Translate

domenica 17 dicembre 2017

DOPPIA RECENSIONE "SOTTO LA PELLE" di Paulina B. Lawrence




Alessia Toscano e Franca Poli hanno letto - e si direbbe anche apprezzato 😉 - "Sotto la pelle", il nuovo libro di Paulina B. Lawrence 😊





Titolo: Sotto la pelle
Autore: Paulina B. Lawrence
Serie: Amori di carne, amori di karma Vol.1

Genere: Commedia Romantica

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagine autore:






TRAMA:


[...] Così si erano conosciuti Giorgio e Chiara. Poi non si erano più separati. Non ci erano proprio riusciti. Quei due erano come calamita e metallo. [...] 

Giorgio e Chiara trascorrono le vacanze di Natale insieme in un paesino tra le montagne da quando avevano sei anni. Nati lo stesso giorno dello stesso anno, sono legati da un'amicizia speciale che cercano di mantenere segreta. A nove anni decidono che da grandi si sposeranno, ma l'arrivo dell'adolescenza, e la scoperta di nuove sensazioni, frapporrà alcuni ostacoli al progetto….


Ambientato tra il 1979 e il 1990, questo romanzo breve (il primo della serie ‘Amori di carne, amori di karma’), romantico e sottilmente ironico, ci riporta in un decennio - diventato leggenda per i modi di fare, di dire e di vestirsi dei giovani - in cui si era, forse, un po' più innocenti di oggi. 




IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:


Un racconto breve da leggere velocemente, in meno di un'ora, che riesce a coinvolgere e travolgere con tante emozioni, come succede di solito con i romanzi di Paulina. In poche pagine l'autrice è riuscita a trasportarmi indietro nel tempo, al momento della mia infanzia e adolescenza, mi ha riportato alla mente bei momenti passati proprio negli anni in cui il racconto è ambientato: sono nata nel 1979, quindi tutte le cose nominate, io le ho vissute davvero, nel momento in cui le hanno vissute i protagonisti, tra l'altro! Ho potuto rievocare emozioni, accantonate in un angolino, provate in un'epoca in cui un bambino di nove anni era davvero un bambino e non si atteggiava a fare il grande. Eravamo davvero ingenui e spensierati.
Insomma un bel viaggio indietro nel tempo, il mio tempo, rivissuto con un pizzico di nostalgia, attraverso i sogni, le emozioni, le scoperte di Chiara e Giorgio, i due protagonisti. Mi sono davvero immedesimata e ho sorriso tanto di fronte all'ingenuità che a volte mostrava lui...
La caratterizzazione dei due bambini, poi adolescenti, è ben fatta, descrivendo tutte le peculiarità dei loro caratteri e le sensazioni che provavano, quindi sembrava di conoscerli realmente. Ho adorato anche l'ambientazione, un paesino di montagna, dove i due si incontrano ogni anno solo a Natale. Un posto quasi magico, adatto a questo periodo. Bello il modo di Chiara e Giorgio di scovare nascondigli per allontanarsi da tutto e tutti, raccontarsi segreti e scoprirsi reciprocamente. Quasi un mondo sospeso tutto per loro che esisteva solo durante il periodo natalizio.
Complimenti alla scrittrice perché riesce sempre a toccare corde, a volte un po' nascoste, dentro al lettore... anche con poche pagine. Da leggere! Aspetto il seguito!    




IL PARERE DI FRANCA POLI:


