Translate

venerdì 29 giugno 2018

DOPPIA RECENSIONE "TESORO DI SCOZIA" di Valentina Piazza



Buon pomeriggio amici lettori!
E' già disponibile per il preorder "Tesoro di Scozia", il nuovo libro di Valentina Piazza, edito Literary Romance. 
Alessia Toscano e Franca Poli hanno avuto il piacere di leggerlo in anteprima per noi 😊



Titolo: Tesoro di Scozia
Autore: Valentina Piazza
Genere: Romance contemporaneo storico

Casa editrice: Literary Romance

Disponibile in ebook a € 2,99 

Pagina autore: Valentina Piazza Autrice

TramaMetti una rossa senza peli sulla lingua, intraprendente, curiosa e anche un po’ dispettosa a ficcanasare in un castello alla ricerca della verità, alla ricerca di un drappo magico appartenuto all’antico popolo, in una terra aspra eppure misteriosa come la Scozia, dove miti e leggende si fondono con la storia, dove il confine tra sogno e realtà è così labile che non si sa dove inizi uno e finisca l’altro. E metti un nobile Highlander introverso, sarcastico e maledettamente affascinante nello stesso posto e con l’intenzione di rendere la vita difficile alla “rossa”… La storia ruota intorno alla leggenda della Fairy Flag, il drappo che protesse il clan dei MacLeods nei periodi più turbolenti della Storia. Complice l’erede di famiglia, Colin MacLeod, Adele vola in Scozia per risolvere l’inquietante mistero. Lì, scoprirà che la leggenda non solo è vera, ma perfino il drappo è conservato con gran cura all’interno del castello quando, invece, sarebbe dovuto ritornare nelle mani della fata che l’ha generato... 

BiografiaMi chiamo Valentina Piazza, ho 31 anni e sono nata il 4 giugno 1986 a Busto Arsizio, provincia di Varese. Mi sono laureata all’Università degli Studi di Milano, ad indirizzo Lettere moderne, con una tesi riguardante la storia dell’Inquisizione. Ho lavorato come insegnante di scuola dell’infanzia e come commessa in libreria per alcuni anni. Attualmente vivo in provincia di Genova, sono sposata e ho due bellissime bambine di quattro e due anni, da qualche tempo faccio la mamma a tempo pieno e collaboro con un blog: “Romance non stop” per cui scrivo recensioni. Ho moltissimi interessi tra cui il disegno, la fotografia , la scrittura e naturalmente…. Adoro la Scozia! Di prossima pubblicazione per la Literary Romance “Tesoro di Scozia” e in uscita l’anno prossimo per Panesi Edizioni “Quando meno te lo aspetti”.






DICE L’AUTRICE:

La storia è stata ispirata da una leggenda che ho letto tempo fa, questa storia narra della Fairy Flag, un magico stendardo che da sempre ha il compito di proteggere il clan macLeod e che può essere usato in difesa del castello per tre volte. La famiglia sostiene di averla utilizzata soltanto in due occasioni, ma se così non fosse? Cosa succederebbe se chi l'ha creata la reclamasse? E soprattutto, chi potrebbe esserci dietro la creazione di un manufatto tanto straordinario? Inutile dire che la mia fantasia si è scatenata....   






Il nome della protagonista è lo stesso di mia figlia minore, Adele, e con lei il personaggio condivide un innato coraggio, la curiosità ma anche una certa testardaggine...    

Saint Kilda, un'isola remota che intravediamo nella storia, è davvero disabitata e su di essa circolano veramente strane voci e leggende legate ad antiche maledizioni, spero che vi lascerete trasportare dalla magia che ogni volta mi travolge quando penso alla mia amata Scozia! The last but not the least, il cognome di Adele, DeBenedetti, è in onore della mia professoressa di storia della chiesa medievale all'università Statale di Milano, chissà se si ricorda di me... 





Una rossetta tutto pepe con gli occhioni vispi, innamorata della Scozia e del suo lavoro, dispettosa e vivace; un lord, lo scozzese Colin, erede dell’antico clan dei MacLeod, affascinante, impeccabile, anch’esso dispettoso, ma ermetico e all’apparenza introverso, nulla sembra scalfirlo; un’antica leggenda, le cui radici si allungano fino ai giorni nostri; la Scozia con i suoi laghi e panorami, una terra affascinante quanto misteriosa; la Fairy Flag, un drappo importante e prezioso come un tesoro; un castello… un mistero.
Tutto questo ha creato una storia magica, quasi sospesa nel tempo e nello spazio. In realtà ha abbattuto ogni barriera in quanto abbiamo seguito le orme delle antiche leggende celtiche che, dal medioevo, arrivano ai giorni oggi. 
Adele e Colin, che personaggi! All’apparenza diversi, ma simili nella loro testardaggine e nel volerla avere sempre vinta. 
E poi le fate… antichi castelli, lotte tra i clan. 
Devo dire che mi sono proprio persa tra le righe sapientemente scritte da Valentina Piazza. È il suo primo libro che leggo e, devo dire, che presto recupererò anche gli altri, se queste sono le premesse. 
Sono caduta nella storia con tutte le scarpe, volevo saperne sempre di più per scoprire in fretta l’arcano che avvolge la famiglia MacLeod e la misteriosa bandiera. 
Lo stile dell’autrice è semplice, scorrevole, delicato e avvolgente. Ma anche frizzante, allegro e ironico, soprattutto nei dialoghi e nelle schermaglie tra i due scoppiettanti protagonisti. 
Ora, vorrei tanto anche io un bello scozzese con la barba, gli occhi profondi e il kilt… Ne vorrei uno proprio come Colin. 
Spettacolari i luoghi, e il castello, dove è ambientata la storia, vengono descritti molto bene, che sembra di essere lì con loro.  
La storia è semplice e, appunto per questo motivo, molto gradevole e coinvolgente. 
Romanzo breve, ma che non fa sentire la mancanza di nulla. Storia che inizia, avanza e finisce! Complimenti, grazie per i sorrisi e il buon sapore che “Tesoro di Scozia”, edito dalla Literary Romanca, mi ha trasmesso. 
Ideale per trascorrere un’oretta in buona compagnia e rilassarsi leggendo le vicende di Adele, Colin e gli altri personaggi incastonati sapientemente, e necessari allo sviluppo della storia.
Una bella fiaba da leggere e… vivere! 





