Translate

domenica 20 gennaio 2019

RECENSIONE "PECCATO IN PARADISO" di Pamela Boiocchi e Michela Piazza



Buona domenica amici lettori!
Giornata spam in pieno svolgimento nel gruppo delle harmonyne, per cui, se siete in cerca di consigli librosi, venite a trovarci!  
Nel frattempo, vi lascio alla recensione del libro "Peccato in paradiso" di Pamela Boiocchi e Michela Piazza, a cura di Franca Poli 😊





Autori: Pamela Boiocchi e Michela Piazza

Genere: Historical Romance

Disponibile in ebook a € 0,99






TRAMA:          

"Il visconte è un dissoluto, nient'altro che un seduttore pieno di debiti. Se ti lascerai incantare dal suo fascino oscuro, condurrà anche te alla rovina."

Sébastien è nobile, raffinato, seducente; eppure voci maligne girano sul suo conto, una fama d'immoralità che fa tremare la sua promessa sposa.
Cresciuta nelle isolate Antille francesi, la marchesina Alizée si sente infatti goffa e ingenua davanti a un fidanzato del genere. 
Ma come può resistere al Visconte, al suo tocco, anche quando tutti la mettono in guardia?
Balli, intrighi, tradimenti... E poi un'isola deserta, un paradiso inesplorato in cui stare soli e scoprire quella passione che divora l'animo, travolge i sensi, annienta la ragione.

Le menzogne e gli inganni fanno ormai solo parte del passato?
Un'avventura calda ed esotica, ricca di emozioni e di sensualità, in cui nessuno è innocente. 




Conosco queste due autrici per avere già letto altri libri da loro pubblicati. Mai però un romanzo storico, ambientato nel 1737 nei Caraibi, per la precisione in Martinica, all'epoca, ma ancora adesso, un possedimento francese. Apprezzo il modo che hanno di scrivere, è scorrevole, riescono ad interagire bene tra di loro, non ci sono dei periodi di pausa durante la narrazione. I loro personaggi sono sempre ben delineati e con dei caratteri molto decisi e forti. Anche questa volta sono riuscite a creare dei bei soggetti. Mi sono piaciuti i due protagonisti: lui, Sébastien, un visconte dissoluto, viene mandato dal padre in Martinica a conoscere la sua futura sposa.; lei, la marchesina Alizée, figlia primogenita del governatore dell'isola, e promessa sposa del visconte, è una giovane donna all’apparenza ingenua. È sempre vissuta alle Antille, non conosce la malizia, la seduzione. Quando incontra per la prima volta il giovane, rimane folgorata dalla sua bellezza e dai modi di fare. Le voci però corrono e la ragazza viene a sapere che lui in Francia conduceva una vita da libertino, sperperava i soldi in alcolici e donne. Ma sarà proprio così, oppure sono solo voci messe in giro da una donna invidiosa, decisa a vendicarsi del ragazzo?

Alizée decide di credere a quella persona, così, assieme alla sorella Caroline, alla loro amica Charlotte e alla zia di lei, mettono a punto uno stratagemma per fare tornare il Visconte in patria. A volte, però, i piani non riescono alla perfezione, infatti lei rimane vittima del suo stesso gioco e si ritrova naufraga su un'isola deserta in compagnia di... Sébastien. In quelle lunghe giornate trascorse assieme, imparano a conoscersi. Si crea fra loro una certa intimità. Alizée scopre che le voci sul suo conto erano perlopiù menzogne. 
Tutto ciò accade su una splendida isola caraibica, il paradiso in terra. La vegetazione, gli uccelli, il mare, tutto descritto in maniera talmente dettagliata che sembrava di esserci. Di sentire la risacca del mare, il “vociare” dei pappagalli, il belato di Carolina, la capretta salvata, assieme a dei polli, dal mercantile naufragato. Per non parlare della laguna con l’acqua cristallina e una spiaggia abbagliante. Bella anche la descrizione dell’interno dell’isola. La capanna che hanno trovato in mezzo alla vegetazione, le palme di cocco...

Mi è piaciuta molto Alizée. All'inizio si ha l'impressione di avere a che fare con una ragazza dolce, un po' ingenua, ma al momento opportuno viene fuori il lato forte e determinato del suo carattere. Sébastien l'ho amato veramente. Bellissimo, sexy, intrigante. Un libertino scanzonato, che sembra dare tutto per scontato. Ma sarà proprio così, o le apparenze a volte ingannano? Solo leggendo il libro si scoprirà chi è il vero Visconte Sébastien. 

Altri personaggi che ho apprezzato per il loro modo di agire e comportarsi sono la sorella di lei, Carolina, e l’amica Charlotte. Positiva anche la figura di Madame Renaud, l’istitutrice delle due marchesine. Per il suo modo di fare ho trovato piuttosto antipatica la zia di Charlotte, Aurore le Brun. 

A questo punto non mi resta che consigliarvi questo libro e complimentarmi con Michela Piazza e Pamela Boiocchi ringraziandole per avermi dato la possibilità di sognare a occhi aperti.


sabato 19 gennaio 2019

RECENSIONE "LEZIONI D'AMORE PER PRINCIPIANTI" di Marilena Boccola



Buongiorno follower, buon sabato!
Vi segnalo l'uscita di "Lezioni d'amore per principianti", il nuovo romance di Marilena Boccola.
Franca Poli lo ha letto in anteprima per noi 😊









Autore: Marilena Boccola
Genere: Romance Contemporaneo

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagina autoreMarilena Boccola  





TRAMA:

Come ho fatto a credere di poter acconsentire con tanta leggerezza a una tale insensata richiesta?

È quello che si chiederebbe chiunque, non solo Massimo, se un’amica d’infanzia, di colpo riapparsa dal passato, lo supplicasse di insegnargli tutto quello che c’è da sapere sul sesso e lui si fosse fatto convincere ad accettare. 
Quale potrà mai essere il motivo dell’insolita richiesta di Amalia? 
Be', tanto per cominciare, la ragazza è inesperta e teme di non essere all'altezza di Alessio, quel figo pazzesco talmente bello e sicuro di sé da metterla in soggezione di cui si è innamorata a prima vista, e che spera, grazie alle lezioni di Massimo, di riuscire a conquistare.
Cosa accadrebbe se invece, lezione dopo lezione, Massimo si accorgesse che non sta soltanto trasmettendo delle semplici nozioni di anatomia e dintorni, ma è subentrato ben altro? Qualcosa che l’orgoglio gli impone di non svelare?




BIOGRAFIA:

Marilena Boccola è un'appassionata lettrice che scrive da sempre per il puro piacere di farlo. Laureatasi a Padova in scienze politiche, vive a Mantova con il marito e due figli e lavora presso una cooperativa sociale.
A partire dal 2015, ha pubblicato in self Una casa per dueUna vita in più, Abbracciami più forte, la raccolta Abbracciami, è Natale e altri raccontiSposa per vendettae il suo seguito Maledetta gelosia riscuotendo apprezzamenti e recensioni favorevoli. A gennaio 2019 è prevista l’uscita di Lezioni d’amore per principianti.
Con HarperCollins Italia ha pubblicato in digitale i romanzi Baci, sabbia e stelle (giugno 2016) e Nella rete di Shakespeare (settembre 2017) raccolti a luglio 2018 in un'unica edizione Harmony. A settembre 2018 è uscito nella collana eLit Un caffè con Raffaello.
Ha partecipato all’antologia di racconti natalizi (Dri Editore) ambientati nell’Ottocento inglese dal titolo Regency a Natale, nell’attesa di cimentarsi in un vero e proprio romanzo storico che probabilmente verrà pubblicato dallo stesso editore nella primavera 2019.
Positiva e solare, è convinta che la vita ricambi nello stesso modo chi le sorride.




DICE L’AUTRICE:

L’ambientazione torinese da Libro Cuore, le poesie di Guido Gozzano e le citazioni di Cesare Pavese e dei Subosnica fanno da sfondo a un romanzo tenero e romantico, sensuale ed erotico che rispecchia perfettamente lo stile dell’autrice. 





