martedì 20 agosto 2019

RECENSIONE "IL VENTAGLIO SULLA PELLE" di Barbara Sarri



Buon pomeriggio amici lettori!
Non c'è due senza tre... Un'altra bella recensione per "Il ventaglio sulla pelle" di Barbara Sarri, a cura di Alessia Toscano 😊 




Autore: Barbara Sarri
Genere: Thriller
Serie: ELit

Casa editriceHarperCollins Italia

Disponibile in ebook a € 3,99

Pagina autoreBarbara Sarri 




TRAMA:

Un ventaglio che, muovendosi, si proietta verso l'aria, scarpe dal tacco chiodato che, dando un ritmo, riportano a un contatto con la terra: questi sono i due estremi del flamenco, che con la sua magia può aiutare le donne a rinascere dopo un evento traumatico. Questa è la filosofia di Isabel Blanco, bailaora per passione e investigatrice per lavoro, due anime in un unico corpo.

Quando un misterioso serial-killer inizia a uccidere ballerine di flamenco a Roma e in Spagna, Isabel non può non sentirsi chiamata in causa, soprattutto perché le donne uccise hanno un tatuaggio che le accomuna tra loro e le unisce proprio a lei, che porta impressa sulla pelle la stessa immagine, creata da un tatuatore di Granada.

Non resta che partire e tornare alla terra da cui Isabel e il flamenco hanno origine.  



Un ventaglio, sinuoso e avvolgente.
Il flamenco che aiuta, con le sue note e la sua magia, le donne a rinascere dopo avere subito un trauma o una violenza.
Un serial killer che uccide, tra Italia e Spagna, le ballerine di flamenco. Qual è la scintilla che spinge l’assassino proprio verso queste donne?
E come mai l’investigatrice Isabel Blanco ha un tatuaggio che la accomuna alle sue vittime? Inevitabile per lei iniziare la ricerca e le indagini, coadiuvata da... l’ispettore Romeo.
Un thriller avvincente, dal ritmo serrato, che alterna attimi di narrazione battente a momenti più tranquilli dove conosciamo meglio i personaggi.
Isabel è fragile, ma forte. Una combattente che tira fuori le unghie per raggiungere il suo obiettivo.
Barbara Sarri è stata abile a intrecciare la trama in modo sapiente, in modo da tessere tutti i fili e far rimanere il lettore col fiato sospeso fino alla fine. Lei ci racconta i protagonisti, mostrandoci direttamente la loro anima.
Un romanzo intenso, che tratta un tema attuale e complesso, ma l’autrice lo fa con rispetto e delicatezza, senza mai appesantire la narrazione.
Il romance si intreccia col giallo, e col rosso del sangue delle vittime, donandoci attimi di vera suspense. Ma anche col rosa di un amore e della passione...
Lo stile è pulito e scorrevole, senza usare giri di parole per stupire, ma intende arrivare dritto al punto di ciò che sta raccontando. E fa centro.
I dettagli, indubbiamente, fanno la differenza. Nulla è lasciato al caso. Il lettore viene catapultato nella storia e si sente parte integrante delle vicende. Io ho sentito sulla mia pelle ogni sensazione, dalla paura, alla gioia, ai sentimenti profondi...
Credo che questo libro faccia parte di un progetto più ampio di Barbara Sarri che intende diffondere proprio i valori e gli ideali che sono presenti tra le pagine.
Un messaggio profondo, di speranza, di forza, di coraggio.
Il passato di Isabel si intreccia col suo presente. È una donna veramente ben costruita, e sono subito entrata in empatia con lei.
Ho molto apprezzato la figura di nonna Erles, che ci catapulta nella cultura ispanica, e il mondo interiore di Isabel. I suoi amori tormentati, la gioia di vivere, il modo di affrontare le situazioni. Il fatto che comunque viviamo anche i suoi timori, è umana e come tale è rappresentata.
Affascinanti le descrizioni della cultura del flamenco e tutto ciò che vi ruota intorno. Insomma, si percepisce che l’autrice sa di cosa sta scrivendo.
Romanzo evocativo, a tratti magico, colorato e profumato. In un attimo siamo a Ostia, poi a Granada, ci ritroviamo in una pista da ballo con un frusciante vestito rosso...
Buonissima proprietà di linguaggio, la giusta tensione emotiva, trama non scontata, il ritmo della narrazione è ben calibrato, assumendo di volta in volta la cadenza che più era consona al momento narrato.
La copertina è perfetta per la storia e anche molto elegante, proprio come Isabel e Barbara.
Ovviamente, ho già preso il secondo volume “Il labirinto rosso”.
Complimenti a queste due donne, da leggere e da seguire.


