Translate

lunedì 21 agosto 2017

RECENSIONE "ANIME GEMELLE: MARCUS & JULES" di Luisa Distefano



Buon pomeriggio follower!
Franca Poli ha avuto il piacere di leggere "Anime gemelle: Marcus & Jules", il libro di Luisa Distefano 😃










Titolo: Anime gemelle: Marcus & Jules
Autore: Luisa Distefano

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 7,28

Pagina autore: I Sussurri Delle Muse







TRAMA:


Jules quando scopre che il cognato Evan è malato di cancro, prende la difficile e sofferta decisione di lasciare il suo amato Marcus, nonché migliore amico di Evan, e sposa il cognato e adotta la figlioletta Zoe. Si prende così cura del marito durante la travagliata lotta contro il male e della nipotina, affinché non cada nelle grinfie del sistema dei servizi sociali.

Anni dopo, Marcus torna e Jules si ritrova a lavorare nello stesso ospedale con lui. E così i segreti che per tanti anni sono stati nascosti rischiano di essere svelati. Però, Evan si ammala di nuovo e questa volta Jules chiede aiuto a Marcus per curarlo. Marcus accetta ma non comprende lo strano rapporto che lega la sua Jules all'ex amico. E non sa spiegare la costante presenza di Dane nella loro vita? Cosa gli nasconde ancora Jules? Man mano i tasselli del puzzle si riuniscono e verità mai pensate vengono svelate. Saranno comprese? L'amore tra Jules e Marcus non è mai morto, anzi rifiorisce più forte di prima. Cosa accadrà adesso? Evan lascerà la moglie libera di scegliere tra lui e l'amico? E Jules sceglierà il dovere di moglie o l'amore?  




IL PARERE DI FRANCA POLI:

"Anime Gemelle" è un libro particolare, un po' diverso dai soliti rosa, e proprio per questo mi è piaciuto. In alcun punti mi sono commossa, sebbene i momenti di allegria non manchino.
In questo romanzo non ci sono personaggi principali e secondari, ma tutti sono protagonisti a modo loro. Non c'è nemmeno una sola storia d'amore, ma se ne intrecciano diverse di varia tipologia. È grazie a questi intrecci amorosi, di amicizia e familiari che ci si ritrova letteralmente catturati dalla storia, incollati alle pagine per sapere cosa succede alle varie persone coinvolte, per scoprire se i segreti che ognuno di loro nasconde verranno a galla. C'è il lieto fine, certo, ma questo arriva dopo varie vicissitudini, non senza essere passati attraverso la sofferenza prima, la gioia poi.
Marcus e Jules con il loro incontro daranno il via a tutto. Assieme a loro troviamo Evan con la figlia Zoe, Dane, Brianna… e a un certo punto si inseriscono nel racconto anche Jake con il padre Jared. L'autrice è stata molto brava nel descrivere le caratteristiche di ciascun protagonista. Leggendo il libro si riesce a percepire i pregi, difetti, le fragilità di alcuni e la determinazione di altri. Li ho amati tutti, ma la mia preferita è Jules: una donna forte e determinata che ha scelto di aiutare il cognato Evan e la nipotina Zoe a discapito della propria felicità. Ma per fare questo ha dovuto lasciare Marcus, l'uomo che amava. Sono contenta che alla fine per lei sia arrivata, finalmente, la felicità che meritava, e non solo per quanto riguarda l'amore.
Molto belle le due poesie che aprono e chiudono il libro.
A questo punto non mi resta che consigliarlo e fare i miei complimenti a Luisa Distefano. 



domenica 20 agosto 2017

"NEW YORK STORIES" di Sarah Bernardinello



Buongiorno follower, buon lunedì!
Iniziamo la settimana con la segnalazione al nuovo libro di Sarah Bernardinello 😃 Trattasi di una raccolta composta da due romanzi M/M. 









Titolo: New York Stories
Autore: Sarah Bernardinello
Genere: Racconti M/M

Disponibile in ebook a € 1,99

Pagina autore: La Terra Dei Sogni - Dreamland  







TRAMA: 



L'amore può cambiare la tua esistenza. In qualsiasi stagione...


UN GIORNO PERFETTO PER AMARE

Rifiutato dalla sua famiglia perché gay, Antonio Alessandri, per tutti Tony, si paga il viaggio verso l'America, la terra delle opportunità. Ma anche qui non è semplice vivere. Grazie all'intercessione della sua particolare ed esuberante amica e datrice di lavoro a chiamata, trova un nuovo impiego come assistente personale presso uno studio di architettura, facendo la conoscenza con un uomo che di gentile e dolce non ha niente. All'apparenza.

Nigel Howard è un architetto stimato e affermato, refrattario alle relazioni. La sua vita è il lavoro, e solo ogni tanto asseconda i propri bisogni di contatto fisico, riducendo il tutto a incontri brevi e fugaci. Finché nel suo studio non entra Tony, con la sua giovinezza e il suo fascino mediterraneo, solare come una giornata d'estate.

