lunedì 18 febbraio 2019

SPAZIO AGLI AUTORI: MARTA ARVATI




Buongiorno follower, buon lunedì!
Iniziamo la settimana inaugurando una nuova rubrica: uno spazio totalmente dedicato agli autori e alle loro opere. Di tanto in tanto, a totale insaputa del "malcapitato" di turno, sceglierò uno scrittore nel "mucchio" e approfondirò la sua conoscenza. Ho motivo di credere che non avrà da ridire... 😉
Apre la strada: Marta Arvati 😊


Nata il 10 dicembre 1977 a Verona, diplomata a pieni voti al liceo scientifico, ha alle spalle un percorso di studi che comprende materie come paleografia, glottologia, filologia, storia della lingua italiana, storia del teatro e dello spettacolo, legate alla passione per la parola e la scrittura nelle sue svariate forme. Altra sua grande passione è il disegno, nel quale ha imparato da sola a destreggiarsi prediligendo lo stile dei manga giapponesi e i ritratti. Tra le letture preferite è sicuramente da includere "Il profeta" di Kahlil Gibran.
Alcune sue poesie sono state inserite in una raccolta di autori contemporanei dal titolo "Riflessi", della casa editrice Pagine, mentre quattro romanzi sono stati pubblicati con la Collana Floreale (PubMe): tre romance contemporanei, "L'inverno nei suoi occhi", "La lunga strada di Sara", "Chiave di violino", e un paranormal romance, "E il Diavolo si innamorò".




Titolo: E il diavolo si innamorò
Autore: Marta Arvati
Genere: Paranormal Romance

Casa editrice: Collana Floreale

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 8,96


Pagina autoreSfumature Marta Arvati  

Trama…Non voglio solo il tuo corpo. Voglio i tuoi pensieri, il tuo cuore. Voglio rubarti l’anima.


Lucifero, ovvero il Diavolo, sotto mentite spoglie cammina da tempi immemori in mezzo agli esseri umani. Così, per diletto, cambiando spesso identità, come più gli aggrada. Per lui gli umani non sono altro che creature limitate e fondamentalmente inutili, dei giocattoli con cui trastullarsi. Ma nessuno di essi ha mai suscitato davvero il suo interesse. La sua ultima interpretazione lo vede nei panni di Damon Steal, un giovane e affascinante imprenditore che ha ereditato un patrimonio dai genitori.
Un giorno, il fortuito incontro con una donna, Madison Wing, farà scattare in lui qualcosa. Lei gli appare fin da subito una preda più difficile da piegare, da asservire ai propri voleri, e così ha inizio la sfida che Damon, il Diavolo, lancia a se stesso: conquistare Madison senza utilizzare alcun potere soprannaturale, sottometterla totalmente, possedere il suo corpo e soprattutto la sua anima.
Esiste tuttavia una leggenda, alla quale ovviamente Lucifero non ha mai dato credito:
«Il giorno in cui l'angelo caduto, che dal Cielo fu cacciato per orgoglio e gelosia, riscoprirà l'amore in una di quelle creature mortali da lui ostinatamente disprezzate, la sua esistenza avrà termine e la sua natura muterà in umana.»
Potrà davvero il Diavolo innamorarsi di un comune essere umano? E se ciò accadesse, quali sarebbero le reali conseguenze?

Volevo rubarle l’anima e invece lei mi ha restituito la mia.




Autore: Marta Arvati
Genere: Romance contemporaneo

Casa editrice: Collana Floreale

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 13,43

Questo romanzo nasce come spin - off di un altro romanzo: “La lunga strada di Sara”, ma può essere letto come un'opera a sé stante, perché alcuni antefatti vengono comunque narrati nel corso del racconto.

Trama: “Credeva di poter amare solo la musica, finché non ha incontrato lei…”

Enrico, giovane cantautore di successo, ferito dalla ragazza che amava e dal suo ormai ex amico Alessandro, decide di lasciare la sua città, Roma, e di trasferirsi a Bologna, spinto dal bisogno di cambiare aria.
Vecchi amici e nuove conoscenze gli permetteranno di dare una svolta alla sua vita e fondamentale sarà per lui l’incontro con Anita, una giovane e talentuosa musicista che nel trambusto della vita quotidiana ha purtroppo abbandonato la sua passione, perdendo in tal modo una parte importante di sé.

“Tu e la musica siete la stessa cosa. Se lasci da parte la musica, lasci da parte te stessa.”

Sulla scia di una naturale affinità, nascerà subito tra i due una bella amicizia, che via via, nel cuore di Enrico, si trasformerà in un sentimento ben diverso. Ma Anita è fidanzata, e ciò spinge Enrico a reprimere i propri sentimenti, o quantomeno a provarci…
A fare da sfondo alle vicende narrate sarà la musica, vista non solo come un armonioso insieme di note, bensì come passione, sogno, vita, amore, filo conduttore che lega le vite dei protagonisti portandoli a riscoprirsi a vicenda specchiandosi l’uno nell’altra.

“Tu sei la musica che ha infranto il silenzio del mio cuore.” 




Autore: Marta Arvati
Genere: Romance contemporaneo

Casa editrice: Collana Floreale

Disponibile in ebook a € 2,48
e in formato cartaceo a € 8,49

TramaProtagonista del romanzo è Giada, una ragazza bellissima dall'animo complicato, che appartiene totalmente al mondo ma su di esso domina dall'alto come una regale aquila. È nata da una violenza subita dalla madre poco dopo il matrimonio e segno indelebile delle sue origini sono in lei gli occhi grigi ereditati dall'individuo che l'ha generata, marchio evidente impresso sul suo viso come nel suo cuore. Rimasta da sola con un fratellino di sette anni, sposa un uomo di vent'anni più grande, Dario Ameri, un rinomato direttore di banca fiorentino, che per lei nutre un amore che rasenta l'ossessione. Nella sua vita entra poi un giovane, Flavio Martini, una specie di scanzonato giramondo che, dopo aver girovagato in Italia e in Europa per anni, ritorna a Firenze e, colpito da Giada, bella ed apparentemente intoccabile, decide di fare una scommessa con un amico, sicuro di far cedere l'ambita preda. Quello che in principio sembra un divertente gioco, prende però una piega inaspettata e sconvolgerà le vite di tutti coloro che ne resteranno coinvolti, sovvertendo convenzioni e buon senso per addentrarsi nell'inestricabile labirinto dei sentimenti, nel quale l'amore è l'elemento portante, l'amore in diverse sue sfaccettature, anche nei suoi risvolti oscuri e morbosi, che possono trasformarlo talora in odio, vendetta, dolore.