"IL SUSSURRO DEGLI OCEANI" di Pamela Boiocchi e Michela Piazza



Buongiorno follower, buon martedì!
Vi segnalo l'uscita di "Il sussurro degli oceani" di Michela Piazza e Pamela Boiocchi. Il libro contiene i racconti storici: "Peccato in paradiso" e "L'angelo e la tigre"







Autori: Pamela Boiocchi e Michela Piazza

Genere: Historica Romance

Disponibile in ebook a € 2,99





TRAMA:

Passione, avventura, paesaggi da sogno: la serie che ha conquistato migliaia di lettrici, ora in un unico volume.
Nei Caraibi, l'ingenua figlia del Governatore di Martinica è promessa in sposa a un seducente visconte dalla fama oscura e scandalosa.
Rimasti soli dopo il naufragio su un'isola deserta, i due devono fare i conti con intrighi, tradimenti e un'attrazione travolgente.
Nelle Seychelles, un valoroso militare dal volto sfregiato deve decidere se aprire il proprio cuore alla moglie che gli è stata imposta.
Il passato lo ha reso freddo e crudele, il presente lo porta alla ricerca di un tesoro perduto...
Due sorelle, due romanzi, due amori indomabili e ardenti sullo sfondo di un Settecento misterioso e affascinante.

NB: La raccolta contiene i romance storici "Peccato in paradiso" & "L'angelo e la Tigre"




NOTE BIOGRAFICHE:

Pamela e Michela hanno pubblicato singolarmente due saghe sui pirati (La maledizione di Blackbeard e La donna pirata) e insieme hanno scritto i chick lit della serie Amori al peperoncino, pubblicati nella collana Youfeel di Rizzoli (“Napoli New York, amore al peperoncino” e “Sposami a Sugar Land”); “Il mio lato proibito” per Delos Digital e i romance storici “Il Riscatto del Pirata”, “La Conquista dell’indiano” e “La Vendetta del Bandito.”
Si sono cimentate nel romantic suspense di epoca vittoriana con "Miss Demonio".
Tra le loro opere contiamo poi la trilogia "Non è il mio tipo", composta dai chick-lit autoconclusivi “Seduttore dell’ordine”, “Incanto di Natale” e “Una piccante sorpresa”.
A fine 2018 è uscita la commedia romantica "Natale al castello", mentre il loro lavoro più recente è il frizzante chick-lit "Bugie a Santorini" edito da DRI Editore.

Nonostante vivano una alle Canarie e una sul Lago Maggiore, Pamela e Michela restano unite da una pazza amicizia e dal potere dei sogni.






DICONO LE AUTRICI:

Quando abbiamo scritto "Peccato in paradiso" abbiamo delineato una protagonista avventurosa, Alizée, con una sorella timida e remissiva, Caroline. Quest'ultimo personaggio ha subìto una forte evoluzione nel corso del romanzo, tanto da guadagnarsi un posto nel cuore delle lettrici... E nel nostro.
Nel libro a lei dedicato, "L'angelo e la tigre", Caroline resta sempre gentile e tenera, ma dimostra che anche la dolcezza può essere un'arma...



BREVE ESTRATTO:

"Nessun angelo innocente è costretto a sposare un vedovo sfregiato che vive in una colonia sperduta. Ormai siete qui e non posso rispedirvi indietro. Vi sposerò, ma non dovrete aspettarvi un bel niente." 





lunedì 19 agosto 2019

RECENSIONE "LE RELAZIONI PERICOLOSE" di Alessandra Oddi Baglioni




Buon pomeriggio amici lettori!
Maria Stella Donà ha letto per noi "Le relazioni pericolose" di Alessandra Oddi Baglioni






Autore: Alessandra Oddi Baglioni

Genere: Romance contemporaneo

Disponibile in ebook a € 2,99



Un remake de “Le amicizie pericolose” di Pierre Choderlos de Laclos 




TRAMA:


C'è a chi piace giocare con l'amore.
Isabella, vedova di un ricco texano e regina della società romana, contatta Giacomo, suo ex amante, dopo molti anni di lontananza: una scommessa a sfondo erotico riaccende la fiamma tra i due, intrecciando le loro vite con quelle delle vittime ignare dei giochi di potere di cui i protagonisti di questa storia si nutrono.

