Translate

sabato 13 maggio 2017

RECENSIONE "PANDEMONIUM ROAD" di Anonima Strega



Buon sabato pomeriggio follower!
Vi lascio alla recensione di Luc Cel sul libro di Anonima Strega 😃







Autore: Anonima Strega

Disponibile in ebook a € 1,99 e in formato cartaceo a € 10,99

Pagina autore: Anonima Strega 





TRAMA: 



Può un breve viaggio attraverso il caos ribaltare gli amori di una vita?

Tessa ha deciso di trasferirsi al nucleo Trenta per togliersi dalla testa Raoul, l’uomo irraggiungibile che si è preso cura di lei quando una pandemia ha decimato la popolazione terrestre, ora accentrata in un’unica strada che attraversa l’Europa. Raoul è a capo di un’organizzazione del nucleo Dieci e sta cercando di arginare i danni provocati da un contagio che si attacca al cervello, nutrendosi di pensieri. Gli umani infettati sono mine vaganti e si comportano come zombie, per cui Tessa non si stupisce quando Raoul le invia uno dei suoi collaboratori affinché la riporti indietro. O forse questo amore non è più così platonico?


Jacko è un musicista che vive al nucleo Venti da quando è sbarcato dalle vecchie Americhe. Uno dei transatlantici che recuperano uomini sui continenti più desolati lo ha portato sulla Pandemonium Road con la sua ragazza Aisha, e insieme hanno iniziato una nuova vita. Ma il destino di Jacko è segnato e il contagio lo attende dietro l’angolo del garage. L’organizzazione del Dieci, però, sa benissimo che alcuni infettati possono guarire grazie a un misterioso programma di recupero. Cosa, di preciso, Raoul metterà a rischio, nel momento in cui deciderà di affidare il caso a un collaboratore che è di strada?



IL PARERE DI LUC CEL:

Devo dire che il libro mi ha preso sin dalle prime pagine.
Siamo in uno scenario post apocalittico ben delineato, dove tutto si svolge lungo il percorso di questa strada, la Pandemonium Road, che ha di per sé caratteristiche sorprendenti e scenari intriganti.
Qui si dipana la vita dei sopravvissuti, che sono davvero pochi e che si inseriscono nella nuova società senza troppe difficoltà, potendo anche scegliere il tipo di contributo che potranno dare per la ricostruzione.
La trama è avvincente, una nuova minaccia si sta facendo strada. In tale contesto, abbiamo una protagonista Tessa, che tra dolcezza e ironia è alla ricerca dell’amore, ma anche della sua indipendenza. Il suo percorso sulla strada le cambierà la vita.
I personaggi son davvero tratteggiati bene…
La cyborg, dura, quasi disincantata, ma anche comprensiva che va incontro alle esigenze e fa sempre quello che deve essere fatto… mi sono innamorata di lei.
L’infetto, una rockstar seguita dal pubblico, nonché uomo affascinante, che da un momento all’altro si ritrova privato dei suoi pensieri, della sua umanità, ma nella sua testa cerca di lottare per rimanerne padrone. Vedere lo scorrere dei suoi pensieri, mentre tenta di non farsi mangiare i ricordi, mi ha appassionato molto.
Ci sono dei dettagli intriganti come ad esempio la presenza di prodotti alimentari senza marchio, poiché non esiste più la concorrenza. Sarebbe uno scenario quasi auspicabile vedendo come abbiamo ridotto, oggi, la nostra società. Inevitabilmente si innesca uno spunto di riflessione riguardo a quello che potrebbe essere, a come potremmo reagire al posto dei protagonisti, e ciò porta a tifare per loro, non si può farne a meno.
Lettura caldamente consigliata.



Inspirò a fondo e inserì le monete per prendersi una merendina al cocco. La solita. Senza nome.
Perché, da quando erano rimasti in pochi, non c’erano più corse ai
posti di lavoro, né concorrenza fra aziende, e i prodotti giravano così,
fra gente che non aveva problemi di denaro… 


Nessun commento:

Posta un commento