Se una persona con cui siete amici fin dall’infanzia dovesse chiedervi di darle delle lezioni di sesso, voi cosa rispondereste?
Questo è il dilemma in cui si trova Massimo Ferrero, un ventiquattrenne studente all’ultimo anno di medicina. Perché la domanda che si è sentito rivolgere da Amalia, studentessa ventenne, nonché sua amica d’infanzia è la seguente: “Massimo, sono innamorata di Alessio, ma sono inesperta… mi daresti lezioni di sesso?”
Il ragazzo all’inizio tenta di rifiutare, ma poi decide di assecondare la ragazza e di insegnarle tutto quello che sa sul sesso. Però ha un dubbio: le lezioni che dovrà darle saranno solo di teoria oppure Amalia vorrà mettere in pratica quello che le viene insegnato? Lezione dopo lezione, tra i due si viene a creare una certa intimità che va al di là del mero insegnamento. Lui, in particolar modo, inizia a provare un sentimento che non è più solo di amicizia, ma per orgoglio cerca di soffocarlo. E Amalia? È ancora attratta dal bellissimo Alessio o inizia a vedere Massimo con occhi diversi, non più solo come amico e insegnante?
Riusciranno i due giovani a mantenere il distacco emotivo, oppure, come ipotizzano i loro amici, si lasceranno coinvolgere troppo e rimarranno scottati? 
Della trama non posso dirvi di più perché rischierei di fare spoiler. Posso però anticiparvi che le lezioni non sono noiose, ma si rivelano abbastanza piccanti, tuttavia mai volgari. Inoltre, si verranno a creare dei fraintendimenti tra i due protagonisti che porteranno a delle conseguenze inaspettate.
Finale, e relativo epilogo, molto bello e romantico, che io ho apprezzato perché diverso dal solito.
Libro molto carino che si legge velocemente, grazie a una trama ben strutturata, e abbastanza originale, che coinvolge dalla prima all'ultima pagina. La scrittura è molto accurata e lineare, i dialoghi sono veloci, frizzanti e, a volte, spassosi. La narrazione avviene in prima persona con il pov di entrambi i protagonisti. La storia può essere suddivisa in due parti: Nella prima troviamo Massimo e Amalia che si ritrovano a studiare nella stessa università di Torino, dopo che per dieci anni si erano persi di vista. Nella seconda li troviamo ormai trentenni laureati e inseriti nel mondo del lavoro.
Mi sono piaciuti entrambi i protagonisti, sono entrata facilmente in empatia con loro, anche se a volte Amalia mi è parsa un po’ troppo fissata con Alessio, che per altro mi è piaciuto come personaggio. Così come ho apprezzato gli altri ragazzi che interagiscono con Massimo e Amalia.
L’autrice è stata brava a delinearli sia caratterialmente che fisicamente. Sono dei giovani “normali”, degli studenti che si applicano nello studio, ma che desiderano altresì divertirsi.
Anche i luoghi dove è ambientato il romanzo sono descritti in maniera dettagliata. A fare da sfondo a questa bella storia, divertente, romantica, in parte ironica ed erotica, è Torino, con il suo centro, le gallerie, le piazze, il Po. Sembra di esserci, di camminare sotto i portici, oppure in riva al fiume, con la nebbia che avvolge ogni cosa, il gelo che ti penetra nelle ossa.
Inoltre ho apprezzato e mi sono piaciute le poesie di Guido Gozzano e le citazioni di Cesare Pavese inserite nella trama.
A questo punto non mi resta che fare i miei complimenti a Marilena Boccola per avermi, ancora una volta, fatto trascorrere un paio d’ore in piacevole compagnia dei suoi personaggi che mi hanno regalato delle bellissime emozioni e perché no, anche qualche sorriso.





