Translate

venerdì 15 giugno 2018

"ILLUSIONE D'AMORE" di Giordana Schiattarella




La Collana Un cuore per capello pone alla nostra attenzione questa interessante nuova uscita: ""Illusione d'amore" di Giordana Schiattarella.







Autore: Giordana Schiattarella

Casa editrice: Un cuore per capello

Disponibile in ebook a € 0,99
a breve anche in formato cartaceo






TRAMA:


L'amore è un sentimento che va controvento, stravolge la tua vita, i tuoi piani, dapprima lentamente, poi con più forza, fino a scatenare un uragano di emozioni che non sei più in grado di gestire. Cominci ad amare i pregi, ma soprattutto i difetti della persona che è al tuo fianco, ed è in quel momento che capisci di essere persa. Innamorata. Cotta. E non c'è una via d'uscita. È questo quello che accade a Jocelyn nel momento in cui ritrova Greg, quel ragazzo sfuggente che ha conosciuto l'estate precedente. Ma ci sono troppe cose in ballo per essere felice. Jo si ritrova coinvolta in qualcosa che è più grande di lei, qualcosa che non può gestire e che la porterà ad assaporare l'amore con le spalle al muro, senza poterlo evitare, per poi finire da sola. Abbandonata dall'unico uomo che lei abbia mai amato. Ma l'amore è più forte di ogni cosa, o almeno così dicono. Riuscirà anche questa volta a trionfare?  



BIOGRAFIA:

Biografia autrice: Giordana Schiattarella è nata nel 2000 a Sorrento, in Campania. Si è trasferita all'età di 16 anni a Napoli, dove ancora vive con la sua famiglia. Il mare e la musica sono sempre stati le fonti fondamentali della sua ispirazione. Ha iniziato a scrivere all'età di quattordici anni, inizialmente per gioco, poi spinta dalla passione e dalla voglia di raccontare al mondo una parte di sé. Si iscrive a Wattpad a Novembre del 2016 e inizia a pubblicare le sue prime storie per avere un riscontro dai lettori. Oltre alla passione per le navi da crociera e per la scrittura, coltiva anche l'amore per il canto e spera, un giorno, di poter fare di uno dei due un lavoro. 



BREVE ESTRATTO: 

Estratto: «Scusa!» urlò uno dei ragazzi, correndo a riprendere il pallone.
Gregorio ridacchiò, probabilmente ricordando il nostro primo incontro.
Osservai la fossetta che si era formata sul lato destro della bocca, quella fossetta che amavo e che mi aveva attratta fin dal primo giorno.
Continuammo la nostra passeggiata, arrivando fino al termine del lido, e ci sedemmo sulla sabbia ad osservare il mare completamente blu, a causa del cielo notturno riflesso nell'acqua salata. Non ci scambiammo alcuna parola, non ce n'era bisogno. Bastavano gli sguardi, quelli erano onnipresenti e perfetti.
Non avevo idea di cosa ci facessi lì, non sapevo perché avevo abbandonato Elara con quel ragazzo, men che meno dove fossero Cassie, Dodo e Sole. Sapevo solo che ero con lui, con il mio sogno proibito e inalienabile e questo mi bastava.
«Non immaginavo che ti avrei rivista» interruppe il silenzio.
«Nemmeno io.»
«Credevo fossi una di quelle persone conosciute così, durante un'estate, e destinate a non incontrare più.»
«Potrebbe succedere al termine di quest'estate» esclamai, sperando non accadesse.
«Oppure potrebbe non accadere mai.»


Nessun commento:

Posta un commento