Sulle orme di de Laclos: le “relazioni pericolose” oggi viaggiano attraverso la rete. Il romanzo intreccia sesso e potere e pettegolezzi di provincia, fa da sfondo un'Italia in cui sta emergendo un partito nato sul web.

Il romanzo epistolare si veste di contemporaneità e le vite dei protagonisti si evolvono grazie ai moderni mezzi di comunicazione. Un libro che vuole essere cinico e dissacrante, in cui i personaggi mostrano tutto il proprio individualismo e l'indifferenza verso i sentimenti del prossimo. Le vicende, intricate e appassionanti, si dipanano tra le aspre meraviglie del parco dei Nebrodi, una Palermo riscoperta e una Roma straniata e un po’ distante. 





Sembra molto felliniano, attinge, forse inconsapevolmente, a piene mani in quella descrizione feroce e disincantata della Roma bene degli anni '50 che compare nel film "La dolce vita". Anche se il regista ha sempre negato obiettivi di denuncia girando quel film. Ebbene qui la denuncia c'è. È il ritratto di un modo cinico di vivere il sesso e i sentimenti sempre più radicato, un tempo soltanto negli ambienti più annoiati perché con meno problemi economici da sbrogliare, ora anche negli strati sociali dove il "vorrei ma non posso" è diventato il "vorrei e posso e al diavolo tutti". Baby gang, bulli e adulti in cerca di vendetta perchè delusi godono ad accanirsi sul diverso, sul debole e per farlo spesso lo disumanizzano. È quello che fanno nel racconto due adulti navigati e corrotti, che sperano di poter rivivere la freschezza del loro primo bacio da adolescenti, per questo si sentono in qualche modo puliti, ma al contempo si divertono a corrompere ragazzi inesperti e ancora decisi a credere che esista l'amore. In più, rispetto agli anni '50 raccontati da Fellini, ora c'è la rete a fornire un'arma potente per giocare scherzi atroci e distruggere la reputazione. Ai mali però spesso si trova la cura. La società ha reagito contro il potere terribile che si sono accaparrati i social e si è creata gli anticorpi: una normativa e una polizia specializzata. Pubblicare foto hard che possono distruggere l'immagine di una persona può ritorcersi contro chi le posta e demolire a sua volta la sua di reputazione. I due cattivi della storia sembrano due angeli caduti, felicissimi di sguazzare nel fango della palude dove sono imprigionati, ma non hanno a che fare con colombe indifese come pensano. Non vado oltre per non svelare il finale. I protagonisti sono parecchi e il racconto, che ho letto tutto d'un fiato, viene narrato attraverso i messaggi on line. Messenger, sms e le chat via mail tra di loro svelano via via la trama purtroppo molto verosimile.
Un bel racconto anche perché manda il sacrosanto messaggio positivo secondo cui Internet può essere usato in due direzioni per attaccare e per difendersi. Chiudersi o pensare, e addirittura decidere di uccidersi, perché vittime di bullismo o di stalking virtuale significa non giocarsi bene le proprie carte. Nella vita a volte i ruoli si ribaltano e in questo caso il "vorrei e posso e al diavolo tutti" può diventare il mantra anche della vittima.


"IL CACCIATORE DI ABERRANTI" di Lucia Scarpa



Buongiorno follower, buon lunedì!
Vi segnalo "Il Cacciatore di Aberranti", secondo volume della serie "Aberrant Series", dell'autrice Lucia Scarpa.

La saga, nominata Aberrant Series, racconta un’appassionante storia avvolta nel mistero. Sarà inquietante, romantica, passionale e a tratti divertente, ma più di tutto, sarà complessa, perché niente è mai come sembra. In questa serie il bene e il male sono ugualmente protagonisti ed è difficile decidere per chi fare il tifo.






