Translate

sabato 26 maggio 2018

RECENSIONE "CON TE HO TROVATO LA LUCE" di Erika Anatolio




Flavia Fanelia ha letto "Con te ho trovato la luce" di Erika Anatolio. Parere non del tutto positivo, ma con riserva nell'attesa di leggere la seconda parte della storia 😊






Autore: Erika Anatolio
Serie: La saga della luce Vol.1

Disponibile in ebook a € 2,99
 e in formato cartaceo a e 19,24

Pagina autore: Erika Anatolio





TRAMA:


Senza un’identità e senza ricordi a causa di un incidente misterioso, Melanie Merez non sa più chi sia. Trasferita a Edimburgo, si sente spaesata e persa. Nella nuova scuola nessuno vuole esserle amico e un ragazzo dagli occhi grigi di un cielo in tempesta non esiterà a farglielo notare. Bellissimo e tenebroso, Melanie non può proprio fare a meno di innamorarsene. Ma non è solo il suo passato a essere avvolto dal mistero, perché anche i suoi compagni di scuola nascondono qualche segreto: una ragazza svanita nel nulla e un tesoro nascosto nel cuore del parco nazionale di Trossachs. Melanie farà di tutto per svelare questi misteri e non mancheranno altri ad aggiungersi, come di qualcuno che ogni notte, in sella a una moto, le lascia dei boccioli di rosa bianca. Ma chi è? E perché nessuno vuole parlare del suo passato? Chi era la ragazza scomparsa? Ha a che fare con il tesoro che non doveva conoscere? 


BIOGRAFIA:
Erika Anatolio si definisce prima di tutto una fervida lettrice. Ha passato tutta l’adolescenza con un libro in mano, immergendosi in migliaia di storie, conoscendo amici che l’hanno accompagnata in un periodo difficile della sua vita e scoprendo migliaia di mondi diversi che le hanno permesso di accrescere l’immaginazione al punto tale di creare delle vere e proprie storie. Secondo lei non c’è nulla che più ami di trovare un libro che la tenga incollata alle pagine fino alla fine, tanto da non voler fare più nient’altro. Il romanzo “Con te ho trovato la luce” è il primo di una serie definita “La luce”. Nata e cresciuta a Roma, è del 1991.


IL PARERE DI FLAVIA FANELIA:
Questo libro comincia col botto: un inseguimento al cardiopalma che ti tiene incollato allo schermo... E poi, non so... Un passaggio a quello che sembra il presente della protagonista... Una ragazza costretta a spostarsi da Londra e Edimburgo, con una storia per nulla chiara e una famiglia che le mente spudoratamente e lei sa della menzogna. A Edimburgo si imbatte in bulli, cheerleaders cattive e spietate e... Sembra che le sfortune capitino tutte a lei. Incontra Evan, capitano della squadra di Rugby, che si prende una sbandata per lei e Shane, un ragazzo burbero e scontroso che non le dà certo un bel benvenuto. La trama è un susseguirsi di situazioni che a un certo punto, per me, diventa surreale. Va bene inserire colpi di scena, ma fare capitare alla protagonista un incidente dopo l'altro mi sembra troppo. Dal party in cui la ridicolizzano, alla tentata violenza, all'incidente in palestra, il tentato rapimento, la caduta in acqua al lago e tanto altro.

Dopo seicento pagine, dell'intera trama si capisce che tutti le mentono, che c'è sotto qualcosa e che ovviamente tutti, Shane compreso, già la conoscevano. Io trovo surreale che un'intera scuola e un'intera città mantengano il segreto su ciò che le è accaduto... Perché sì, lei ha perso la memoria e non ricorda nulla.
Sin dalle prime righe in cui lo presenta, è evidente il ruolo di Shane... e non anticipo per non spoilerare.
Do un mio parere personale dicendo che i tanti, troppi episodi di una vita quotidiana e straordinaria (nel senso che le succede di tutto) non fanno andare avanti la trama. Per come l'ho letta io, dopo seicento pagine siamo nello stesso punto in cui è iniziato tutto.
E non parlo del fatto che lei infine abbia fatto amicizia con un po' di persone e abbia superato parte delle sue paure, ma di quello che col capitolo iniziale sembrava essere il filo centrale e che, dopo la lettura del primo volume, a me sembra non essere stato praticamente accennato. 
Mi riservo di dare un parere completo dopo la lettura del seguito. 
Consiglio a Erika di dare una rilettura perché ci sono diversi errori, anche di sintassi e grammatica.
Non posso dire che il libro sia brutto, ma basandomi sul primo volume - sono pronta a ricredermi se il secondo dovesse smentirmi - si sarebbe potuto snellire molto. 



3 commenti:

  1. Ciao Flavia, grazie per la tua recensione. Mi dispiace che non ti sia piaciuto e spero che il seguito possa farti ricredere. :)
    Un abbraccio,
    Erika.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Erika, non ho detto che non mi è piaciuto, ma che non mi ha convinta. Aspetto il secondo volume per darti un parere completo.

      Elimina
  2. Ciao ! Devo dire che questa recensione non aiuta molto i lettori perchè non si capisce bene , innanzitutto anche io ho letto il libro di erika , ma non hai ben spiegato il libro, e una storia bellissima . Non hai spiegato gli altri personaggi che sono anche essi importanti , non hai spiegato il rapporto tra melanie e il suo meraviglioso cane .
    Poi nel libro ci sono così tante descrizioni . Cmq non è una recensione completa ...

    RispondiElimina