Bellissimo racconto di Natale dove i protagonisti, Chiara e Giorgio, si conoscono da quando hanno sei anni. Il loro primo incontro non è stato molto amichevole, ma divertente sì. Da quel momento diventano inseparabili, nonostante riescano a trascorrere assieme solo due settimane all'anno, durante le festività natalizie che coincidono con il compleanno di entrambi. Sì perchè sono nati nello stesso giorno, mese e anno. La loro però è un'amicizia speciale che resiste alla lontananza, talmente singolare che non vogliono farlo sapere agli altri.
Sono veramente due bambini molto dolci, ma anche determinati. Infatti a nove anni decidono che quando saranno più grandi si sposeranno, così saranno amici per sempre. Purtroppo però l'arrivo dell'adolescenza farà vacillare la reciproca promessa che si erano fatti.
Devo dire che mi sono innamorata di Chiara e Giorgio. Lei è una bella biondina, dal carattere dolce, ma allo stesso tempo estroverso e determinato, insomma un vero peperino. Lui invece è più timido, ma a volte si trasforma in un diavoletto. Soprattutto gli risulta più facile esternare i propri sentimenti.
Grazie ad alcune birichinate, una in particolare mi ha fatto sorridere per il modo innocente e smaliziato con cui l'hanno messa in pratica, hanno rischiato di essere puniti severamente dai propri genitori.
L'autrice è stata brava a descrivere caratterialmente i due bambini. È riuscita a renderli reali. Sembrava di vedere una loro fotografia. Bella anche l'ambientazione scelta per il racconto. Un piccolo paesino di montagna, con un parco, la piazzetta, ma soprattutto con dei luoghi dove i nostri piccoli protagonisti si potevano nascondere dagli altri per rimanere da soli e raccontarsi i propri segreti.
A questo punto non mi resta che consigliare la lettura di questo breve, ma romantico racconto e di fare la conoscenza di Chiara e Giorgio.
Complimenti a Paulina B. Lawrence.
PS. Spero che Paulina abbia intenzione di scrivere il seguito di questo racconto, perchè mi farebbe piacere sapere se i protagonisti, da adulti, riusciranno a mantenere la promessa fatta a nove anni. 




"ANIME INNOCENTI - OLTRE I CONFINI" di Elena D'Arcangelo



Buongiorno follower, buona domenica!
Vi segnalo il libro di Elena D'Arcangelo, "Anime innocenti", primo volume della serie "Oltre i confini" 😊






Titolo: Anime innocenti 
Autore: Elena D'Arcangelo
Serie: Oltre i confini Vol.1

Casa editrice: Genesis Publishing

Disponibile in ebook a € 3,99
e in formato cartaceo a € 11,60

Pagina autore: E.D Series 








TRAMA:


Che cos'è l'amore? Chi realmente sa cosa significa amare? Amare significa andare oltre i confini del tempo, oltre gli ostacoli che ci creiamo o che si creano, oltre tutte le difficoltà. La vita non è una favola, ma una sfida continua da superare con le persone che scegliamo. Si, perché l'amore è anche una scelta: la scelta di affidarsi a qualcuno, la scelta che ti può portare gioia ma anche dolore, la scelta di vivere per la persona giusta.

Quella tra Clara e James non è una storia come tutte le altre: un amore puro ed innocente, cresciuto e coltivato negli anni, che li ha portati a provare sentimenti unici. Ma la vita non va mai come ci aspettiamo e le avversità li divideranno per anni, fino a farli riunire. Perché il destino divide, quanto unisce e, per quell'amore vero, entrambi dovranno lottare. Questa è la storia di un amore oltre i confini, un amore che va al di là di tutto, ma Clara e James riusciranno finalmente a stare insieme? 




BIOGRAFIA:

ELENA D'ARCANGELO Nasce a Grottaglie, in provincia di Taranto, nel 1993. Fin da piccola coltiva la passione per i libri trasmessa dalla madre e quella per il cinema dal padre. L’amore per la letteratura la porta alla scrittura all’età di diciassette anni, ma solo qualche anno dopo trova il coraggio di pubblicare i suoi romanzi sulla piattaforma Wattpad. Da lì, nasce la Kane Series, composta da quattro trilogie collegate tra loro se pur con protagonisti differenti, che toccano tutti i temi sociali, prendendo spunto dalla realtà quotidiana. Riscontra sulla piattaforma numerosi consensi e visualizzazioni, convincendola a fare il passo successivo. Con il primo romanzo della serie Oltre i confini - Anime innocenti debutta come esordiente per la Genesis Publishing. 