Autrice: Lucia Scarpa
Serie: Aberrant Series Vol.2

Genere: Paranormal Romance

Disponibile in ebook a € 2,99





TRAMA:


Riprendere in mano le redini della propria vita dopo quell'assurda vacanza, per Harry Ford è praticamente impossibile. Nonostante all’apparenza possa sembrare tutto immutato, lui si sente diverso e teme di essere stato imbrogliato dal dolore. In una lotta di contraddizioni, capace di soffocarlo, capisce che l’unico modo per affrontare i propri demoni è agire e, inevitabilmente, si trova di nuovo coinvolto in un conflitto invisibile fatto di combattimenti, sangue, speranze e amore. Purtroppo, gli episodi macabri accaduti sull'isola si rivelano essere parte di un progetto più ampio e ben più terribile. C'è qualcuno disposto a tutto per raggiungere i suoi scopi e bisognerà mettere in campo tutte le forze per contrastarlo. Le schiere del bene e del male inizieranno a fronteggiarsi e ad Harry spetterà il compito di decidere da che parte stare. Perché, mentre da un lato c’è la presenza ammaliante della sua Michelle, dall’altra c’è il buio della sua anima. Quale sarà la sua scelta?



BIOGRAFIA:

Lucia Scarpa è una content writer. Scrive romanzi perché adora l’emozione che nasce dalla parte creativa e dal contatto con i lettori. Il suo primo libro l’ha pubblicato nel 2007 e da allora ha all’attivo diversi romanzi di vario genere. Dopo una pausa di quattro anni dalla stesura di libri, ha ricominciato a scrivere grazie a due sovrani del regno di Napoli e di Sicilia. Il romanzo storico si intitola: “Carlo e Maria Amalia - un amore reale” pubblicato con Amazon nel 2018, seguito da un paranormal romance dal titolo “L’Angelo della Buona Morte”, da un historical romance dal titolo “Coraggio vichingo – new version” una versione ampliata del primo libro della saga dei vichinghi e da un historical romance dal titolo “Gioia di ritrovarsi – new version” una versione ampliata del primo libro della saga della gioia, reperibili entrambi sul suo blog. Successivamente ha pubblicato su Amazon le *History life’s moments* sulla vita di Filippo V- Spagna (di cui uscirà il bundle):
“Filippo di Borbone: L’ascesa al trono di Spagna.”
“Filippo di Borbone: Guerra di Successione spagnola”
“Filippo di Borbone: Le nozze con Elisabetta Farnese”
“Filippo di Borbone: Le ambizioni di Alberoni e Farnese”
“Filippo di Borbone: Le follie dei Borbone”
“Filippo di Borbone: Il Casato giunge in Italia”
Oltre questo ama leggere, mangiare la pizza e i dolci e fare lunghe passeggiate.






BREVE ESTRATTO:

Sono trascorse esattamente due ore da quando mi sono seduta su questo materasso, appoggiando le spalle alla testiera e incrociando le braccia al petto e, dallo stesso tempo, non faccio altro che scrutare l’uomo che sta seduto alla piccola scrivania.
Lui non se ne è neanche accorto, troppo assorto nella lettura di quel tomo antico prestatogli da Michele. Non si è neanche reso conto del modo in cui lo sto guardando.
Maledizione!
Come se non potessi fare altrimenti, riporto i miei occhi sul suo profilo, facendoli scivolare lentamente sulla sua figura, desiderando oltre ogni dire che lo sguardo si trasformasse in tatto, mentre percorre il suo torace sfiorando l’addome piatto per poi morire sulla protuberanza dei suoi pantaloni. Una meravigliosa tuta che esalta tutta la sua meraviglia. D’istinto mi inumidisco le labbra arse prima di deglutire la frenesia che mi scuote dall’interno e che mi fa desiderare di raggiungerlo e di prendermi ciò che voglio.
Con un notevole sforzo chiudo gli occhi e tento di allontanare questo pensiero inopportuno, ma è assurdamente difficile e da quando è tornato dalla Sorgente lo è ancora di più.
Anche i miei occhi lo bramano in modo insensato, tanto è vero che sono nuovamente su di lui, avidi e desiderosi di essere colmati dalla sua luce. Non una luce fastidiosa come quella di Michele, la sua è calda e avvolgente, capace di insinuarsi in me e di placare la mia parte demoniaca.
Maledizione! Impreco balzando in piedi come se il letto si fosse fatto di spine.
Lui non solleva neanche la testa, tranquillo nella sua missione e io mi sento morire dall’insoddisfazione.
Maledizione!
«Vado a fare una doccia!» sbotto con più rabbia di quanto in realtà provi e lui biascica un ok senza neanche degnarmi di uno sguardo.
Mi infilo nella doccia nel tempo di un respiro con la speranza che l’acqua bollente plachi il mio corpo perché, se la Succube è stata messa a tacere dalla sua Luce, la mia parte umana, quella libidinosa e sensuale, in questo momento non ha alcuna intenzione di ammansirsi. 