Autore: Marta Arvati
Genere: Romance contemporaneo

Casa editrice: Collana Floreale

Disponibile in ebook a € 2,48
e in formato cartaceo a € 12,75

TramaTutto inizia da un poster. Quel poster appeso da anni in camera sua per Sara rappresenta un sogno, un bellissimo e lontano sogno, e trasferirsi a Roma è forse per lei il primo passo per poterlo sfiorare...
Sara conoscerà il suo idolo, Alessandro Sorani, un talentuoso cantautore ormai affermato nel panorama musicale italiano, ma incontrerà anche una nuova promessa della musica italiana, Enrico Annesi, con il quale inizierà una relazione.

Enrico è dolce, premuroso, spigliato, intelligente, è l'uomo che ogni donna vorrebbe al proprio fianco, e appare nella vita di Sara come una meravigliosa realtà, una persona in carne e ossa che le dimostra un amore sincero e profondo.
Alessandro invece per Sara è un sogno che improvvisamente assume sembianze umane, e lei in principio ne è intimorita, ma più approfondisce la sua conoscenza, più si sente attratta da lui, dall'uomo che è nella realtà e non da quello che si era costruita nella fantasia.
Sara è combattuta, tanto intensi e diversi sono i sentimenti che questi due individui suscitano in lei. Ma una scelta apparentemente non si impone, perché Alessandro è fidanzato e comunque il suo affetto per Sara si manifesta più che altro come un affetto fraterno...
Qual è dunque la cosa più difficile? Vedere i propri sogni spazzati via dalla realtà o vederli realizzati nel momento e nel modo sbagliati?




Titolo: Riflessi
Autore: Marta Arvati e altri autori 
Genere: Raccolta poesie

Casa editrice: Pagine

Disponibile in formato cartaceo a € 9,99

TramaViene spontaneo collegare, oggigiorno, la parola riflesso e il suo plurale, riflessi, a una mera condizione di specularità, una vera e propria conformità alla nostra immagine esteriore. Vi è tuttavia un significato più profondo e che indica nel riflesso la capacità di un essere vivente di avere una risposta automatica, istintiva, ad un impulso che proviene dall'esterno. 
Traslata questa definizione fisiologica sul piano poetico-letterario, si può quindi affermare che Riflessi non si limita a esporre graficamente una traduzione di vissuti, bensì a mostrare come ogni autore sia un coacervo emozionale ed esperienziale che, nel riflettere nella e della scrittura, espone la propria relazione tra sé e il mondo. Solo così il riflesso può trasformarsi in una mediazione, ovvero nell'atto della Riflessione, da intendere, seguendo le parole di Freud, come «l’appropriazione del nostro sforzo per esistere e del nostro desiderio d’essere» non solo nello hic et nunc, ma nel tempo infinito e discreto del comporre poetico.



domenica 17 febbraio 2019

DOPPIA RECENSIONE "RESPIRAMI" di Laura Rocca



Buongiorno follower, buona domenica!
Manuela Ragni e Monica Portiero hanno letto per noi "Respirami", il nuovo romanzo di Laura Rocca.







TitoloRespirami
Autore: Laura Rocca
Genere: Romance - New Adult

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 15,27

Pagina autoreLaura Rocca Autrice




TRAMA:

Nelle carte rimescolate dal destino, pare che questa sia una mano da passare, ma non sono forse le grandi occasioni proprio quelle in cui bisogna rischiare?
Se non provi a perdere qualcosa, non vincerai mai niente. 

“Avrò diciassette anni ancora per poco, poi sarò libera”, ecco cosa pensa Freya osservando i suoi genitori che inscenano la famiglia perfetta.
La sua vita potrebbe essere riassunta con due parole: apparenza e finzione. Ma quel mondo dorato non ha più nulla da offrirle e presto potrà lasciarselo alle spalle, dimenticandolo per sempre.
“Bugiarda! Non tutto. Non Chase”, la pungola la sua coscienza.
Sì, Chase, l’unico capace di fare breccia nella sua corazza, il ragazzo che le ha rovinato la vita in una notte. Per colpa di una sola debolezza, da un giorno all'altro andare a scuola è diventato un inferno e quello che era un sogno a occhi aperti è ormai un incubo sulla bocca di tutti, un bisbiglio che la perseguita.
Chase Weber — in arte @Defluencer — è l'influencer più chiacchierato del momento perché non mente mai, ed è famoso proprio per le sue recensioni dissacranti, per il suo sarcasmo pungente, per la sua ribellione nei confronti del sistema. 
Ma è realmente la persona che fa credere di essere? Il ragazzo sicuro che non si nasconde dietro a nulla, che non ha remore a disprezzare anche ciò che gli converrebbe acclamare, che fa e dice solo ciò che vuole davvero?
Defluencer saprà guardare oltre o farà a pezzi anche Freya?
I due si ritroveranno coinvolti in una storia difficile, schiacciati tra passione e dubbi, inebriati a tal punto da perdere il controllo e la lucidità. 
In bilico tra giusto e sbagliato, verità e finzione, mondo reale e social, Freya e Chase dovranno decidere se passare la mano o rischiare. 