BREVE ESTRATTO:

Impara presto la bambina!
Di nuovo quella voce nella mente…
M’incupisco, rimuginando sulla vera ragione per cui Amalia vuole imparare da me tutto quello che c’è da sapere sul sesso: si è messa in testa di conquistare un tale Alessio che, a detta sua, non avrebbe degnato nemmeno di uno sguardo una ragazza totalmente priva di esperienza come lei.
Il pensiero molesto, che senza alcun preavviso affiora alla mia mente, mi fa distrarre, così che i nostri denti si urtano tra loro. Amalia si stacca di colpo, senza fiato. 
«Scusami», pronuncia in un soffio, passandosi il dorso della mano sulle labbra tumide e lucide di saliva.
«Non è nulla, capita» la rassicuro, compassato.
«Come sono andata?» chiede ancora, ansimante come se avesse appena fatto una corsa. Gli occhi lucidi, accesi di entusiasmo.
«Per essere la prima volta, direi abbastanza bene, ma hai bisogno di esercizio». 
Vigliacco, approfittatore!, mi dico.
«Okay. Però stavolta voglio iniziare io». 




venerdì 18 gennaio 2019

DOPPIA RECENSIONE "INTO THE DREAM" di Alycia Berger



Buon pomeriggio amici lettori!
Luc Cel e Olivia Ross hanno letto "Into The Dream" il nuovo libro di Alycia Berger.






TitoloInto the Dream
Autore: Alycia Berger
Genere: Contemporary Romance - Urban fantasy  

Disponibile in ebook a €1,49
a breve anche in formato cartaceo 

Pagina autoreAlycia Berger Autrice 





TRAMA: 

Newport, Oregon, 1998

La vita di Chase Runner, guida turistica presso l'Oregon Coast Aquarium, viene irrimediabilmente capovolta quando in un tragico incidente stradale la sua ex moglie perde la vita e sua figlia diventa cieca. 
Decisivo si rivelerà l'incontro con un'orca dai comportamenti tutt'altro che ordinari e una sirena giunta sulla Terra per riprendersi ciò che le è stato sottratto. Tuttavia, Isabelle non è una semplice sirena, e la verità che lei cerca di nascondere porterà entrambi a una scelta.

Un'intensa e struggente storia d'amore sospesa tra la vita e la morte, tra un'insidiosa realtà fatta di complotti e una fantasia alimentata da leggende e creature bizzarre.

Ogni storia ha qualcosa da raccontare, Into the Dream parla di un amore che nasce dalle profondità del mare per infrangersi contro le scogliere di Newport, dove un faro sarà il custode della sua magia.
Del suo sacrificio, del suo miracolo.  




IL PARERE DI LUC CEL:

Una bella favola che ci ricorda la sirenetta, tant’è che per tutto il tempo mi suonava in testa il motivetto del cartone animato.
L’autrice ci prende per mano e ci guida attraverso gli eventi con uno stile semplice e scorrevole.
I personaggi ci coinvolgono e si fanno amare, hanno carattere e sono ben delineati in tutte le loro sfumature. Vince su tutti Polky, decisamente il più divertente.
Questo romanzo si è rivelato una lettura piacevole con più contenuti che portano a riflettere su scelte consapevoli.
Non posso svelare il finale ma non è insolito. 
A mio avviso la necessità di condurci all’interno della storia attraverso tutti gli eventi, senza farci perdere parti importanti, ha reso la lettura un po’ lenta, ed è l’unico appunto che mi sento di fare. Per tutto il resto, consigliato!





IL PARERE DI OLIVIA ROSS:

