Elettra, due amiche trentenni single a Milano, aspettano il grande amore, e c'è Giada che l'amore l'ha già trovato in Dario ma che è sempre disponibile ad accoglierle nei momenti più bui.
Entrambe hanno lavori di ripiego e non soddisfacenti, ma l'incontro con due uomini molto diversi tra loro, porterà la rivoluzione delle loro vite.
Elettra, posata, casalinga per vocazione e tradizionalista in amore, lavora in una libreria dove da pochi mesi è arrivato un nuovo direttore, lo scialbo ma carismatico Enea, verso il quale prova, ricambiata, una forte attrazione.
Selvaggia, un tempo aperta al mondo e piena di prospettive, lavora in un ufficio di selezione del personale, dove un capo dispotico la tiranneggia e svilisce. Entrando in una sala da the appena aperta nei pressi del suo ufficio, incontra Alex, l'affermato scrittore di fantasy, del quale, sotto lo pseudonimo di Samuel Evans, ha letto tutte le opere.
Selvaggia riflette esteriormente il suo malessere, trascurando il proprio aspetto, ma l'incontro con Alex, con il quale instaura una brillante conversazione accendendola a livello mentale, le ispira il desiderio di seduzione e la conseguente metamorfosi.
Alex è legato a Magdalena, ricca e bella ereditiera, famosa influencer, in un fidanzamento aperto ad avventure e dove i sentimenti non sono coinvolti. Un passato difficile lo rende restio ad alterare lo status quo raggiunto, e, timoroso dell'ignoto, mantiene da anni la sterile relazione con la fidanzata, per lo più assente dalla sua vita. 
Selvaggia e Elettra, vivendo le loro relazioni, in modo diverso come lo sono i loro caratteri, si apriranno al cambiamento, prendendo coscienza di loro stesse e del proprio valore, sbocciando e acquisendo sicurezza e forza.
Tre amiche a Milano condividono ansie, turbamenti, incertezze, momenti felici, si sostengono con affetto e partecipazione, in un sodalizio gratificante che consente loro di crescere e maturare.
Una storia "leggera" ma non troppo dove viene esaltato il rapporto di amicizia e l'amore non offusca la mente, anzi, incoraggia ed esorta a ottenere ciò che è dovuto, il meglio di una relazione. 
Adriana Romanò descrive i momenti cruciali di queste vite di fronte alla svolta in modo semplice ma efficace, con una scrittura fluida e coinvolgente che spinge il lettore all'approfondimento. I personaggi sono accattivanti e ben costruiti e il messaggio che recano è carico di ottimismo e determinazione.
Un libro che si legge in un soffio, piacevole e a volte divertente, con un finale non scontato, dove l'amore - in qualunque forma si presenti, amicizia o relazione intesa come legame sentimentale - fa da padrone, e dove emerge la necessità di affermarsi, anche se questo significa soffrire.




Adriana Romanò è nata a Giussano, in provincia di Monza e Brianza, nel 1990.
Laureata in Scienze della Formazione, lavora nel settore risorse umane in qualità di recruiter. Romantica e sognatrice, coltiva da sempre l'hobby della scrittura. A seguito della partecipazione a concorsi letterari, Historica Edizioni ha editato in antologie quattro suoi racconti.
Con Bibliotheka Edizioni ha pubblicato due romanzi: il New Adult Tempistiche d’amore (2017) e lo Young Adult All’ombra del tuo cuore (2018). Tisane d’amore e altri incantesimi, a cura di Delos Digital, è il suo terzo romanzo di genere romance.


"LA LIBERTÀ FIGLIA DEL DIAVOLO" di Ilaria Vecchietti

 

Buongiorno follower, buon inizio settimana!
Vi segnalo "La Libertà figlia del Diavolo", romanzo di recente pubblicazione dell'autrice Ilaria Vecchietti





Autore: Ilaria Vecchietti

Genere: Romanzo urban fantasy - Mitologia

Disponibile in ebook a € 2,99
E in formato cartaceo a € 12,00

Contatto FacebookIlaria Vecchietti 



TRAMA:

Una guerra tra le divinità dell’Olimpo continua da secoli, coinvolgendo anche i mortali nelle loro aspre battaglie.
Una profezia delle Moire annuncia la nascita di un eletto, la figlia della morte, che riporterà la libertà sulla Terra, liberando le varie razze dall’oppressione e dalla tirannia dei despoti olimpi.
Un viaggio nel tempo e nella mitologia, per scoprire la salvatrice. Avventure e peripezie per trovare gli oggetti magici e gli amici che l’aiuteranno nella battaglia contro i nemici.
Il tempo sta per scadere… l’apocalisse è iniziata!



DICE L’AUTRICE:

Anche se è il terzo romanzo che pubblico, in verità questo è stato il primo libro che ho scritto, poi accantonato per lavorare ad altri progetti. Da un anno circa l'ho ripreso in mano per poterlo pubblicare.

Da sempre amante della mitologia, in particolare quella greca, con questa storia ho voluto dare al Dio Ade un ruolo "buono", in quanto sia nei miti classici e sia nei libri e film basati sulla mitologia riveste quasi sempre il ruolo di antagonista.

In questa storia ho cercato di fondere assieme vari elementi: non solo i miti greci, ma anche quelli nordici (inserendo ad esempio nani ed elfi), personaggi poi prelevati dal genere fantasy (come i vampiri) e anche riferimenti all'Inferno della Divina Commedia. E tanto altro ancora.... per ultimo la temuta profezia Maya sulla fine del mondo.



BREVE ESTRATTO:

Fra qualche anno Stelle e Pianeti si allineeranno. Quello è il momento giusto per agire se la guerra si vuole finire. Tempo per procedere ne avrai a iosa, quindi prepara la tua banda mostruosa. Zeus lo aveva detto: per vincere la guerra ci vuole un figlio prediletto. Se nella guerra vuoi trionfare un figlio anche tu dovrai procreare. Il tuo sogno di libertà con lui si avvererà. Tuo figlio dovrà nascere da un grembo mortale se vorrai una forza micidiale. La tua sposa rossa di capelli sarà, così un erede coraggioso ti darà. Occhi azzurri dovrà possedere, così tutti lo potranno temere. Nella guerra tuo figlio da solo non sarà, perché amici leali al suo fianco avrà. Gli elementi che hai sempre protetto nella guerra aiuteranno il tuo figlio prediletto. Quattro prescelti dalla natura lo difenderanno in questa guerra senza paura. I cavalieri degli elementi tuo figlio dovrà cercare, ma un piccolo aiuto gli vogliamo dare. Un cristallo molto particolare tu dovrai scovare. Con il suo grande potere tuo figlio i cavalieri riuscirà a vedere. La ricerca del cristallo sarà difficile assai, ma sappi che dimora dove il fuoco freddo non dorme mai. I cavalieri della natura cercati andranno nei luoghi in cui i loro templi sorgeranno. Inoltre i cavalieri dopo l’investitura, sulla fronte, porteranno il segno della natura. Il cristallo a tuo figlio dovrai consegnare, perché solo lui la sua magia saprà usare. Ma ricordati Dio della morte, non sfidare la sorte. I patti stabiliti rispettati andranno, se no gli uomini in catastrofe finiranno. La tua parola ci hai dato, ora va e segui il fato.