PER CHI SE LO FOSSE PERSO, RICORDO IL PRIMO VOLUME DELLA SAGA: "L'ANGELO DELLA BUONA MORTE"






Autrice: Lucia Scarpa
Serie: Aberrant Series Vol.1

Genere: Paranormal Romance

Disponibile in ebook a € 2,99




TRAMA:

Le vacanze estive di Michelle, Sara e Anna vengono avvolte da un alone di mistero. Morti improvvise e strane sparizioni portano scompiglio nelle loro vite e sarà Michelle a pagarne il prezzo, perché con l'arrivo della morte non può più nascondere la sua vera natura. Dovrà lottare contro i suoi istinti e doveri per trovare quel nemico che impietoso sta facendo terra bruciata sulla sua vita tranquilla. Sarà un compito arduo che non affronterà da sola, ad aiutarla ci sarà l'affascinante Jack, che come lei è abituato a combattere, il Saggio Caronte e il neofita Harry.


domenica 18 agosto 2019

"UBI TU" di Deborah P. Cumberbatch




Buongiorno follower, buona domenica!
La segnalazione di oggi è per "Ubi tu", il libro dell'autrice Deborah P. Cumberbatch






Titolo: Ubi tu
Autore: Deborah P. Cumberbatch
Serie: Lie detectors Vol.1

Genere: Contemporary Romance

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 14,50

Pagina autoreDeborah P. Cumberbatch





TRAMA:

Avevo quindici anni quando Stephen Holland, il più grande esperto al mondo di linguaggio del corpo e di mimica facciale, mi ha salvato la vita.
Con i suoi libri e i suoi studi mi ha permesso di non essere risucchiata dalla spirale di solitudine e inesistenza che era diventata la mia quotidianità e le emozioni si sono così trasformate nel mio rifugio, la mia casa, la mia certezza.
Rappresentano la mia arma: io sono una lie detector.
Scovo la verità scritta sul volto di ogni persona, nei gesti, nei silenzi, nelle contraddizioni.
Sono una macchina della verità: osservo, codifico, interpreto e oggi faccio parte della Holland Investigation Agency per lavorare con lui e aiutarlo a risolvere casi considerati impossibili.
Potete capire la mia delusione quando scopro che il mio eroe è così bello da sembrare una statua greca, ma è come un robot che ha rinunciato a provare qualunque tipo di emozione e non esita un attimo a dirmi che, per via della mia sensibilità, questo lavoro potrebbe schiacciarmi.
Ritiene che la mia umanità possa rendermi debole.
Tuttavia i suoi occhi sembrano parlarmi con un linguaggio che supera le parole, un sussurro di emozioni al di là del tempo, un mistero che esige di essere svelato.
E io mi fido, perché gli occhi non mentono mai: sono frammenti di anima di uno specchio che deve essere ricostruito e che tingono le espressioni facciali di sfumature uniche.
Dovrei stargli lontana, perché uno sguardo non dovrebbe avere tanto potere, ma non voglio.
So che questo è il mio posto. Sono nata per essere qui e ho intenzione di dimostrarlo.
Perché Stephen Holland è anche la prima persona ad avermi vista davvero.
È il mio maledetto evento sincrono.



BIOGRAFIA:

Sono Deborah P. Cumberbatch, lettrice compulsiva, ossessionata dalle parole e dalla magia che possono creare con il loro semplice intrecciarsi.
Studio psicologia, facoltà che ho scelto perché mi hanno sempre affascinato i meccanismi della mente umana, quei dinamismi che ci portano a prendere determinate decisioni piuttosto che altre e il mondo interiore di ognuno di noi che ci rende unici, ma il mio sogno è quello di diventare una scrittrice da quando avevo otto anni.
Ho un amore incondizionato per qualunque buon libro, soprattutto i romance e i paranormal romance: credo che non possa esistere una scrittrice che non sia prima di tutto una lettrice e sin da bambina i libri sono sempre stati un porto sicuro in mezzo al caos della vita. La lettura e la scrittura hanno sempre avuto il sapore di casa, sono la mia terapia: poter vivere mille mondi, essere chiunque io volessi, evadere dalla realtà, ma ritornare con mille nuovi sogni e parole che sanno di favola… Credo che non esista cura migliore.
La frase che mi rappresenta meglio? Sicuramente quella dell’uomo che è riuscito dal nulla a creare un mondo meraviglioso: Walt Disney. “Se puoi sognarlo, puoi farlo. Ricorda sempre che questa intera avventura è partita da un topolino”.






