Translate

lunedì 20 novembre 2017

TRIPLA RECENSIONE "COLPITA DALL'AMORE" di Sara Bezzecchi



Buon pomeriggio follower!
Qualche giorno fa è uscito il nuovo libro di Sara Bezzecchi. 
Franca Poli, Alessia Toscano e Serenella Procopio lo hanno letto e commentato per noi. Sarà piaciuto? 😉








Autore: Sara Bezzecchi

Casa editrice: Delos Digital

Disponibile in ebook a € 2,99 







TRAMA:


Quanto si è disposti a perdere, per amore? Il lavoro, la serenità, le prospettive per il futuro, e poi? O forse tutto questo vale poco, di fronte al valore infinito di un amore sincero?

Greta è l'assistente di un ricco imprenditore milanese. Ha una vita sociale pari a zero e non ha un fidanzato da tempo. Le uniche persone con le quali ha ancora rapporti sono le due amiche di sempre, Alice e Samantha. La sua vita viene stravolta quando il suo capo, il dottor Manfredi, le chiede di andare nella villa sul lago di Como per una settimana, per organizzare, seguire e tenere sotto controllo una trattativa importante che Manfredi stesso condurrà con un suo amico, l'avvocato Dal Mas. Greta, bisognosa di un'entrata extra, accetta, seppur non troppo entusiasta, di dover lavorare sette giorni su sette, non stop. Il suo soggiorno, però, viene dolcemente scombussolato da una serie di divertenti eventi che l'avvicineranno pericolosamente a Luca Dal Mas, figlio dell'avvocato, con il quale lei avrebbe dovuto rapportarsi con estrema professionalità, visto che entrambe le famiglie, essendo di alto rango e piuttosto snob, tengono molto ai propri ruoli sociali. Ma nulla può contro un amore appena sbocciato, a parte le malelingue di una domestica che porteranno i due giovani a doversi separare bruscamente e che costeranno a Greta il posto di lavoro. Dopo diversi mesi, i due di incontreranno di nuovo. Alle prese con le loro nuove vite e nuove consapevolezze, sapranno passare sopra ogni convenzione sociale per tornare ad amarsi?





DICE L'AUTRICE:


L'idea di questo romanzo è nata da un aneddoto raccontato in ufficio durante una pausa pranzo. Tra colleghe ci raccontiamo spesso episodi divertenti che ci sono capitati nella vita o nelle precedenti esperienze lavorative e, qualche volta, come in questo caso, sono anche degli ottimi spunti per dei romanzi. 

Per "colpita dall'amore", dopo la scintilla, lo sviluppo della trama completa è stato davvero un lampo, la storia si è praticamente scritta da sé. 





IL PARERE DI FRANCA POLI:

Questo è un libro che si legge in poco tempo per due motivi: il primo è che è un racconto breve di circa cento pagine; il secondo, molto più importante, perché è scritto bene. Risulta scorrevole, la trama è impostata in modo da non annoiare chi legge, anzi lo invoglia a continuare. Il carattere dei vari personaggi viene descritto in modo accurato, così come i luoghi dove l'autrice ha ambientato il romanzo, ovvero Milano e il lago di Como.
 Greta, la protagonista, è l'assistente personale di un ricco imprenditore milanese. Con un lavoro che assorbe tutte le sue energie non ha una vita privata. L'unico suo momento di svago e divertimento è dato dagli incontri con le sue migliori amiche, Samantha e Alice. Saranno proprio loro ad aiutarla quando, a causa di una persona malvagia, verrà licenziata.Luca invece è un giovane avvocato. La sua è la classica ricca famiglia snob che dà molta importanza al ceto sociale di una persona.
 I due ragazzi si incontrano in una villa al lago di Como e tra loro nasce immediatamente una sorta di potente attrazione fatale, che assecondano pur sapendo che è una pessima idea.
 Nonostante la brevità della storia, il finale mi è piaciuto e forse potrebbe anche non risultare così scontato.
 Ho trovato entrambi i protagonisti molto interessanti. In particolare Luca di cui mi sono innamorata anch’io. Veramente un bel personaggio.
Complimenti a Sara Bezzecchi. 
Consigliato!! 






IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Letto in un secondo! Ero troppo curiosa di scoprire l'evolversi delle situazioni!
La storia è frizzante e ben scritta, l'autrice ha uno stile scorrevole e fluido, che fa andare veloce la lettura.
 Nonostante sia un romanzo breve, tutti i personaggi sono ben caratterizzati e anche le descrizioni delle scene e degli ambienti non lasciano nulla al caso.
 La protagonista è Greta, talmente avvolta dal suo lavoro da non avere tempo per altro, neanche per una vita privata. Ma è una donna ironica e spumeggiante, l'ho trovata subito molto simpatica e reale. Per fortuna accanto ha le sue due amiche, Alice e Samantha. Veramente un bel rapporto il loro.
 Mi sono affezionata anche al protagonista maschile, Luca Dal Mas, al quale a un certo punto una tiratina di orecchie gliela avrei data volentieri!
 Questi due ragazzi dovrebbero ringraziare Hank (io l'ho adorato!), invece si ritrovano in mezzo alle brutture delle convenzioni sociali...
 Mentre Rosa è uno dei personaggi più odiosi, invidiosi e cattivi... ho trovato Manfredi, il datore di lavoro di Greta, molto rispettoso e positivo.
 Il titolo, visto il modo in cui il destino ci mette lo zampino, è proprio azzeccato: ah, quando l'amore, letteralmente, "colpisce"!
 Il mix tra scene divertenti (se non buffe), romantiche e sensuali ha creato una storia perfetta da gustare, visto il periodo, accoccolati sul divano con una bella tazza fumante di qualcosa di caldo.  





IL PARERE DI SERENELLA PROCOPIO:

Possono le differenze sociali nel 2017 avere il loro peso in una storia d'amore? Greta è l’assistente di un ricco imprenditore, la sua vita scorre tra lavoro e le uscite con le sue due migliori amiche. Quando il suo capo le chiede di organizzare degli svaghi per la famiglia del suo socio in affari, ospite della sua villa sul lago di Como, lei accetta. Non sa che questa decisione le cambierà la vita. Luca è il rampollo del ricco e snob socio d’affari. L’incontro tra i due ha un che di tragicomico... L'attrazione tra loro è immediata e reciproca. Ma la cattiveria d’altri e lo snobismo della famiglia di lui rischiano di compromettere le cose tra Luca e Greta. La brevità del racconto non ha consentito secondo me una maggiore caratterizzazione dei protagonisti e il fatto che la conoscenza tra i due si riduca a soli due giorni non mi ha fatto affezionare a loro. Peccato. Faccio comunque i complimenti dell'autrice per il suo modo di scrivere. 





BREVE ESTRATTO:

Mi guardo attorno per controllare che nessuno mi veda, poi mi sfilo una scarpa, con l'aiuto dell'altro piede, e immergo solo la punta nell'acqua, scoprendola lievemente tiepida e rigenerante. A volte basta davvero poco per sentirsi bene.
-Ciao!
Una voce alle mie spalle mi fa spaventare. Faccio un salto, ma siccome ero posata su un piede e con l'altro stavo sfiorando l'acqua, perdo l'equilibrio e finisco, con un bel tuffo, in piscina, vestita. 




Nessun commento:

Posta un commento