Inizio con il dire che ho apprezzato molto questo romanzo. Sarà forse perché è ambientato in Scozia e il protagonista maschile è un aitante scozzese con tanto di kilt? Certamente in parte è per quello… 😉😎, ma la verità è che siamo davanti a una bella storia.  Sebbene nata dalla fantasia dell'autrice, alcuni riferimenti sono reali... vedi il castello dei MacLeod che esiste veramente. Scritto in modo accurato, la lettura risulta piacevole e scorrevole. I dialoghi che intercorrono tra i due protagonisti sono vivaci e frizzati. La narrazione avviene in prima persona con il pov di lei per quanto riguarda i capitoli al presente, mentre è in terza persona per quelli accaduti in Scozia nel 1270. Ho gradito molto questo modo di raccontare gli avvenimenti, anche perché sono indispensabili per capire la situazione e come si sono svolti i fatti. La descrizione dei luoghi è molto accurata, così come quella di Dunvegan Castle sull'isola di Skye, il castello abitato dal protagonista, che risulta ben dettagliata tant'è vero che sembrava di aggirarsi nelle varie stanze. Le Highlands scozzesi sono stupende con i suoi paesaggi, i laghi, le isole, la flora selvaggia e la fauna. E che dire delle storie di fate e cavalieri, guerrieri, vichinghi, dove la realtà si fonde con la fantasia. E' il caso di questo libro che parla di un amore impossibile tra il capo clan e signore di Dunvegan, Murdo MacLeod, e una giovane donna, Sheela, avvenuto nel 1270. Ora l'attuale abitante del castello e discendente diretto di Murdo, Colin MacLeod, è alle prese con il fantasma della ragazza e con un mistero da risolvere. Ad aiutarlo sarà una giovane assistente di storia all'università di Milano, esperta di storia scozzese, la dottoressa Adele De Benedetti. Ma cosa vorrà Sheela, e soprattutto perché le sue apparizioni avvengono proprio ora a distanza di tanto tempo? A tutte queste domande c'è solo una persona che può rispondere: il nonno del ragazzo, Seamus. Sempre che lui voglia o possa rispondere. Anche il carattere dei personaggi è ben delineato, così come il loro aspetto fisico. Entrambi i protagonisti sono due tipi tosti. Mi sono piaciuti, sono riuscita ad entrare in empatia con loro immediatamente. Fin da subito tra i ragazzi volano scintille, si punzecchiano in continuazione, si fanno i dispetti…  
Se avete voglia di trascorre un paio d'ore in compagnia di uno scozzese dal fisico statuario, paesaggi stupendi, fantasmi e misteri, di una bella e immortale storia d'amore del passato e di una del presente, allora dovete leggere questo libro, che io consiglio. Complimenti a Valentina Piazza per avermi fatto sognare con Murdo e Colin MacLeod. 





BREVE ESTRATTO:

Ogni cosa, in quella stanza, parla del tempo vissuto e degli anni trascorsi. Intere generazioni di MacLeod si sono susseguite al suo interno, hanno calpestato quei pavimenti, attinto dagli scaffali di quercia dove giacciono centinaia di volumi ben rilegati. Perfino il legno della scrivania su cui ho subito posato gli occhi, è bucherellato dalle tarme e prima, mentre mi trovavo alla finestra, ho notato il segno di una tazza posata sempre nello stesso punto sul davanzale di gesso. Nel complesso amo tutto di questo luogo, essendone un’estimatrice, se non fosse per MacLeod e il suo essere pungente.
«Mi ha accennato qualcosa, sì.» Replico, pensando che a nessun uomo, per nessuna ragione, dovrebbe essere permesso uno sguardo così acuto e penetrante. Ho la sensazione che voglia scrutare nei recessi del mio cuore o nei miei pensieri più segreti, per capire le mie vere intenzioni e smascherarmi, come se fossi una spia, una ladra o qualcosa di simile.





2 commenti:

  1. Ragazzeeee... Grazie di cuore!! ! !

    RispondiElimina
  2. In questo romanzo l’autrice riesce a fondere in modo armonioso le caratteristiche del romanzo gotico con quelle del romanzo rosa. Il lettore “vede” i paesaggi mozzafiato delle isole Ebridi in Scozia, gli esterni ed interni del castello, descritti in modo accurato, mai appesantito da troppi aggettivi. Valentina Piazza è abilissima nell’esprimere il linguaggio non verbale: gesti, posture, sguardi, sorrisi accompagnano i dialoghi, condotti sempre con tono intelligente ed ironico. Anche il linguaggio è sinestetico: percepiamo profumi, suoni e rumori, gusti, sensazioni tattili, come se fossimo presenti. E poi le scene passionali ci trasportano in atmosfere di coinvolgente e raffinata sensualità.
    Un libro da leggere, assolutamente-

    RispondiElimina