DICE L’AUTRICE:

La storia sarà ambientata a Londra e mi rendo conto che non avrei mai potuto scegliere altra città per la storia di Stephen e Megara.
Mi sono innamorata di Londra sin dalla prima volta che l’ho visitata, un amore profondo e immenso che spero possa trasparire da queste pagine. Megara è una ragazza napoletana che, per motivi che scoprirete nel corso della lettura, si trasferirà a Londra e ne resterà incantata: tutte le sensazioni e le emozioni che prova nel camminare tra quelle strade, l’amore per la sua organizzazione, il suo dinamismo, il calore che percepisce in ogni luogo... Sono tutte esperienze che hanno colpito me e che volevo davvero condividere con voi. Ma ho anche sottolineato gli aspetti negativi: avete mai provato l’astinenza da caffè? È terribile, ve lo assicuro.
In quei giorni ero un metro e una patata di cioccolata calda, l’unico “sostituto” valido che ho trovato del caffè.
Insomma, adesso, sostituto… diciamo piuttosto che era l’unico modo per non impazzire. Ne bevevo fiumi e fiumi, sognando in segreto il mio caffè schiumato.
E poi, da ragazza napoletana, sentivo la mancanza del cibo della mia terra: mozzarella, provola, sfogliatelle, la parmigiana della nonna… Avevo le allucinazioni: la gente iniziava ad assomigliare a delle fette di pizza!

Nel libro si parlerà di cinesica, la scienza che studia il linguaggio del corpo e la mimica facciale, e in particolare farò riferimenti agli studi di Paul Ekman, di cui sono una grande ammiratrice e ho avuto il piacere di leggere la bibliografia, non solo per via del mio percorso di studi, ma anche perché credo che la sua scienza, spesso così sottovalutata, sia in realtà la base di ogni rapporto umano. Noi siamo le nostre emozioni e il nostro corpo ne è lo specchio.
Le emozioni sono la nostra ragione di vita, ci permettono di vivere nel nostro mondo ma, dato che il sistema di comunicazione umana risulta dall’interdipendenza di diversi sistemi comunicativi, quello non verbale, paralinguistico e cinesico non viene molto considerato, perché prelude l’intenzionalità umana.
Eppure, paradossalmente, sono proprio le nostre emozioni che parlano davvero.
Che cosa c’entrerà tutto questo con la storia di Megara e Stephen?
Che cosa intendo quando li definisco lie-detectors?

Per quanto riguarda il titolo, è un’antica formula matrimoniale latina che ho diviso tra i due volumi della dilogia: “ubi tu, ibi ego” che sta per “dovunque tu sia, io là sarò”, perché in fondo il destino a suo modo ci mette sempre lo zampino. Esso risiede in noi e ci porta esattamente dove dovremmo essere. Credo nelle anime gemelle, nei fili rossi che le collegano in modo da permettere loro di ritrovarsi in qualunque parte del mondo esse siano, proprio come racconta l’antica leggenda giapponese: due anime legate insieme da questo infinito filo rosso invisibile, disposte a viaggiare fino ai confini dei sogni e degli incubi per ricongiungersi, che bruciano in modo dirompente sin dal primo sguardo.
Sin dal primo istante. Sempre.
A volte persino all'interno di un'agenzia investigativa.






BREVI ESTRATTI:

«Tu sei una maledetta emozione, Megara.» Pare non avermi nemmeno sentita.
«Un’emozione?» domando, perplessa. Sembra quasi un’offesa.
«Sì, l’unica che non riesco a controllare. Rabbia, paura, gioia, tristezza, sorpresa, colpa, vergogna… erano semplici, prevedibili, sistematiche. Ma tu…» scuote la testa, «sei diventata un’emozione, la mia emozione, e non so se riesco a controllarti. Né se lo voglio.»