L'arrivo di Tony scombussolerà la sua vita perfetta e ordinata, gettandolo nel caos più totale, facendogli riconsiderare il concetto di affetto e relazione. Perché ogni giorno è perfetto per amare...



CHIAMALO, SE VUOI, AMORE

Martin Cobbs è un agente di borsa ricco e realizzato. Ma è davvero così? Vittima di una rapina, viene salvato da un misterioso gigante barbuto, ma l'incontro è di brevissima durata.
Ritrova il suo salvatore in una situazione analoga, mesi dopo, e farà di tutto per conquistarsi un grammo di attenzione, senza sapere che la strada per la felicità passa per una cucina...

Will Scott è un ex soldato, congedato con onore dall'esercito, che ha trovato lavoro come cuoco in una tavola calda del Village. È soddisfatto della propria vita, ha una splendida famiglia e non potrebbe chiedere di meglio. Finché non interviene in un pestaggio e l'uomo che salva vuole a tutti i costi sdebitarsi.

Nel gelo dell'inverno newyorkese e delle luci del Natale, i due impareranno a conoscersi e ad apprezzarsi. Martin dovrà fare i conti con la propria solitudine affettiva, e Will con il desiderio di prendersi cura di lui. Perché amore non è solo una parola... 





DICE L'AUTRICE:


Questi due racconti sono apparsi in un blog all'interno di due rassegne, estiva e invernale, perciò ricalcano il periodo in cui li ho scritti, e sono stati accolti bene, e di questo devo ringraziare le lettrici che hanno apprezzato la mia scrittura e le mie storie.
L'idea di raccoglierli e farne una duologia è arrivata solo in un secondo tempo. Volevo far conoscere i miei ragazzi, i loro pensieri, i sentimenti. Volevo raccontare delle vite nel modo più vero possibile, con paure, fragilità, solitudine e bisogno d'amore.
Troviamo quattro uomini tutti diversi tra loro, con background differenti, ma uniti da un unico filo conduttore: l'amore. Eh, l'amore. Che sia estate o inverno, quando decide di scoppiare, è sempre la sua stagione. L'ispirazione, se così possiamo chiamarla, è nata da sola, in entrambi i casi.
E New York è la quinta protagonista, insieme a uno dei suoi quartieri più suggestivi, il Greenwich Village.
Prima di unificarli, però, ho voluto allungarli, non di molto, ma abbastanza per dare loro una nuova veste.
In “Un giorno perfetto per amare”, Tony, un ragazzo italiano emigrato in America dopo essere stato cacciato da casa per il suo coming out, si ritrova a lavorare come assistente personale di un architetto, per poter continuare a frequentare i corsi di teatro e danza di un college vicino; Nigel, l'architetto, dapprima restio, si dovrà ricredere sul significato della parola amore.

In “Chiamalo, se vuoi, amore”, Martin, un agente di borsa senza radici, nasconde dietro a una facciata cinica un grande bisogno di affetto e amore; Will, cuoco in un ristorante ed ex soldato, con la sua presenza solida sarà colui che comincerà a costruire qualcosa di duraturo per e con Martin. 




BREVE ESTRATTO  DA “UN GIORNO PERFETTO PER AMARE”:


“La parola amore aveva connotazioni precise, nel suo vocabolario, e aveva cercato di cancellarla fin da quando il suo compagno era uscito dalla porta senza voltarsi indietro, alla sua ennesima distrazione. Poco importava se si stesse costruendo una carriera, lavorando senza sosta e rubando il tempo alla vita che lo circondava: a farne le spese era stato chi non ne aveva colpe e che aveva solo voluto stargli vicino e amarlo.
Dopo di allora, Nigel aveva detto basta alle relazioni. Meglio solo che causa di infelicità per un'altra persona. E ora Tony aveva scosso tutte le sue certezze, penetrando quella corazza dura che aveva costruito con tanta pazienza.”






BREVE ESTRATTO DA “CHIAMALO, SE VUOI, AMORE”:


“Will gli mancava e gli mancava il calore della sua famiglia. Quegli strani sentimenti nei confronti dell'uomo che aveva lasciato un'ora prima davanti al ristorante lo spiazzavano e un poco lo spaventavano. A parte il suo lavoro, lui viveva alla giornata: a volte bastava un corpo caldo nel quale perdersi per qualche minuto o qualche ora per ristabilire una connessione tra i suoi desideri e il mondo che lo circondava.

Ora non sembrava essere più così. Desiderava Will come non gli era mai successo con nessuno, e aveva ottenuto solo dei baci. Baci che non avevano fatto altro che aumentare il bisogno di averlo fra le braccia. Nonostante fosse qualcosa che non aveva mai cercato, cominciava a rendersi conto che il suo cuore e la sua testa, per non parlare del suo corpo, anelavano alla vicinanza dell'uomo che era entrato in maniera così inaspettata nella sua vita. Non sapeva come chiamare quel sentimento, non ancora, ma era bello e caldo e gli faceva venir voglia di ridere. Gli faceva venire voglia di vivere.”