DICE L'EDITORE:

"Un romance profondamente complesso. Sentimenti forti e indissolubili, quali amicizia e amore, si fondono. Due amici d'infanzia che si punzecchiano e si ‘odiano’, ma che non possono fare a meno l'uno dell'altro. L’Autrice, con il suo stile introspettivo, ci racconta di James Lucas, di Annabelle Clara e di una eterna amicizia, che sarà messa in discussione da un evento imprevisto ben più grande di loro. Consigliato agli amanti dei romanzi d'amore travagliati e ricchi di imprevisti, ma anche a chi dà un valore inestimabile alla vera amicizia." 




DICE L'AUTRICE:


Questa libro è nato ascoltando una notizia al telegiornale che spiegava cosa fosse successo a una ragazza di sedici anni che aveva subito una violenza sessuale. Ne avevo sentite tante, avevo letto vari articoli sui giornali in merito all’argomento, ma questa mi ha colpito particolarmente. Nel sentire il racconto, mi sono chiesta che cosa avrei fatto io in quella situazione, come l’avrei affrontata, quali sarebbero state le conseguenze. Mi sono messa nei panni di una perfetta sconosciuta, provando ribrezzo per cosa le avessero fatto. Da queste mie domande è nata la trilogia di “oltre i confini”. Nel primo volume i protagonisti sono giovani, all’ultimo anno di liceo. Ho creato un personaggio femminile forte con un carattere che ha anche le sue fragilità: Clara è campionessa di Karate, è figlia di un poliziotto e ha l’ambizione di diventarlo anche lei, è quel genere di donna che si pensa reagisca in una situazione come quella della notizia al telegiornale. È quel genere di donna che ha sempre affrontato i problemi, eppure quando subisce violenza, non è in grado di gestire ciò che le è capitato. Perché, immagino, succeda questo: non si può mai essere pronti a una cosa del genere. Ho sempre detto che le scelte di Clara sarebbero state le mie, mi sono messa totalmente nei suoi panni e da questo ho imparato anche qualcosa in più di me. Scrivendo questa trilogia è successo questo. Ho voluto descrivere un percorso pieno di cadute, di dubbi, ma anche di rinascita, di quella voglia di vivere che diventa un bisogno a un certo punto della sua vita. Ho voluto darle il confronto di un amore sincero, di quelli che pazientano, come quello che James le dà. Dividendo il libro in tre parti, la prima è una sorta di introduzione, una base per quello che avverrà dopo. Spiega come si è arrivati a quel punto, cosa possa spingere un ragazzo a usare la forza, provando a dare un perché. Questo è “Oltre i confini”: un viaggio che ho fatto con me stessa, che parla di amicizie, di amori, di famiglia e non solo di violenza, che ho condiviso con chi ha letto queste pagine e le ha capite. 








BREVE ESTRATTO:

C'è un iter per un bacio. Inizialmente, quando le labbra si sfiorano, i sensi vanno in tilt, perché vengono attivati tutti insieme come se ci fosse un interruttore unico. Si accavallano, lottano per primeggiare sugli altri. Solo dopo le cose si appianano, collaborano quando prendi il ritmo. Le labbra si schiudono, il respiro di uno o dell'altro si confonde, e ci si muove in sincronia. Ogni bacio ha un ritmo diverso, una danza dove i due ballerini devono lavorare insieme, per poter funzionare su basi musicali che variano dai lenti al Rock and Roll. Il battito del cuore aumenta, diventando così forte che hai l'impressione di sentirlo rimbombare in te. Lo ricordi sempre, non si dimentica cosa e chi causa questi sbalzi, soprattutto se l'emozione che si prova è bella. Arrivati a questo punto, non hai più la razionalità, smetti di pensare. È questo che rende un bacio diverso dall'altro, da quelli che hai ricevuto e da quelli che riceverai. Ti abbandoni totalmente e incondizionatamente a un'altra persona. La vivi al cento per cento in quegli attimi. E quando non puoi fare a meno di quel contatto, quando tutto dentro di te torna al proprio posto, avviene il distacco. Il ritorno alla realtà. E poi? Aspetti, aspetti qualche secondo in più per riprenderti e metabolizzare. Infine, riapri gli occhi e trovi quelli della persona che ti ha stregato fino a ora. Cosa succede?