Translate

domenica 16 luglio 2017

RECENSIONE "SARAH GILMORE: LA CUSTODE" di Fabio Fanelli


Buongiorno follower, buona domenica!
Luc Cel ha letto "Sarah Gilmore: La Custode" di Fabio Fanelli 😊








Titolo: Sarah Gilmore: La Custode - vol. 1
Autore: Fabio Fanelli
Genere: Fantasy

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 15,60 





TRAMA:


Se scoprissi di possedere un grande potere e di non saperlo gestire...se dovessi proteggere un libro...un Grimorio potente bramato da tutti, un libro che può essere letto solamente da un puro di cuore?
Il mondo magico è in grave pericolo, il nemico è in agguato pronto ad agire. Solo una ragazza può salvarlo, una ragazza comune del destino speciale.
Sarah Gilmore non sa di essere la nuova Custode, colei che è destinata a proteggere il Grimorio. Riuscirà a fronteggiare gli Oscuri che bramano il libro e il potere che ne deriva? Riuscirà Sarah ad adattarsi a una nuova vita piena di pericoli ed ostacoli da affrontare? 




IL PARERE DI LUC CEL:


Ci tengo a precisare che questo libro è adatto alla letteratura per ragazzi.

La lettura non è così scorrevole, la necessità di descrivere particolari utili all’evolversi della trama rende tutto molto lento, così pure l’alternanza tra passato e presente, seppure dovuta, rallenta notevolmente la narrazione.
Lo stile lineare dell’autore compensa tutto ciò, facilitando l’assorbimento dei dettagli.
I personaggi sono molti, come spesso avviene in questo tipo di contesti, tra cui la custode che deve allenarsi per sconfiggere il male, “Gli Oscuri”. Mi sarebbe piaciuto trovare un carattere un po’ più forte e meglio delineato, ma in questo caso esce fuori verso la fine del libro, come se avesse avuto bisogno di tempo per esprimersi e fare un percorso.
La vicenda gira intorno alla protezione di un prezioso libro detto il “Grimonio” e alla ricerca di un cristallo dai grandi poteri. Il tutto è condito da leggende già conosciute ma che rimangono affascinanti come quella delle Moire che è inserita in modo carino all’interno della trama.
Ho apprezzato molto l’impaginazione arricchita di simboli e immagini.
Peccato per i refusi e qualche dimenticanza che ci fa inciampare nella lettura. Lettura che resta tuttavia piacevole e che consiglio di prendere con calma per gustarsi i particolari della storia. 



Nessun commento:

Posta un commento