IL PARERE DI MANUELA RAGNI:

La domanda che mi sono posta è: il romanzo funziona?
Come New Adult rispondo che sì, il romanzo funziona. I protagonisti, Freya e Chase, hanno diciotto/diciannove anni, sono entrambi molto belli e vivono in un mondo in apparenza privilegiato, quello della moda e dei social.
Freya è figlia di una ex modella e oggi stilista di grido che si disinteressa completamente di lei e delle sue aspirazioni. La ragazza desidera diventare artista, la madre la vorrebbe modella.
Chase ha in apparenza una famiglia più strutturata, ed è famoso come modello e come Influencer: si fa chiamare Defluencer e tramite i social lascia recensioni al veleno di prodotti, abiti e marche.
Il loro incontro scatena un'attrazione esplosiva che si consuma in un rapporto sessuale, durante il quale Freya perde la sua verginità.
Da questo momento le strade si dividono: per Freya inizia il calvario del bullismo, Chase continua la sua vita di successo.
Suddividerei il romanzo in tre parti: la prima è dedicata esclusivamente a Freya, al suo essere diventata l'obiettivo di scherno e di scherzi di una malignità inaudita della scuola. Da ragazza ammirata e invidiata diventa una vittima e gli episodi di bullismo, le tecniche attuate dai compagni per tormentarla hanno un impatto sconvolgente. Sembrano fuori da ogni regola, eppure è chiaro che sono cose che accadono quotidianamente, e che quella crudeltà è vera, reale. Una parte del romanzo, intensa, che sconvolge e porta a riflettere.
La seconda parte è dedicata alla nuova vita di Freya, che si trasferisce a Londra per seguire una scuola d'arte e per incontrare Chase. IL tema del bullismo è lasciato quasi cadere e il focus è solo su Freya e Chase, che nel corso della narrazione hanno continui rapporti sessuali. Le scene di sesso non posso giudicarle ripetitive, ma sono davvero molte. Non volgari, fatta eccezione per qualche parolaccia ormai però entrata nel linguaggio comune, ma un poco ripetitive. Inoltre a volte hanno davvero una connotazione adulta: manca la gioia della scoperta del sesso tra ragazzi. Il comportamento di Freya, che accetta tutto ciò che Chase le racconta e fa (il suo essere ufficialmente fidanzato a un'altra, il costringerla a vivere la loro relazione in segreto) stride un po' con il desiderio di riscatto della ragazza.
La terza parte è dedicata allo scioglimento della tensione narrativa e al coronamento dell'amore, dopo una caduta di Chase nell'alcolismo: una giusta punizione per un protagonista a tratti insopportabile e meschino.
Brava Freya che lo cacci da casa e dimostri che alle ragazze si deve sempre portare rispetto!
La scrittura è sorvegliata, a volte nei dialoghi i ragazzi usano termini o frasi un po' troppo "articolate", quasi da filosofi, altre volte invece lo scambio di battute ha un registro più semplice e immediato.
Funziona come New Adult perché la storia, i personaggi, la loro passione e le scene fisiche sono esattamente quelle appartenenti a questo genere, segno che è stata fatta una ricerca. La storia ha un suo inizio, uno sviluppo, il colpo di scena/conflitto e la fine/risoluzione. La presenza dell'aspetto "social" è assolutamente comprensibile e condivisibile dai lettori della fascia di età di riferimento.
Nota di merito per aver riportata con tanta crudele realtà il fenomeno del bullismo, che anche se voltiamo le spalle e chiudiamo gli occhi è tra noi e non lo possiamo né dobbiamo ignorare.
Voto: 7 



IL PARERE DI MONICA PORTIERO:

Soprattutto all’inizio, ho trovato “Respirami”, il romanzo rosa New Adult contemporaneo di Laura Rocca, davvero intenso. È scritto in prima persona, cosa che non sempre trovo di mio gusto, ma è stato facile farsi assorbire dalle vicende della protagonista, grazie alla forte capacità introspettiva dell’autrice.
Laura ci presenta Freya come un’adolescente che potrebbe avere tutto, ma non ha nulla. Bellissima, ricca, invidiata… e ignorata da chi dovrebbe amarla. Da ragazza pacata qual è, mantiene un basso profilo. Ha quasi una vita comune, sottolineo quasi, e un innamorato che potremmo definire di “fantasia.”
In realtà Chase esiste. È un modello; idolo delle ragazze e dei fan di YouTube, che lo hanno soprannominato “Defluencer”.
Chase è ciò che Freya non è. E fa cose che lei non riuscirebbe a fare; una su tutte: dire effettivamente cosa pensa, senza esitazioni e senza il timore di essere ostracizzato.
Tratto dal romanzo:
Dovete sapere che, nel corso degli anni, nei momenti di maggiore solitudine, ho iniziato a pensare a lui, a immaginarlo qui con me, a fantasticare su situazioni in cui mi diceva esattamente quello che avevo bisogno di sentirmi dire. Insomma, è diventato il mio fidanzato ideale e, se devo dirla tutta, nessuno può competere con lui.
Freya, comunque, ha un punto in più rispetto ad altri: lei può benissimo incontrarlo.
Si muovono negli stessi modaioli ambienti, a partire dalla Milano bene. E, anche se lei non vuole svelare la propria identità - la madre, infatti, è una famosa stilista per cui lui aveva sfilato - si convince dopo mille ripensamenti a usare il suo passe-partout.
Così Chase la nota, Freya è davvero attraente e direi sarebbe stato impossibile non farlo, e trascorrono la notte insieme. Una notte di cui lei, nonostante tutto, non avrà un bel ricordo.
E qui avviene il primo errore.
Freya commette uno sbaglio di valutazione, cosa che sarà certo capitata a chiunque di noi nella vita, ma è il salto nel vuoto. La sua rovina.
Arrivano l’odio di massa, la gogna virtuale, le offese e gli insulti pesanti.
I ragionamenti di Freya, presa dal dolore, sono così ben sviluppati che mi sono scese le lacrime.
Perché?
Perché questo, il bullismo più bieco, potrebbe succedere anche noi, se non è ci è già accaduto.
Tratto dal romanzo:
Mi sento soffocare. Vedo i loro sorrisetti, i loro occhi che mi fissano. Sento che guardano con derisione i maglioni oversize che indosso per coprirmi il più possibile, per non rischiare di indossare qualcosa di aderente, qualcosa da troia, come usano chiamarmi loro.
Il fulcro di “Respirami” lo racchiudo in queste parole “morte e rinascita”.
Ciò che la cattiveria immotivata della gente distrugge, una voce amica può risanare.
Mi sono emozionata. Leggerlo è stato come trovarsi sbattuti sul muso le incoerenze e le intolleranze del nostro tempo: l’invidia sociale, una vera piaga, lasciatemelo dire, e le tante regole cui, in maniera più o meno conscia, ci adeguiamo anche noi per non essere massacrati dal “branco”. È stata una bella lettura, non banale e ricca di spunti di riflessione. La storia d’amore è intrigante al punto giusto, tenera, appassionata, dolorosa, in alcuni tratti. Molto belle le scene d’amore tra i protagonisti, che mi sono risultate naturali.
Freya cresce nelle pagine del libro. Passa da adolescente a donna, tra gli alti e bassi tipici delle persone della sua età.
Ho avuto un calo d’interesse a metà della storia, ma il ritmo narrativo, moderno e ben orchestrato, mi ha subito ripresa.
Noto un’attenta composizione psicologica dei personaggi, nonché una grande capacità d’espressione nel mostrare i vari stati d’animo.
Ringrazio Laura per avermi permesso di leggere qualcosa di suo e per avermi fatto entrare nel suo “mondo” che ho sentito affine.
Vi consiglio la lettura di “Respirami”: contiene uno spaccato della nostra vita odierna, quella “virtuale”. E questa vita, forse, ha imprigionato troppo di noi.