C’era una volta… Myradius, un mondo sottomarino abitato dalle sirene. 
Isabelle, è una delle protagoniste di questa deliziosa favola moderna… favola che, inaspettatamente, porta con sé dei messaggi importanti e che ci fa inevitabilmente riflettere su alcune tematiche, come il maltrattamento degli animali, che siano marini o terrestri. 
Inizio la recensione facendo i miei complimenti all’autrice che è riuscita con parole semplici a mescolare la leggenda con la realtà. Lo scritto è in terza persona e questo ci aiuta da subito a entrare nella storia e, soprattutto, a conoscere i tre protagonisti. Lo stile è vivace e accattivante, e l’amore è il fulcro della storia, ma non solo l’amore tra un uomo e una donna, bensì l’amore nel significato più ampio della parola: amore per la famiglia, amore per gli animali… insomma… AMORE… 
Chase è il proprietario dell’acquario dove è stata rinchiusa un’orca, amica della nostra spumeggiante sirenetta, Isabelle, che sale in superficie con l’unico scopo di liberare il suo amico dalla prigionia. Non immagina che l’incontro/scontro con Chase le cambierà la vita. 
Lisa è la figlia di Chase, divenuta cieca in seguito a un incidente in cui ha perso la vita la madre, una bambina di una tenerezza infinita che in più di un’occasione mi ha inumidito gli occhi di commozione. 
Consiglio questo libro perché mi ha fatto ridere, commuovere, sperare, odiare i cattivi e soprattutto, mi ha lasciato nuove consapevolezze


"MIO UNICO AMORE" di Marianna Vidal



Buongiorno follower, buon venerdì!
Vi segnalo "Mio unico amore", il nuovo romanzo di Marianna Vidal, settimo volume della serie "Latinos"





Titolo: Mio unico amore
Autore: Marianna Vidal
Serie: Latinos Vol.7

Genere: Contemporaneo

Disponibile in ebook a € 0,99
e in formato cartaceo a € 12,50

Pagina autore: Marianna Vidal Autrice 
Blog autore: Leggo Marianna Vidal 





TRAMA:

A ventitré anni Rocio non riesce ad avere una relazione stabile. Tutte le sue storie finiscono prima di iniziare, sempre per lo stesso motivo: Julián Gutiérrez, il suo migliore amico.

Rocio n’è innamorata da quando era una ragazzina e oramai si è rassegnata al fatto che lui non la vedrà mai come una donna.
Inaspettatamente, però, qualcosa cambia. Julián torna da Los Angeles e le chiede di accompagnarlo alla festa per l’anniversario di nozze dei suoi genitori.
Il sogno di una vita sembra realizzarsi, ma il giorno dell’appuntamento, al posto di Julián, si presenta Daniel, il maggiore dei Gutiérrez, l’unico con cui Rocio non ha mai legato, determinato a sventare i piani di seduzione del fratello.
Daniel ha soffocato per anni la forte attrazione che prova per Rocio, consapevole che per lei è sempre esistito solo un unico amore: Julián. Questa volta, però, non è disposto a permettere a suo fratello di giocare con i sentimenti di Rocio ed è pronto a utilizzare tutte le sue armi di seduttore pur di farle capire la differenza tra un amore idealizzato e uno reale.





BIOGRAFIA:

Marianna Vidal vive a Ischia.
Amante dei libri e delle grandi storie d'amore, è un'inguaribile romantica.
Ha lavorato spesso per il web ed è autrice di saggi e di articoli. Mio unico amore è il suo settimo romanzo, il settimo della collana Latinos.    







DICE L’AUTRICE:

Mio unico amore è il settimo romanzo della serie Latinos e come tutti gli altri è autoconclusivo, dunque, si può leggere indipendentemente dai volumi precedenti.
L’ispirazione per questa storia, che avrebbe puntato un faro sulla famiglia Gutiérrez, mi è venuta ripensando a un classico della commedia romantica, “Sabrina”. Visto e rivisto infinite volte, mi tiene sempre attaccata al televisore, sospirando con lei fino alla parola “fine”. Ovviamente non potevo riproporre la sua storia che è stata rivisitata in tutte le salse, ma a lei devo lo spunto per questo triangolo che vede due fratelli contendersi la stessa donna. Come Sabrina anche Rocio è cresciuta nella grande casa padronale ed è sempre stata innamorata del fratello minore… Qui iniziano e finiscono le similitudini, perché presto i personaggi hanno preso il sopravvento raccontandomi una storia che mi ha tenuta ferma su alcune pagine anche diverse settimane… Il risultato finale mi sembra piacevole, divertente e molto romantico. Naturalmente non posso rivelarvi nulla sui due fratelli, ma uno lo abbiamo già incontrato in “Hollywood, mi amor!”, alle prese con la carriera di attore. L’altro, invece, è una novità assoluta, perché neppure Pablo, il secondo dei tre, che qui ritroveremo in veste di saggio fratello dal passato tormentato, ne ha mai fatto cenno nel suo “Il tuo bacio tra mille”, perché in rotta di collisione con la famiglia che vede lontana da lui. Ecco, qui scopriremo cosa ci nascondeva Pablo…
Daniel è il più assennato dei tre Gutiérrez, ma con Rocio si lascia andare rivelando un universo interiore molto simile a quello della piccola di casa, che porterà scompiglio, ma anche tanto amore.