Sollevo gli occhi lentamente, ma so benissimo chi mi troverò davanti: Stephen Holland, che mi osserva con il suo sguardo inespressivo, che però manda comunque in totale blackout ogni mio pensiero razionale. «Dottor Holland» mormoro.
«Signorina De Medici.» Mi aiuta a raddrizzarmi e fissa i miei piedi per qualche secondo, ma resta comunque a pochi centimetri da me, continuando a inebriarmi con il suo profumo. «Perché insiste a indossarli se non sa camminarci?»
«Cosa?
«I tacchi» spiega, indicandoli con un cenno del capo.
«Ehm…» Sono indecisa se morire di vergogna o dargli dello stronzo.
«Non lo sa neanche lei.»
«La mia coinquilina» mi ritrovo a dire, anche se non so bene perché. A quanto pare la sua vicinanza mette anche fine a qualunque mio freno inibitorio. «Lei crede che conferiscano un senso di sicurezza.» Mi mordo il labbro inferiore, a disagio.
«Si sente più sicura?» domanda con tono piatto.
«No, affatto» sospiro, allontanandomi da lui ancora di qualche passo per recuperare la lucidità mentale. «Ma spero che prima o poi facciano effetto.»
Indica la mano con cui mi sono appena sistemata i capelli dietro l’orecchio. «Non ci crede.»
Arrossisco: ah ah, beccata. «No, infatti.»
«Allora dovrebbe smettere di indossarli, la rendono goffa.»
Sollevo un sopracciglio. «Grazie.
«Non era un complimento.»
«Nemmeno il mio era un vero ringraziamento» dico, sollevando il mento con orgoglio.
«È offesa» sospira, studiandomi.
Okay, deve smettere di guardarmi in generale. «No, affatto.»
«Sta mentendo.»
«E lei come lo sa?»
Stavolta è lui a sollevare un sopracciglio, come per dire: “Fai sul serio?”. «Lo so.» 





sabato 17 agosto 2019

RECENSIONE "SOTTO IL KILT... NIENTE" di Giuditta Ross



Buon pomeriggio amici lettori!
Franca Poli ha letto "Sotto il kilt... Niente" dell'autrice Giuditta Ross.







Autore: Giuditta Ross

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 11,00

Pagina autoreGiuditta Ross 




TRAMA: 

A volte ci sono proposte che non si possono davvero rifiutare. Quando il suo più caro amico ed ex coinquilino dei tempi dell’accademia le chiede di raggiungerlo a Edimburgo, come supporto all’equipe di restauro del Museo Nazionale di Scozia, Amalia Rossetti capisce che è proprio una di quelle occasioni. 
L’accoglienza in Scozia non è delle migliori ma, finché può passare le sue giornate in laboratorio con i suoi preziosi reperti, Amalia è nel suo elemento. Non teme il clima e neppure i colleghi saccenti e pusillanimi da rimettere al proprio posto.
Solo una cosa non ha considerato: il capo della sicurezza MacLeod.
Iain MacLeod prende molto sul serio il suo ruolo di capo della sicurezza. Dopo che al museo si è verificata un’esplosione la cui natura resta ancora tutta da definire, gli viene affidato il compito di tenere tutto sotto controllo. E tenere le cose sotto controllo, è proprio quello in cui eccelle.
Nascosto nel suo ufficio bunker, esce solo per intimorire, con la sua stazza considerevole e la sua collaudata espressione da osso duro, le frotte di turisti troppo chiassosi che sciamano nelle sale. Fare rispettare le regole sembrerebbe la sua ragione di vita.

Solo una cosa non ha considerato: la dottoressa Amalia Rossetti.   