sabato 16 febbraio 2019

RECENSIONE"ANALFABETISMO SENTIMENTALE" di Giorgia Bianchin



Buon pomeriggio follower!
Di seguito, il parere di Mary Rotnan su "Analfabetismo sentimentale", il libro di Giorgia Bianchin, edito Le Mezzelane.





Autore: Giorgia Bianchin 

Casa editrice: Le Mezzelane
Collana: Live&Love

Disponibile in ebook a € 3,11
e in formato cartaceo a € 6,71

Pagina autoreFerramenta Letteraria 




TRAMA:

Viola. Trent'anni, una vita senza rilevanti scossoni, agitata esclusivamente dalla colonna sonora che l'accompagna ogni giorno. Un amore ormai distante, mai premuroso. Una coppia come tante, come noi. Un lavoro, delle amiche, tutto in regola con ciò che la società esige da una della sua età, ma qualcosa sta per sconvolgere il suo monotono quotidiano. Una rivoluzione alle porte che minerà la sua fittizia stabilità gettandola in un caos emozionale. Attratta dall'altro e da altri luoghi, coverà un intenso senso di insoddisfazione che prenderà il sopravvento alterando all'improvviso tutta la sua vita. Lavoro e amore cambieranno direzione lasciandola sola. Si ritroverà abbandonata, delusa e priva di aspettative, ma le donne della sua vita si prenderanno cura di lei in un modo inaspettato. Si intrecceranno musica e amori intorno a una protagonista a volte ironica, a volte disfattista e rassegnata. Passerà da un lavoro precario a un altro, conoscerà uomini e donne che segneranno la sua esistenza portandola inevitabilmente a crescere. Crederà di essersi innamorata più di una volta e gli scompensi del cuore la porteranno a essere un'altra Viola, sicura e dinamica. Il desiderio di perdersi, una grande casa, notti consumate tra lacrime e lenzuola, una chitarra, un palco, un amore graffiante e delicato, la nostalgia per un'età andata e la voglia di rivalsa. 




Un romance che ti porta a scandagliare i sentimenti, le paure e i dubbi che tutti noi proviamo e che a volte non riusciamo a esprimere. Con toni romantici e, a volte personali, l’autrice ci presenta un romanzo scritto con risvolti dolce-amari e delle note di riflessione e criticità. 
I personaggi sono ben descritti; si entra in empatia con Viola, la protagonista, i cui sogni, i rimpianti, gli incontri inaspettati e l’amore finito, forse sono un po’ anche nostri; questo porta il lettore a un’attenta riflessione, senza perdere di vista il contenuto e la storia che rimane impressa. 
Il romanzo si snoda tra desideri, incertezze, separazioni inaspettate e conferme, in un susseguirsi di azioni che rendono il libro apprezzabile nonostante il dilungarsi nelle descrizioni e nei pensieri della protagonista, che potrebbero leggermente annoiare per il rallentamento nella lettura. I riferimenti alle canzoni rendono più musicale lo scritto e portano la mente del lettore a quelle melodie, a volte passate. 
Senza spoilerare, posso affermare che il finale è inatteso ma degno della lettura fatta.


"IO E TE SEMPRE PIÙ DISTANTI" di Brianna Testa



Buongiorno follower, buon sabato!
Pochi giorno fa è uscito "Io e te sempre più distanti", il nuovo libro di Brianna Testa, sesto volume della serie "Gossip &Stars".





Autore: Brianna Testa
Serie: Gossip & Stars Vol.6

Genere: Contemporary Romance

Disponibile in ebook a € 2,99





TRAMA:

Diana: «Ero davvero emozionata. Quella sera io e la mia band avremmo suonato in un delizioso teatro di Firenze, per un pubblico di fan affezionati che si erano messi d’impegno per acchiappare i soli tremila biglietti disponibili per un evento esclusivo come quello.
Se da un lato il pensiero era dedicato a loro e alla necessità di dare il massimo per rendere speciale la serata, dall'altro pensavo solo all'incontro con Joey, il mio ragazzo, che non vedevo da diverso tempo, dopo una serie di contrasti e feroci discussioni che avevano messo a dura prova il nostro rapporto.»
Joey: «A partire dal mese di marzo, la mia vita era stata un susseguirsi di eventi ad alto tasso di adrenalina, che mi avevano destabilizzato parecchio e fatto cambiare tanto, come persona. Tutto era cominciato con una stupida ubriacatura presa in un albergo romano, a seguito della quale finii a letto con la mia ex. Sarebbe rimasto tutto tra noi, se solo la stronza non avesse sbandierato alla stampa la nostra notte di passione, col preciso intento di farlo sapere a Diana. Io, ovviamente, smentii tutto, approfittando di una conferenza stampa indetta dalla mia squadra di calcio. Ma la stronza, per smentire la mia smentita, pubblicò su YouTube il video delle nostre performance di quella notte, che aveva avuto la previdenza di riprendere con una webcam, senza che io me ne accorgessi.»
I contrasti tra Diana e Joey sembrano non avere fine.
Lei è seriamente intenzionata a rimettersi in gioco, a confrontarsi con lui e a provare a risolvere i loro problemi. Lui è cambiato drasticamente e sembra avere le idee parecchio confuse su ciò che vuole veramente. Di una sola cosa è certo: arrivato a questo punto della sua vita, non può più permettersi di sbagliare in amore.
Una terribile scoperta metterà di nuovo a rischio la storia d’amore tra i due ragazzi, che farà sempre più fatica a trovare il giusto assetto.
Riusciranno i due protagonisti a trovare un punto di incontro in una relazione che, ancora una volta, sembra compromessa per sempre?






BIOGRAFIA:

Brianna Testa è nata a Biancavilla (CT), il 21 dicembre 1987.
Appassionata di romanzi rosa fin da piccolina, ha un grandissima collezione di vecchi Harmony ereditati dalla mamma e dalla nonna. Ha una passione per la scrittura di storie d’amore fin dai tempi delle superiori.
Nel tempo libero ama scrivere e raccontare le sue storie d’amore. Dopo un primo esperimento riservato alle giovanissime, con la pubblicazione in due volumi della serie “Gossip & Stars”, una storia un po’ diversa dalle tante, che ama definire un esperimento di soap opera scritta, Brianna ha ripreso in mano i suoi personaggi e dato vita ad altri quattro volumi della serie, con uno stile più classico, auto-conclusivi, di facile lettura per le donne di tutte le età, che amano sognare sulle storie d’amore di giovani protagonisti. Amore e amicizia restano i due ingredienti principali delle sue storie, in cui l’introspezione psicologica e l’evoluzione dei protagonisti hanno sempre un ruolo in primo piano. Letture facili e leggere, caratterizzate da un linguaggio curato ma familiare, non eccessivamente pomposo, ma nello stesso tempo in grado di offrire spunti di riflessioni.






DICE L’AUTRICE:

Io e te sempre più distanti” è il sesto volume di “Gossip & Stars”, una serie che ho cominciato a scrivere quando ero adolescente. All'epoca avevo buttato giù solo i primi due volumi, nei quali avevo raccontato una storia da adolescenti, per adolescenti, adottando uno stile decisamente insolito, che avevo chiamato “stile soap opera scritta”. E quando qualche anno fa l’ho ripresa in mano per pubblicarla sotto forma di libro, conferendole un aspetto più moderno e meno infantile, non pensavo avrei mai potuto riprenderla e allargarla. Per me la storia era finita così.
Negli ultimi due anni, invece, mantenendo i personaggi e creandone di nuovi, ho allargato le situazioni e sfruttato le mie esperienze, dirette e indirette, per affrontare tematiche che ho visto da vicino, in prima persona o attraverso il racconto di amici e amiche. Modificando anche lo stile che, negli ultimi tre volumi, è diventato più classico, più da romanzo.
Di mio ho messo alcune esperienze maturate negli anni di stagista/articolista presso importanti testate nazionali che si occupano di musica/gossip/spettacolo: ho visto e sentito cose che voi “umani” non potete neppure immaginare! Ho giocato molto con argomenti a me familiari, che ho poi riadattato sotto forma di romanzo.
E anche in questo sesto volume, che può essere letto come libro autoconclusivo, ho intrecciato una trama insolita per raccontare un amore difficile tra due personaggi famosi, perseguitati dal gossip, che non sono in grado di trovare la serenità di cui hanno bisogno.
Piccola curiosità: sullo sfondo c’è anche un problema legale che impatta un personaggio protagonista del volume precedente, il cui spunto mi è stato dato dallo sfogo di una cara amica che ha vissuto un’esperienza (parecchio) simile. Chi ha letto il quinto volume di “Gossip & Stars” (“Due fratelli per Carrie”), si sarà accorto che non viene mai menzionato il nome del “fratello” con cui è in corso il problema legale. Ebbene, vi tranquillizzo subito dicendo che… non sarà mai nominato neppure questa volta. Da un lato perché mi diverte lasciare un personaggio senza nome; dall'altro perché, oltre al nome reale della persona che ha ispirato questo personaggio, non me ne veniva in mente nessun altro. E di certo non potevo chiamarlo col nome vero!
Scherzi a parte, mi auguro di cuore che “Io e te sempre più distanti” possa essere una lettura gradevole per tutte le amanti della narrativa rosa. Sia per chi già conosce la serie e i personaggi, sia per chi si approccia a “Gossip & Stars” per la prima volta.
Chi ha piacere di saperne di più, può venire a trovarmi sul sito http://gossipstars2017.blogspot.it.






BREVI ESTRATTI:

«Ma che cosa ne sai, tu?» urlai ancora, con il cuore che mi batteva all'impazzata, gli occhi lucidi e le guance arrossate. «Hai mai avuto la sensazione di vivere una storia in cui tu metti cento e in cambio ricevi a stento dieci? E quando sei finalmente determinato a voltare pagina, la tua imprevedibile ragazza prova di nuovo a farti cadere nella sua trappola d’amore? Dopo mille volte che ci avete provato e mille volte che siete affogati nella merda?»