BREVI ESTRATTI:


Daniel era il fratello maggiore, quello che controllava i più piccoli e per estensione lo faceva anche con lei, che era la figlia della cuoca e del manutentore, ma visto che Dio non aveva concesso alla signora Amparo una figlia femmina, a lungo desiderata, le era stato permesso di scorrazzare per casa, come se fosse, veramente, un membro della famiglia Gutiérrez.


«Dici che Rocio...».
Annuì.
«È sempre innamorata di te».
«Oh, Signore!», si lasciò ricadere contro la spalliera del divano, portandosi le mani al volto, per poi allargare le dita e puntargli addosso il suo sguardo di brace, che tanta presa faceva su Hollywood.
«Però, non è niente male», osservò Julián.
Daniel si mosse bruscamente, scivolando sulla punta della poltrona, deciso ad andarsene.
L'ultima cosa di cui aveva bisogno in quel momento era ascoltare i piani di seduzione di suo fratello. 
Recuperò gli occhiali dal tavolino e li infilò nella custodia, con estrema calma, mentre gli diceva:
«Fossi in te, mi toglierei questa assurda idea dalla testa».
Gli spostò bruscamente le gambe, poggiate sul tavolino, per passare.
«Perché assurda?».
Rallentò il passo. Non meritava una risposta, lo sapeva, ma non poté impedirsi di voltarsi, per coglierlo in una posizione squilibrata, con le spalle affondate nella poltrona e il busto rivolto al lato opposto.
«È la figlia di Josefa ed Eusebio, per iniziare, e se questo non bastasse a fermarti, ricordati che la conosci da quando aveva cinque anni».
«Sì, ma tra due mesi ne compirà ventitré».
Piegò le labbra in un mezzo sorriso, sinceramente colpito.
«Te ne ricordi?».
«Ovvio», si piegò nelle spalle. «Siamo nati lo stesso giorno».
«Ah, ecco!», brontolò, decidendosi a lasciare il salotto.





giovedì 17 gennaio 2019

"I COLORI DELL'AURORA" di Mya McKenzie



Buongiorno follower!
Fresco di uscita "I colori dell'Aurora", il nuovo libro di Mya McKenzie.



Autore: Mya McKenzie
Genere: Contemporary Romance

Disponibile in ebook a € 0,99
e in formato cartaceo a € 9,99

Riferimenti autore:

Book Trailer: https://www.youtube.com/watch?v=rf6sttfz7s8




TRAMA:

Tutto ciò che volevo era un'occasione di riscatto, ma il mio sogno si è infranto tra rocce e mare.
Ora sono bloccato qui. Incastrato tra passato e futuro, in sospeso tra ragione e desiderio.
Intrappolato tra il ricordo di coloro che ho amato e il sorriso di chi mi ha rubato il cuore.
So che dovrei andare, qui non c'è futuro per me, eppure quando stiamo insieme i frammenti della mia vita sembrano ricomporsi.
Ogni volta che la guardo vedo calore, luce, voglia di vivere.
Ogni volta che la sfioro sembra che tutto possa azzerarsi.
Ogni volta che la respiro ho la sensazione che sia proprio questo il posto a cui ero destinato.
Ed è un vero peccato, perché io sono un gran casino e lei invece… beh, lei è semplicemente Aurora.