Amo i libri dove i protagonisti sono degli scozzesi. In questo ce ne sono addirittura tre, uno più interessante dell'altro. Il protagonista principale di questo romanzo però è Iain Mac Leod, un metro e novanta di muscoli e testosterone.
Iain è il capo della sicurezza del National Museum of Scotland di Edimburgo ed è proprio lì che incontra per la prima volta la dottoressa Amalia Rossetti. Amalia è una giovane italiana esperta in restauro, chiamata in Scozia dal direttore dell'equipe di restauratori, nonché suo vecchio amico, Sean Campbell, altro affascinante scozzese. La ragazza assieme a due suoi collaboratori si trova a Edimburgo per aiutare l'amico a riportare all'antico splendore diverse opere d'arte danneggiate da un'esplosione.
Tra i due l'attrazione è immediata e potente. Iain è una persona che incute terrore solo a guardarlo, il suo sguardo riduce al silenzio chiunque... tranne la piccola italiana, che non si lascia intimorire dal suo modo di fare.
Ho apprezzato questo romanzo. La scrittura risulta molto accurata e lineare, i dialoghi che intercorrono tra i vari personaggi sono vivaci e frizzati. Divertenti i battibecchi fra i vari personaggi, soprattutto quelli tra Iain e Amaila, ma anche quelli fra la ragazza e Sean. La narrazione avviene in terza persona. Si legge velocemente, grazie anche a una trama coinvolgente che cattura fin dalla prima pagina. La storia mi è piaciuta, così come i protagonisti con i quali sono entrata subito in empatia. Iain e Amalia sono stati descritti molto bene. Il loro carattere, la forza di volontà che hanno nel cercare di resistere all'attrazione che provano, il senso di protezione che Iain ha nei riguardi di lei... e perché no, la gelosia che prova nei confronti di Sean. Anche le persone che ruotano intorno a loro sono ben delineate e non vedo l'ora di leggere altri libri con protagonisti gli aitanti scozzesi Sean Campbel e Eric McAvoy, subalterno di Iain. Nell'attesa, faccio i miei complimenti a Giuditta Ross per questo romanzo.
Ps: Siete curiose di sapere se sotto il tradizionale kilt indossano qualcosa oppure no? Beh allora per scoprirlo non vi resta che leggere questo libro, che io consiglio.


venerdì 16 agosto 2019

"HUNTER. A OGNI CACCIATORE LA SUA PREDA" di Vanessa Rose



Buongiorno follower, buon venerdì!
Vi segnalo "Hunter. A ogni cacciatore la sua preda" dell'autrice Vanessa Rose.






Autore: Vanessa Rose

Genere: Romance erotico

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagina autore: Vanessa Rose - Autrice 




TRAMA:


Ogni cacciatore ha la sua preda, ma che cosa succede quando la passione offusca il mirino di Nicholas Stanford e la sua cerbiatta è più sfuggente di ciò che sembra?

Con le stesse mani che hanno scatenato un incendio nel mio corpo, Nick ha allontanato il pericolo da me e per questo gli sarò sempre grata. 
Sempre e per sempre, così come lui non sarà mai mio.
Cerco di non pensare a lui come Nick, colui che possiede il dono pericoloso di farmi perdere la testa con uno sguardo, ma come a Nicholas Stanford, club owner, come c’è scritto sul suo biglietto da visita.
Perché lui è il mio nuovo capo.
E fra noi non potrà mai esserci nulla.
Mai. 



DICE L’AUTRICE:

La storia mi è venuta in mente tutta di colpo mentre facevo una passeggiata e ho dovuto scriverla! Ho pensato subito ad Asia e alle sue difficoltà del passato e a come l'hanno cambiata e costretta ad abbassare sempre la testa e volevo vedere come una situazione simile può cambiare incontrando la persona giusta.

Ho sempre scritto solo racconti, questo è il mio primo romanzo, ho studiato diversi manuali e spero di aver messo tutto in pratica al meglio delle mie possibilità! Mi piace informarmi prima di fare qualcosa perchè ho sempre paura di sbagliare!






BREVE ESTRATTO:

Asia prende un cubetto di ghiaccio da uno dei sacchetti, si china su di me e inizia a passarmelo sullo zigomo.
Ancora non mi sono visto allo specchio, ma ho preso pugni ovunque, è un miracolo che mi abbiano risparmiato gli occhi. Il ghiaccio è… beh, freddo e mi fa quasi male sulla pelle; per fortuna le tette di Asia a pochi centimetri dalla mia bocca mi fanno pensare a tutt’altro.
Gliele fisso come se potessi farle la radiografia, quando qualcos’altro entra nel mio campo visivo: il cubetto di ghiaccio. Le rotola proprio al centro della scollatura, le lascia una striscia lucida sulla pelle e lì si blocca… un diamante fra le montagne e non esiste che io resti fermo a guardare e basta.
Le dita di Asia compaiono magicamente sul cubetto e le mie dita si chiudono sulle sue. Non parliamo, ci guardiamo e basta e i suoi occhi si spalancano appena capisce che quella svista la porterà lontano, molto lontano.
Le guido la mano verso l’alto, lentamente, accarezzando col ghiaccio la linea profonda che le divide i seni. Asia rabbrividisce, le sfioro la pelle d’oca con i polpastrelli, sorrido sornione, proseguo col mio viaggio: abbiamo ancora qualche tappa da toccare.