Ilaria Vecchietti è nata il 19 Agosto 1988 in provincia di Vercelli, nella bella Valsesia, una lunga vallata percorsa dal fiume Sesia fino ai piedi del Monte Rosa.
Diploma di Ragioniere e Perito Commerciale, Laurea in Scienze dell’Amministrazione e Consulenza del Lavoro con una tesi in Diritto Penale del Lavoro.
Grazie a sua mamma è cresciuta in mezzo ai libri. Fin da piccola, quando le raccontava le fiabe, ha fatto in modo che si appassionasse alla lettura.
Legge diversi generi, ma il suo preferito è il fantasy, in tutte le sue sfumature.
Ha scoperto per caso che le piace anche scrivere, e da quando l’ha scoperto non si è più fermata nell’inventare storie e avventure.
Il suo romanzo d’esordio è L’Imperatrice della Tredicesima Terra (2016), edito Aletti Editori.
Si tratta di un fantasy autoconclusivo dove la protagonista, oltre salvare il suo mondo, deve ritrovare se stessa.
Da giugno 2016 ha aperto un blog letterario dal nome Buona lettura, dove pubblica principalmente recensioni dei libri che legge, ma non solo, segnala le nuove uscite (sia da parte di case editrici e sia di autori esordienti autopubblicati) e anche eventi librosi o interviste.
A luglio 2017, in collaborazione con Claudia Piano (autrice di molti romanzi, fra cui spicca Armonia Saga) e altri autori, ha pubblicato una raccolta di racconti fantasy facente parte del mondo di Armonia Saga, dal titolo Un giorno ad Armonia, (il suo racconto si intitola: La Sinfonia Incatenante).
Il racconto prende in prestito i personaggi inventati da Claudia e li porta in un mondo nuovo.
A novembre 2017 pubblica tramite Amazon il secondo romanzo fantasy: L’Isola dei Demoni.
Un'altra storia autoconclusiva dove le vite di vari personaggi si intrecciano e, superando il loro passato, dovranno salvare la loro terra.
A luglio 2018, sempre in collaborazione con Claudia Piano, esce la seconda raccolta di racconti fantasy Un giorno ad Armonia – Vol. 2 (il suo racconto si intitola: La Valle del Tempo Perduto).
Prendendo ancora in prestito i personaggi della saga di Armonia, Ilaria li coinvolge in una ricerca miracolosa per salvare il mondo della Musicomagia.
A marzo 2019 pubblica il breve racconto L'ultima chance…, il primo racconto di Ilaria che si discosta totalmente dal genere fantasy da lei prediletto e si avvicina al romance, sotto forma prevalente di un lungo monologo della protagonista, anche se il finale appartiene alla fantascienza apocalittica. Il tema principale rimane in ogni caso l’amore che vince su ogni cosa.
A settembre 2019 torna a pubblicare un racconto nella raccolta Un Giorno ad Armonia - 2019 a cura di Claudia Piano (il suo racconto si intitola: Dove sono finiti i colori?).
Questa volta i personaggi creati da Claudia arriveranno fino al centro dell'Universo per cercare i colori.
A febbraio 2020 partecipa al concorso letterario 'Le più belle frasi d'amore' organizzato da M&L. Il suo racconto L'invito vince il primo premio nella categoria Amore Classico - Prosa - Racconto, e viene pubblicato nella raccolta omonima, edita M&L.
Un racconto dalle sfumature romantiche e malinconiche.
A maggio 2020 partecipa a un altro concorso letterario 'Racconta il Giappone' e il suo racconto Il fiore del destino viene selezionato per essere inserito nella raccolta di racconti Cinquantatré vedute del Giappone, edita Idrovolante Edizioni.
A fine agosto 2020 esce il suo terzo romanzo La Libertà figlia del Diavolo, un urban fantasy con un mix di mitologia e non solo!
La sua mente è sempre al lavoro e presto arriveranno nuovi romanzi e racconti! 


domenica 13 settembre 2020

"IN OGNI TRACCIA DI PIOGGIA" di Giordana Schiattarella

 

Buongiorno follower, buona domenica!
In uscita oggi "In ogni goccia di pioggia" il nuovo romanzo dell'autrice Giordana Schiattarella, primo volume della serie "The Strobe Series".