BIOGRAFIA:

Mya è nata nelle campagne del Polesine nella primavera del 1977, ma si è trasferita con il marito e i due figli in una piccola cittadina ai piedi dei Colli Euganei.
Lettrice appassionata di gialli e thriller fin dalla giovane età, ha collezionato bibliografie quasi complete dei suoi autori preferiti, come S. King, W. Smith, L. Child e D. Koontz.
Nonostante prediliga perdersi tra le pagine di un avvincente giallo, Mya preferisce scrivere in rosa. Il suo primo romance è stato iniziato ai tempi dell'università, ma è riuscita a terminarlo molto tempo dopo. Da quel giorno, conquistata da una viscerale passione per la scrittura, non ha più smesso di creare nuove storie. 
I suoi romanzi sono quasi esclusivamente ambientati negli Stati Uniti e il titolo in lingua inglese è una peculiarità che li accomuna tutti. Fa eccezione proprio questo romanzo che è stato ambientato esclusivamente in Italia.







DICE L’AUTRICE:

I colori dell'Aurora (non è un errore, la A è proprio maiuscola) è una storia anomala per me, visto che non è solo il titolo a essere italiano ma lo è tutta l'ambientazione. Una storia che mi tocca da vicino, una location reale, tangibile, che vede i personaggi muoversi in luoghi in cui sono cresciuta e vivo tuttora.

Per adesso è l'unica nel suo genere (nel senso che non so se ne scriverò altre di questo tipo) e mi sono chiesta per molto tempo se fosse il caso o meno di pubblicarla, soprattutto avendo un pubblico che ormai sa più o meno cosa aspettarsi da Mya McKenzie.
Dopo tre anni di attesa, ho deciso di farla conoscere e pubblicarla come tutti gli altri miei lavori, perché al di là dell'argomento trattato, ci sono sempre io, la stessa persona, lo stesso stile, la stessa voglia di comunicare con gli altri. Spero che, nella sua anomalia e unicità, possa piacere comunque.







BREVE ESTRATTO: 

La mente si ostina a ripropormi immagini di un ragazzo piegato dalla sofferenza che per la prima volta dopo molto tempo si sta di nuovo aprendo alla vita.
Trattengo a stento un conato e mi volto verso il bancone. Ho lasciato Ismael senza dire una parola, l’ho scaricato come un oggetto, non mi sono preoccupata di fargli sapere che quel bacio avrei voluto darglielo davvero. Mi sento male al pensiero di quello che sta vivendo a causa mia. Per lui sono una continua fonte di problemi, una specie di girandola impazzita che a volte lo rincorre, a volte lo allontana. Immagino la confusione che sta provando, equamente diviso tra ragione e sentimento.
Vorrei fare qualcosa per lui, ma ormai è troppo tardi.
Sento le lacrime affiorare agli occhi e il nulla attanagliarmi l’anima. La mia non è più una semplice attrazione. Sono molto più coinvolta di quanto avrei mai voluto ammettere ed è inutile che tenti di sopprimere le emozioni. Devo solo decidere se sia meglio aspettare immobile che il momento passi o permettere ai sentimenti di attecchire nel mio cuore. 





mercoledì 16 gennaio 2019

"TORMENTO" di Marty Sunrise



Buongiorno follower!
In uscita oggi "Tormento", il nuovo libro di Marty Sunrise. 









Titolo: Tormento
Autore: Marty Sunrise
Genere: Mafia Romance

Disponibile in ebook a € 1,99

Pagina autore: Marty Sunrise Autrice 






TRAMA:

Il mio nome è Goran Doković. Sono un ubicae un komandir. Nato nella miseria, ho scalato la montagna del potere fin quasi a raggiungerne l’apice. Ho portato a termine ogni incarico affidatomi e ora, davanti a me, ho quello più importante. Le mie regole sono semplici. Esegui. Conquista. Resisti. Vinci. Le ho sempre seguite con gelida precisione e credevo di avere tutto sotto controllo, fino a che i miei occhi hanno incrociato delle iridi fiere dal colore di piombo. Lei. Una luce nell’oscurità. Una pistola puntata alla mia tempia. L’ambizione e la voglia di riscatto si scontrano con il più oscuro e sbagliato dei desideri, ma io so cosa devo fare. E lo farò. Senza indugio.
Il mio nome è Elektra. Del mio cognome importa più agli altri che a me. La vita mi ha messo alla prova tante di quelle volte che ho perso il conto, ma mai come adesso. Ogni mia convinzione si è sgretolata nel momento in cui ho capito che, la mia esistenza così come la conoscevo, non esiste più. Tutto mi è estraneo, non ho punti di riferimento… ma ho lui. Il mio angelo custode. Il mio demone tentatore. Un uomo tanto pericoloso quanto magnetico tra le cui braccia mi sento sicura. La brama che risveglia in me è sbagliata, inopportuna, afrodisiaca. Fidarmi di lui sarà la cosa giusta da fare o mi condannerà a qualcosa di irreparabile? 
Tutto ebbe inizio con il sangue e la paura.
Tutto ebbe fine con un animo infranto. 




BIOGRAFIA:

Marty sunrise è una normale ragazza del sud, non ha ancora toccato i trent'anni e ha una valanga di sogni nel cassetto. Ha la fortuna di vivere su un'isola bellissima ma spesso scappa via, compiendo viaggi improvvisi. Le piace tanto viaggiare, anche da sola, e adora scrivere. La scrittura per lei è una valvola di sfogo che le permette di entrare in un mondo tutto suo. Marty è una ragazza tranquilla, pacata, ma anche determinata e a volte ansiosa. Nonostante ciò si butta nelle sfide più insolite. Ama gli animali, ha un cane che coccola costantemente, e odia il cibo giapponese.




DICE L’AUTRICE:

L'idea di scrivere tormento è nata ancor prima dei miei primi due romanzi. Ho  aperto e chiuso il file molte volte, poi l'ho chiuso definitivamente dedicandomi alla scrittura di "E se non fosse uno sbaglio?" e "Profumo di iris", solo dopo ho capito di essere pronta per scrivere finalmente questa storia.


Ho scritto prima l'inizio, poi la fine, poi tutto quello che c'è nel mezzo perché sapevo da dovr partivo e dove volevo arrivare ma ciò che c'è in mezzo è stata la vera sfida






BREVI ESTRATTI: 

Elektra. 
Era un nome molto bello, trasmetteva forza, coraggio e tenacia. Mi faceva pensare a una jahačica, un’amazzone, una principessa guerriera… e cazzo, mi piaceva. Ipotizzai che forse non sarebbe stato tanto noioso studiare la sua vita, poi il mio sguardo cadde sull’unica foto presente, e ne ebbi la certezza. 
I suoi occhi. 
Cazzo, i suoi occhi erano come il suo nome.


«Ti renderò dipendente da me.» asserì in tono più roco. Si posizionò tra le mie gambe e si abbassò leggermente. «Cancellerò chiunque ti abbia avuta prima di me. Non mi importa non essere stato il primo… ma ti assicuro, Elektra, che sarò l’ultimo.» dichiarò solenne entrando in me senza alcuna difficoltà, agevolato dai resti del mio precedente orgasmo.


«Devi essere forte, sempre. Impara a ingoiare la paura e il dolore come se fossero qualcosa di cui nutrirti, trasformali in rabbia, in coraggio, in voglia di vivere. Non mostrare mai le tue debolezze. Capisci cosa ti sto dicendo, srce moje? Non mostrarle mai a nessuno, se non vuoi che gli altri le usino contro di te. Hai solo te stessa, hai capito?» 


«Sai cos’è la persuasione, Elektra? È la capacità di sedurre una persona attraverso il proprio modo di pensare e di agire. Entrare così in profondità dentro di lei da rendere ciò che vuoi tu, ciò che vuole anche lei. In questo modo, quella persona adorerà darti ogni cosa tu chieda, identificando i suoi desideri con i tuoi.» le spiegai. Mi chinai ancora più verso di lei. «La persuasione è la più dolce delle dominazioni… ed è questo che io vorrei con te.» mormorai al suo orecchio. «Ti lascerai dominare da me, moja lavica?»