«Mi ero sentita finita, come donna e come artista. Joey sapeva bene quanta fatica avevo fatto per riuscire a fidarmi di lui, sia per il mio turbolento passato sentimentale, sia per il modo non proprio trasparente in cui era iniziata la nostra relazione. E quando finalmente avevo capito di potermi fidare di lui, quando finalmente ero riuscita ad abbattere tutte le mie difese e insicurezze, sicura di potermi dare a lui con tutta me stessa, mettendo a nudo la mia anima e il mio cuore, ero stata tradita nel peggiore dei modi: con il corpo e con le bugie.»


venerdì 15 febbraio 2019

RECENSIONE "O(MO)SMOSI" di Emiliano Di Meo



Buon pomeriggio follower!
Alessia Toscano ci propone la lettura del nuovo romanzo dell'autore Emiliano di Meo: "O(mo)smosi"





Titolo: O(mo)smosi
Autore: Emiliano Di Meo

Genere: LGTB

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 9,35






TRAMA: 

Immaginate non una, non due, non tre, bensì quattro anime belle. Immaginate quattro belle persone, talmente belle dentro da sembrare più belle anche fuori, dopodiché immaginate il loro incontro sullo sfondo di un'insolita Londra e cosa può succedere quando si mischia tanta bellezza.
Immaginate, poi, che bellezza generi bellezza e quello che ci ritroveremo tra le mani sarà pura luce. 




Qualche giorno prima dell'uscita del suo nuovo romanzo, O(mo)smosi, Emiliano Di Meo ha iniziato a parlare di luci e colori. Non riuscivo a comprendere bene cosa significasse, ora che l'ho terminato, posso affermare con certezza che aveva ragione.
Roberto è un personaggio talmente bello, buono, positivo e spontaneo da riuscire a non farmi più staccare dalla storia dal primo momento in cui l’ho incontrato tra le pagine del romanzo. Se non fosse per una questione anagrafica, mi sarei follemente innamorata di lui. In realtà, mi ha completamente rapita, il suo cuore, la sua anima, la sua grande sensibilità nascosta nel corpo di un ragazzone irriverente e scanzonato. Ha un mondo tutto colorato e passa le sue sfumature a chi gli è accanto. Non mente mai, dice sempre la verità, senza fronzoli o giri di parole. Mette sempre sul piatto le proprie idee, senza tirarsi indietro, anzi addirittura alzando la posta quando si tratta di emozioni e sentimenti. Lui si veste di amore e luce e affronta la vita a testa alta, senza paura, superando gli ostacoli e col sorriso solare sulle labbra. Roberto è l'anima della festa, il leader, l’amico che se manca nel gruppo fa sentire terribilmente la sua assenza; lui fa la differenza. È un buono, non ha un briciolo di cattiveria dentro di sé, ma guai a mettergli i piedi in testa. Nessuno deve mancare di rispetto a lui, a chi vuole bene o a chi non riesce a difendersi. Non ha timore di mostrare cosa ha nel cuore, nell'attimo stesso in cui lo prova, non si nasconde, ha coraggio da vendere. Anche se ho adorato qualche cedimento di timidezza che ogni tanto ho intravisto.
Mi sono sciolta durante una delle scene più romantiche del libro che ha avuto come colonna sonora I’m on fire di Bruce Springsteen. Ho davvero immaginato l'incendio attorno a loro. Passione e romanticismo fusi in un unico pensiero, in un unico corpo, in un’unica anima.
Perché loro sono amore, loro sono una osmosi di amore.
Come al solito, i personaggi di Emiliano sono reali e credibili.
Roberto è un ragazzo robusto, con un po’ di sana pancetta, con belle braccia forti che donano sicurezza e protezione, non si depila, non cura la barba, sempre coi capelli in disordine... un "barbone" rozzo e troglodita. E poi ride, sorride, prende in giro e si prende in giro. Ironia e autoironia sono sintomo di una grande testa. Lui è perfettamente perfetto nella sua perfetta imperfezione. Trabocca positività, ma anche mascolinità, da ogni poro. L'ho trovato davvero virile in molti suoi atteggiamenti. Come resistergli? Questo è davvero un personaggio ben riuscito.
Ma Roberto non è l’unica anima bella del romanzo. Sono quattro in totale, tutte belle dentro, e quindi anche fuori. In contrapposizione al ragazzone dal cuore tenero, abbiamo il suo grande amico, fin dai tempi del liceo, Claudio: sono talmente diversi da essere complementari. I due decidono di trasferirsi a Londra per studio e, si sa, in una città del genere, a due tipini aperti alla vita come loro, può succedere qualsiasi cosa. Qui conosceranno due ragazze, Sandra e Julie, con le quali instaureranno un rapporto di amicizia molto profondo.
Mi piacerebbe parlare di ognuno di loro, ma toglierei a chi ha voglia di leggere il romanzo la gioia di scoprire man mano le loro sfaccettature e peculiarità. Sono giovani e spensierati, ma sanno riflettere su ciò che è veramente importante.
Mi piace la modalità che ha Emiliano di descrivere i personaggi. Non si sofferma mai esclusivamente sull'aspetto esteriore, quello viene da sé durante la lettura, come anche il carattere e la personalità. Succede proprio come quando conosci qualcuno in modo graduale. E poi non sono perfetti, hanno pregi e difetti, proprio come chi li legge.
Mi stupisco di come sia riuscito a tenere alta l'attenzione, nonostante non ci sia nessun antagonista, nulla che metta i bastoni tra le ruote... semplicemente, questi quattro ragazzi vivono e la loro storia sarà talmente avvolgente da ritrovarsi completamente coinvolti, in balia delle loro stesse sensazioni, che si sedimentano nel cuore del lettore, diventando emozione... pura magia. Perché sono le cose semplici che riempiono l’anima.
È affascinante leggere l’amore di un uomo che ama altri uomini raccontato da un uomo che ama altri uomini, e poi... stavolta c'è un qualcosa in più.
Quattro personaggi che si incastrano perfettamente gli uni negli altri, dando vita a una splendente o(mo)smosi d'amore. Io credo che dobbiate essere curiosi e leggerlo per capire cosa voglia dire. Anche stavolta troviamo un messaggio di speranza dedicato alla comunità LGTB, della quale Emiliano fa parte. Loro sono arcobaleno.
Ma anche noi siamo arcobaleno.
Tutti possiamo esserlo.
Insieme coloriamo il mondo.
La copertina rispecchia perfettamente l’atmosfera che si è voluta creare durante il racconto.
Mi colpisce lo stile di Emiliano, semplice, diretto e incalzante. Mi sembra sempre di essere sospesa a osservare cosa succede, invece di leggere.
L'autore, ogni volta, mi prende per mano e mi porta alla scoperta dei suoi personaggi e del loro destino.
Complimenti a lui per avere scritto una storia fresca, allegra, briosa, aperta alla vita come solo la spensieratezza della giovinezza può dare. Hanno un animo grande e sicuramente loro continueranno ad averlo durante tutta la loro vita.
Grazie per avere dato spazio ai buoni sentimenti, all’amicizia vera, e all'amore profondo; per avere raccontato che le maschere non pagano, si può essere uomini anche mostrandosi e mettendosi a nudo davanti a chi ne vale la pena.
Grazie a Sandra, Julie, Claudio e a quel gran figo di Roberto!


"TORNERÒ' DA TE" di Mary Rotnan



Buongiorno follower!
Vi segnalo "Tornerò da te" di Mary Rotnan. Il romanzo, la cui data di pubblicazione è prevista per il 03 marzo, è già disponibile per il preorder 😊









Autore: Mary Rotnan
Genere: Romanzo contemporaneo

Disponibile in ebook a € 3,50

Sito autrice: Mary Rotnan 





TRAMA:

Emily McCoy ha sposato il suo coraggioso capitano della Marina americana Jarred McCoy di stanza nella base militare di Virginia Beach, non sapendo che è un Navy Seals. Durante l’ennesima e pericolosa missione Jad viene dichiarato morto.
È in questo tragico momento e con il dolore nel cuore per aver sepolto l’amato marito, Emily scopre la vera natura delle missioni a cui partecipava Jad e che a causa di una di queste, sulla testa di lei pende la condanna a morte di un noto narcotrafficante che vuole vendicare la morte del fratello ucciso proprio dal capitano dei Seals.
Chi sarà il misterioso angelo che l’aiuterà a salvarsi?



BIOGRAFIA:

Mary Rotnan è il pen name di un'autrice italiana.
Nel 2018 ha pubblicato in self sulla piattaforma Amazon: Oltre i limiti, Infiltrato per amore.
È stata titolare di una videoteca, di un bar e successivamente ha lavorato come grafica in uno studio di creazioni siti web.
Ha viaggiato molto, specie negli Stati Uniti dove ha molti amici.
Le sue passioni sono la fotografia, la lettura, il cinema, l'informatica e naturalmente i viaggi.



DICE L’AUTRICE:

L’idea è nata da un documentario inerente proprio ai Navy Seals. Il loro addestramento è uno dei più duri al mondo, molti si ritirano dopo una settimana di massacrante formazione fatta in condizioni proibitive in tutti gli ambienti e temperature.






BREVI ESTRATTI:

Il briefing sulla Lincoln si concluse due ore dopo, erano stati messi al corrente dell'incarico che avrebbero dovuto compiere e del bersaglio da eliminare. “Non ci si abituava mai a questi ordini” rifletté Jad sistemando le mappe.
«Ti vedo assente» esordì il suo amico Peter.
«Ho conosciuto una donna e andare in missione adesso mi travolge i piani» tagliò corto lui.
«Okay… ma cerca di pensare con la testa e non con un'altra parte del corpo, visto quello che ci aspetta.»
«Non preoccuparti!» grugnì Jad. Non gli serviva che il collega lo riprendesse, sapeva da solo quanto era vitale rimanere lucidi, specie nella giungla dove stavano per essere letteralmente scaraventati. «Avverti gli altri che controllino le armi e preparino i mezzi anfibi.» Jad tornò con gli occhi sui fogli di comando e li studiò per bene.


Alcuni marinai piegarono la bandiera a triangolo e venne consegnata a Emy. “Ecco cosa mi rimane di lui” pensò lei stringendola al petto e accettando le condoglianze del colonnello. Il famoso ufficiale che aveva mandato suo marito a morire. Emy non ebbe la forza di odiarlo e nemmeno ascoltò le sue parole.

Con passo pesante si avvicinò alla bara, posò le mani sul coperchio di legno e fece una lunga carezza. “Addio, amore mio” mormorò tra sé, non voleva che nessuno fosse partecipe di quelle parole.





giovedì 14 febbraio 2019

DOPPIA RECENSIONE "STAMMI PIÙ' VICINO" di Deborah Lo Presti



Buon pomeriggio accaniti lettori!
Franca Poli e Tiziana Irosa hanno letto per noi "Stammi più vicino", il nuovo libro dell'autrice Deborah Lo Presti. 


Titolo: Stammi più vicino
Autore: Deborah Lo Presti

Disponibile in ebook a € 1,99

Pagina autoreI Libri Di Deborah Lo Presti 

TramaElisabetta è una giovane donna in carriera. Finalmente ha realizzato il suo sogno ed è arrivata a Milano. Neo assunta in una multi nazionale, si è lasciata alle spalle un matrimonio fatto di tradimenti ed è pronta a ricominciare un nuovo capitolo della sua vita. Ancora delusa dal suo ex marito, non crede più negli uomini, ha imparato a caro prezzo e per questo motivo non vuole complicazioni, non cerca un altro principe azzurro. Desidera solo divertirsi e Milano sembra essere la città  giusta.
Antonio gestisce un locale, anche lui ha sofferto per amore e non vuole legami. I due si conoscono e dopo la diffidenza iniziale, si frequentano. Entrambi sono cauti e mantengono un certo distacco. Elisabetta, rimane coerente con la sua decisione.
Antonio, invece combatte con emozioni che non provava più da tanto tempo.
In amore però, si sa, non si possono fare programmi... 