Autrice: Giordana Schiattarella
Serie: The Strobe Series Vol.1

Genere: Romance (con drama e mistery)

Disponibile in ebook a € 2,99
E in formato cartaceo a € 12,48

Contatto Facebook: Giordana Schiattarella 



TRAMA:

Si dice che quando si è rotti dentro è difficile persino respirare.
Melissa ce l'ha dentro quella sensazione, se la porta dietro da anni. È lì, nel suo cuore, sempre pronta a ricordarle che la vita non è fatta solo per sorridere, ma anche per gridare fino a non sentire più nulla.
Anima triste ma bella da morire, rotta, Melissa è fedele solo a se stessa. È colpa sua, soltanto colpa sua, se è successo quel che è successo, se la sua vita per lei perfetta è diventata all'improvviso impossibile da vivere. Perché nulla senza di lui ha più senso.
Ha amato una sola volta e troppo. Ha amato un amore così grande da rimanerne schiacciata.
Amare ancora non era previsto.
La verità è che se ti convinci di qualcosa, poi avviene l'opposto.
La verità è che la vita è imprevedibile. Non scegli se e di chi innamorarti. Succede.
Arriverà lui a incasinarle la vita.
Elijah Carsteirs, un ragazzo all'apparenza normale, che però porta con sé cicatrici molto simili a quelle di Melissa, un ragazzo che sembra incomprensibile, ma è al limite dell'incomprensibile che si può essere compresi.
Nel momento in cui le loro vite si incrociano, tra i corridoi della UCLA, entrambi dovranno cominciare ad affrontare il passato, questa volta con consapevolezza, soprattutto quando nella vita di Melissa cominceranno a presentarsi eventi sempre più strani.
Ma si è mai davvero pronti a fare i conti con le mancanze delle persone che amiamo? Con le bugie, i sotterfugi e l'amore?
E quanto si è disposti a rischiare per amare di nuovo con la conseguenza di poter soffrire come o più di prima?



DICE L’AUTRICE:

"In ogni goccia di pioggia" nasce il 13 settembre 2018, motivo per cui ho deciso di pubblicarlo il 13 settembre 2020, due anni dopo, per mantenere la data come un qualcosa di simbolico.
Il romanzo nasce dalla voglia di raccontare qualcosa di reale, la vita vera, quella che non ti risparmia davanti a nulla.
Le vite di Melissa ed Elijah si intrecciano nella più reale e dolorosa delle storie, ma spero che la verosimiglianza sia apprezzata.
A volte bisogna raccontare anche la vita vera, spero di averlo fatto nel mogliore dei modi.






BREVE ESTRATTO:

Il mio stomaco aveva cominciato a borbottare ed Elijah sorrise tra i miei capelli, ancora con gli occhi chiusi.
«Il tuo stomaco è incivile quanto te.»
Gli diedi uno schiaffetto sulla spalla lanciandogli un'occhiataccia che, ovviamente, non poteva vedere.
«Qui l'unico incivile sei tu.»
Lui rise, una risata profonda, roca, ma bellissima.
«Non pensavo avrei mai potuto sentirmi così.»
«Così come?»
«Completo.»
Completo. Ma cos'era la completezza? Esisteva come concetto?
Fissai il suo viso, le palpebre alzarsi pian piano e le sue pozze marroni incastrarsi nelle mie.
«Voglio svegliarmi tutti i giorni così.»
Il mio cuore mancò un battito, la mano era già risalita ad accarezzargli il viso prima ancora che potessi inviarle l'impulso di farlo. Era stato un gesto spontaneo, dettato dall'amore.
Amore.
Chi lo avrebbe mai immaginato che un secondo amore, travolgente come quello del passato, mi avrebbe portata lì, a sentire ancora una volta le gambe molli, il cuore fuori controllo, il respiro spezzarsi e la testa girare?




Giordana nasce nel duemilamai sull'Isola che non c'è. Amica stretta di Peter Pan, ha da lui contratto la sindrome che porta il suo nome e secondo la quale è possibile rimanere bambini in eterno. Ama il caldo e l'estate e detesta il freddo e l'inverno. Prenderebbe volentieri a testate i pupazzi di neve, ma per fortuna sull'Isola è sempre estate. Ha una pagina Instagram dove narra tutte le sue disavventure e si diverte a parlare (o sparlare?) di libri e intonare qualche bella canzoncina ia ia oh. Wattpad è sempre stata parte fondamentale della sua vita, visto che vivere in un tronco d'albero non è poi così divertente, e le ha permesso di sognare e inventare mille storie da raccontare a Peter che, come sapete, ama le favole.
Ah! È seria solo nel tempo libero.