Translate

giovedì 20 luglio 2017

RECENSIONE "TAXI LOVE" di Simona Friio


Buongiorno follower!
Franca Poli ha letto e commentato "Taxi Love" di Simona Friio 😃







Titolo: Taxi love
Autore: Simona Friio

Casa editrice: Rizzoli
Serie: Youfeel
Mood: Romantico

Disponibile in ebook a € 2,99







TRAMA:

Alice ha ventotto anni e un unico desiderio: fare carriera in una delle più importanti aziende milanesi. La mattina del tanto agognato colloquio, però, tutto sembra andare storto. La pioggia torrenziale, i collant che si rompono, un ciclista distratto... Meglio prendere un taxi e porre fine agli imprevisti. Ma anche il tassista ci si mette: per individuare il percorso da seguire si affida a una vecchia copia di Tutto Città. Già, perché Lukas Klammer è un tassista per caso, non conosce le strade di Milano, odia lo smog, odia il caos, odia l'indifferenza delle persone indaffarate. Alice si sente morire - e vorrebbe ammazzarlo. Tra i due sono subito scintille, che si moltiplicano nel corso di successivi incontri a base di equivoci, battibecchi, malintesi e mezze verità. Ma quella che sembra la persona più incompatibile con noi può trasformarsi nell'alleato ideale per risolvere problemi spinosi. E anche in qualcosa di più. Una commedia romantica movimentata come le strade di una grande città, una storia d'amore che conosce il suo percorso, senza bisogno di navigatore. 




IL PARERE DI FRANCA POLI:

Finalmente un libro dove il protagonista è una persona normale con i suoi pregi e difetti, non il solito Dio greco, plurimilionario, arrogante, che pensa di ottenere sempre ciò che vuole solo perchè è ricco. L'autrice ha creato un bel personaggio (in tutti i sensi 😉), che ama la montagna e la propria famiglia. Proprio questo legame familiare lo porta nella caotica Milano, alla guida di un taxi, in sostituzione del fratello Alex.
Alice è la protagonista femminile, e se all'inizio mi è sembrata molto snob, concentrata sulla sua carriera, ad un certo punto mi sono dovuta ricredere sul suo conto.
Lukas Klammer si trova suo malgrado a fare il tassista. Non conosce Milano, così per districarsi nella frenetica città, invece di utilizzare un navigatore satellitare, si serve di una vecchia copia di Tutto Città.
Quando, quella mattina, Alice sale sul taxi per farsi accompagnare ad un colloquio presso un’importante azienda milanese, non immagina che per l'autista quello è il primo giorno di lavoro.
Le incomprensioni tra i due iniziano fin da subito, e le scintille che sprigionano si moltiplicano ogni volta che, casualmente, si incontrano.
Non mi dilungo troppo per non rischiare di fare spoiler, dico solo che lei si comporta veramente male con lui.
La storia risulta interessante, ben delineata. Scritto in terza persona, i dialoghi sono veloci, non annoiano, mentre i battibecchi, soprattutto quelli tra Alice e Lukas, tengono desta l'attenzione. Ho trovato particolarmente accurata anche la descrizione dei luoghi dove è ambientato il libro.
Oltre ai protagonisti e al fratello di lui ci sono altri personaggi che ricoprono un ruolo importante.
Fra questi mi è piaciuto molto Pierfrancesco, amico di Alice. Simpatico, sempre pronto a consigliarla quando ne ha bisogno e in certi casi, con le sue battute, risulta veramente divertente.
A mio avviso questo romanzo ha un unico “difetto”, se così vogliamo definirlo... il finale. È bello, esaustivo, però avrei preferito che l'autrice si fosse dilungata un po' di più anche su Alex.
Libro che consiglio sicuramente.
Complimenti a Simona Friio. 



Nessun commento:

Posta un commento