Translate

martedì 18 luglio 2017

"I SEGRETI TRA DI NOI" di Angela Longobardi


Buongiorno follower!
Angela Longobardi ci parla del suo libro, " I segreti tra di noi" 😋








Titolo: I segreti tra di noi
Autore: Angela Longobardi

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 9,99

Pagina autore: Red; Angela Longobardi 






TRAMA:


In un qualunque paesino in un punto imprecisato dell'Italia, una ragazza scompare senza lasciare tracce. Le persone in paese dicono che sia morta e durante la notte di Halloween cinque ragazzi tentano di contattarla tramite una seduta spiritica. Non si aspettano che risponda, ma invece lo fa, costringendoli ad affrontare le conseguenze del loro gesto e, nel mentre, confessare tutti i segreti tra di loro. 



DICE L'AUTRICE:

I segreti tra di noi nasce dalla mia passione per i programmi di caccia ai fantasmi (molto trash, lo so), a cui ho aggiunto gli intrecci di un gruppo di giovani amici che cercano il loro posto nel mondo e nelle vite delle persone a cui tengono, mentre affrontano al contempo le conseguenze delle cose che hanno taciuto.
E' il racconto delle emozioni che si provano da adolescenti e del modo in cui i protagonisti le accettano e le affrontano.
Ho scritto la maggior parte del libro a novembre 2016, grazie all'iniziativa del National Novel Writing Month e mi sono decisa ad autopubblicarlo solo grazie al sostegno della mia amica e collega Donatella Ceglia, che ha affrontato il proprio processo di autopubblicazione quasi in contemporanea con me.






ESTRATTO:

Guadalupe si rese conto che era la prima volta che sua madre e Marco si incontravano da quando loro due si erano lasciati e si sentì ancora più in colpa per aver approfittato di quel passaggio sotto l'ombrello.
I capelli neri e lucidi di sua madre erano gonfi a causa dell'umidità e non aveva un filo di trucco, ma il suo sorriso nel salutare Marco la illuminò visibilmente.
Lupe abbassò il proprio finestrino. “Grazie ancora” disse a Marco.
Lui la guardò e le sorrise incerto, poi si voltò per proseguire verso casa. Aveva la schiena completamente fradicia di pioggia.
“Tutto bene?”
La domanda di sua madre la distrasse dall'ennesima ondata di senso di colpa. “Sì” disse.
“Era da tanto che non vedevo Marco. E’ stato gentile ad accompagnarti con l'ombrello. Era completamente zuppo dalle spalle ai piedi.”
“L'ho notato.”
Sua madre le lanciò un'occhiata dallo specchietto retrovisore. “Le cose non vanno ancora bene tra di voi?”
Guadalupe fissò lo sguardo fuori dal finestrino, verso il palazzo di Marco, sfocato dalla pioggia fitta. “Lo sai che non vanno bene.” 






Nessun commento:

Posta un commento