IL PARERE DI FRANCA POLI:

Mi è piaciuto questo libro, l’ho letto in due sere, non vedevo l’ora di sapere come andava a finire tra Elisabetta e Antonio. Sì, perché il loro è un rapporto piuttosto turbolento. Si desiderano, ma hanno paura di rimettersi in gioco, di iniziare una relazione. Entrambi hanno già sofferto parecchio per amore, anche se in modo differente.
All’inizio ho trovato la protagonista piuttosto cinica e fredda, la classica donna in carriera. Piano piano però mi sono ricreduta. A volte le apparenze ingannano e se non si conosce bene una persona si possono trarre delle conclusioni sbagliate. Ha sofferto molto per la fine del matrimonio. L’atteggiamento dell’ex marito ha fatto sì che lei ora non si fidi più degli uomini, con la sola eccezione del padre e del fratello Diego.
Dopo aver lavorato in banca, prima nelle Marche, sua regione di origine, e poi a Bologna, Elisabetta finalmente ha trovato il lavoro che sognava presso una multinazionale con sede a Milano. Ora potrà ricominciare da capo lasciandosi alle spalle il disastroso matrimonio. Il suo obbiettivo è fare carriera, divertirsi e non legarsi più a un uomo. I suoi propositi vanno a rotoli quando incontra il proprietario di un locale alla moda, Antonio, dove si era recata per un apericena assieme a delle colleghe.
Antonio invece mi è piaciuto fin da subito. Ha un atteggiamento da persona inavvicinabile, serio. In realtà, lui si dimostra dolce, affidabile, sentimentale e molto protettivo. Quella che indossa è una maschera per nascondere il dolore che si porta dentro da tanti anni. È proprio per il dolore e il senso di colpa del sopravvissuto che fugge dalla Puglia dove la famiglia possiede diverse masserie e si trasferisce a Milano. Lì trova la sua stabilità lavorando in un bar che poi acquista, assieme ad un amico, quando il proprietario decide di vendere.
Fin da subito tra i due si crea una certa tensione che si può definire di odio-amore. Non si sopportano a vicenda, ma poi in qualche modo si cercano, sono attratti l'uno con l'altra.
Il loro rapporto avrà una svolta decisiva quando lei avrà problemi con il lavoro e lui decide di tornare di nuovo in Puglia.
Non dirò altro del libro, ma posso parlarvi dei personaggi che ruotano intorno ai due protagonisti.
Innanzitutto ho odiato l'ex marito di Elisabetta e la sorella di Antonio. Entrambi spocchiosi e pieni di sé. Tutto sembra ruotare intorno a loro.
Per contro mi è piaciuta Caterina l'amica-collega di lei. In un certo senso la prende sotto la sua ala protettrice, cerca di aiutarla ad inserirsi nel nuovo ambiente di lavoro e più in generale in una città che non conosce.
Anche la madre di lui ha un atteggiamento positivo nei confronti di Elisabetta, al contrario della figlia Paola.
Una menzione a parte la merita Diego, il fratello minore di lei. Mi è piaciuto parecchio. Come tutti i giovani, è scanzonato e si vanta di piacere alle ragazze. In realtà risulta più maturo della sua età. Infatti lui è l'unica persona con la quale Elisabetta si confida, è la sua roccia, la spalla sulla quale piangere. Ho trovato bello il rapporto affettivo che li lega.
Ho apprezzato la descrizione dei luoghi dove è ambientata la storia. È talmente ben dettagliata che leggendo il libro sembra di esserci. Il centro di Milano, prima di tutto, con i suoi locali alla moda, i negozi. Per non parlare della Puglia e delle sue masserie. Potevo immaginare di entrare in una masseria, rilassarmi nella spa o fare una nuotata nella piscina, oppure passeggiare tra gli ulivi, magari a cavallo.
Libro molto bello, che si legge velocemente, grazie a una trama ben strutturata, che coinvolge dalla prima all'ultima pagina. La scrittura è piuttosto accurata e lineare, anche se ho trovato qualche piccolo refuso che però non compromette minimamente la lettura. I dialoghi sono veloci e frizzanti. La narrazione avviene in prima persona con il pov di entrambi i protagonisti. Mi è piaciuto questo metodo adottato dall'autrice, così si riesce a entrare in sintonia con loro e a capire meglio l’evolversi della situazione.
Questa bella storia ci fa capire che è impossibile reprimere le emozioni, chiudersi all'amore. Per quanto uno abbia sofferto per la fine più o meno tragica di un rapporto e blindi il proprio cuore, prima o poi qualcuno riuscirà ad abbattere le barriere che ha eretto per proteggersi.
Concludo consigliandovi questo libro e complimentandomi con Deborah Lo Presti per le emozioni che è riuscita a trasmettermi.



IL PARERE DI TIZIANA IROSA:

Stammi più vicino...
Quante volte avremmo voluto dire queste tre semplici parole a chi ci fa battere il cuore? E quante volte le abbiamo ingoiate per paura di soffrire? È quello che succede ai protagonisti di questa storia: Elisabetta e Antonio, entrambi feriti dall'amore, anche se, per motivi diversi.
La storia inizia lenta per coinvolgere il lettore man mano che si procede nella lettura, tanto che quasi non si notano i piccoli refusi sparsi nel testo.
Elisabetta ha appena divorziato e decide che la soluzione migliore è cambiare aria trasferendosi dalle Marche alla caotica Milano. Lì incontra Antonio, un uomo che ha perso il suo amore, dieci anni prima, in un incidente stradale in cui il destino beffardo ha salvato lui e preso la vita della sua Silvia. Entrambi hanno dentro di loro un profondo dolore che li accomuna e che li farà avvicinare.
La storia è ambientata tra la grigia e caotica Milano, in cui Elisabetta vorrebbe essere solamente una delle tante donne che vivono la città, e l'assolata Puglia, con i suoi sterminati uliveti, il cielo azzurro e le persone cordiali.
Della storia ho apprezzato molto la delicatezza con cui viene raccontata, quasi in punta di piedi, come se il lettore fosse dietro a una tenda a trattenere il respiro per non essere scoperto.
Questo è un libro da leggere sul divano, chiudendo gli occhi e immaginando di essere stesi sotto un albero d'ulivo con le cicale che friniscono per la calura estiva. Per non spoilerare troppo è meglio che mi fermi qui, altrimenti potrei aggiungere qualcosa che potrebbe guastare questa piacevole lettura.
Complimenti all'autrice!