Translate

lunedì 15 maggio 2017

RECENSIONE "DREAM HUNTERS - IL PONTE ILLUSORIO" di Myriam Benothman


Buon pomeriggio follower!
Una piccola premessa...
Ormai mi conoscete, nel bene o nel male tendo a dire quello che penso e se un libro non mi piace non ci giro troppo intorno, al contrario, se affermo che è meraviglioso, potete stare tranquilli che lo credo davvero. Senza dimenticare che si tratta di gusto personale, naturalmente, che come sappiamo può variare da persona a persona. Quindi, evitando di tenervi sulle spine, inizierò col dire che ho trovato questo romanzo semplicemente bellissimo, così, se non avete voglia di leggermi, potete anche interrompere qui e passare direttamente all'acquisto... 😉😂😂 







Titolo: Dream Hunters - Il ponte illusorio
Autore: Myriam Benothman

Casa editrice: Astro Edizioni

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 10,97 






TRAMA:


Cosa faresti, se scoprissi di poter cambiare il corso delle fiabe?
Sophie ha 17 anni e vive a Parigi con il padre. In apparenza una ragazza come tante, finché non si imbatte in un antico libro di favole ed è vittima di un’allucinazione.
Hanno così inizio i suoi sogni vividi e surreali, ambientati in una dimensione popolata da personaggi incantati. La sua vita si sdoppia su binari paralleli che finiscono per confondersi tra loro, con risvolti inaspettati sul mondo reale.
Integerrimi principe azzurri e ingenue principesse. O quasi. Un amore avventuroso e proibito. Una presenza oscura in cerca di riscatto.
Finalista del Premio Cittadella 2017 per il miglior Fantasy dell'anno, “Il ponte illusorio” è il primo volume della trilogia “Dream Hunters”. Una favola moderna adatta a tutte le età, che trascina il lettore in un sogno a occhi aperti, riportando a galla emozioni dimenticate.



IL MIO PARERE:

Tempo fa, un'amica harmonyna mi disse che sono i libri a cercarci, sono loro che scelgono quando è il momento per noi di leggerli. In un primo momento avevo valutato questa affermazione bizzarra, sebbene, riflettendoci sopra, non mi trovasse del tutto contraria, ma mai come oggi posso confermare la sua veridicità. Sono stata attratta da questo libro da subito, grazie ad alcuni brevi estratti postati dall'autrice nel gruppo delle harmonyne, durante la giornata autore che la vedeva come protagonista, e l'esigenza di leggerlo non mi ha dato tregua. Se non fosse stato per gli impegni lavorativi e familiari, probabilmente lo avrei portato a termine in tempi brevissimi ed è tutto dire da una lumachina come me... 😝 Ad ogni modo, mi sono convertita per qualche ora a un genere che normalmente snobbo... Spero che gli amanti del fantasy non me ne vogliano, ma sono piuttosto abitudinaria nel preferire i classici romanzi rosa, non a caso sono stata nominata "ambasciatrice harmony" (lo stesso caso che mi porta a ripeterlo ogni volta che ne ho l'occasione... 😁😁). 

E questa scelta si è rivelata oltremodo azzeccata. "La fortuna del principiante", dirà qualcuno, o piuttosto, come credo io,  il merito è dell'autrice, alla sua abilità nel realizzare un ottimo prodotto. 
Qualunque sia il motivo, mi sono ritrovata nel magico mondo delle favole, con la stessa espressione sorpresa che ha animato la protagonista nel "vivere" un'esperienza inverosimile, quantomeno fuori dal comune,  a cavallo tra due mondi. Realtà o fantasia? Un margine di dubbio resta ed è il bello di questa storia... Si arriva al finale senza certezze, con un pizzico di delusione e molta curiosità... 

Concludo dicendo che l'autrice dovrebbe vergognarsi, provare un minimo di rimorso per avermi privato delle ore di sonno necessarie a non scambiarmi per uno zombie... Per rimediare, potrebbe darsi una mossa e scrivere il seguito della storia. Sì, perché sia chiaro che ho odiato il finale e voglio illudermi che ci sia dell'altro. Quindi, su "carina", scrivi, scrivi... 😉 


1 commento: