Translate

giovedì 13 luglio 2017

TRIPLA RECENSIONE "IN TANGO" di Paulina B. Lawrence


Buon pomeriggio follower!
Daniela Perelli, Franca Poli e Alessia Toscano hanno letto "In tango" di Paulina B. Lawrence 😃







Titolo: In tango
Autore: Paulina B. Lawrence

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagine autore:
L'amante Nello Specchio
Sette gelsomini
In tango







TRAMA:


Un giorno come tanti, Bruno Melis - insegnante di canto e talent scout cagliaritano - trova ad aspettarlo, nella sala d’attesa della sua scuola, un’allieva particolare: Angelina, incinta di sette mesi e priva della parola, gli è stata mandata da Milano dall’amico psichiatra Giorgio Erdas per prendere lezioni di canto. Dopo un iniziale sconcerto, Bruno decide di prendere comunque la ragazza sotto la sua ala protettiva e, travolto dalla passione per lei, inizia a darle delle lezioni di canto ‘alternative’ per cercare di farle riaffiorare la voce, sulla base dell’unico elemento che lei gli ha fornito per aiutarla: il tango argentino. Ben presto alcuni comportamenti ‘singolari’ di Angelina, lo attrarranno nella rete di mistero che circonda il suo passato, e Bruno si ritroverà invischiato nella ricerca spasmodica non solo della voce ma anche dei trascorsi della ragazza, finendo intrappolato in una serie infinita di supposizioni su chi Angelina sia veramente, su che vita conducesse prima di incontrarlo, e sul reale motivo che l’ha condotta a Cagliari da lui…

Una calda estate cagliaritana, l’odore del mare che avvolge la città, le grida delle rondini, le urla dei gabbiani e il tango argentino, fanno da sfondo ad una passione improvvisa e insensata, all’attrazione di un uomo verso una donna di cui non può conoscere il passato, in una intensa storia sulle seconde opportunità che la vita ci offre. 




IL PARERE DI DANIELA PERELLI:

Intenso e commovente!
La musica è magia, è linfa vitale. La musica ci aiuta a sfogare momenti dolorosi, o ci fa vivere ancor più intensamente momenti di gioia. Riporta a ricordi lontani, ci fa sognare, ci fa pensare al futuro, ci dà la giusta energia per affrontare le novità che ci aspettano, facendocele vivere con convinzione e coraggio. La musica è una terapia perché ti fa rivivere tante volte momenti dolorosi, ma ti aiuta a non soffocarli, solo ad affrontarli.Tutti questi pensieri hanno popolato la mia mente durante la lettura di questo romanzo: ogni parola, ogni frase, per me era accompagnata dalle dolci note di una canzone, ed è stata una vera e propria magia fino alla fine.Angelina, la misteriosa protagonista, attraverso la musica comincerà a muovere nuovamente i primi passi verso la vita, proprio come un neonato quando abbraccia per la prima volta tutto ciò che lo circonda. E lì troverà Bruno, affascinante insegnante di canto, pronto ad accoglierla in quell’abbraccio, seppur titubante in un primo momento.I sapori, i colori, le descrizioni dei luoghi che fanno da cornice alla loro storia sono anch’essi vivi, e ci accompagnano tra i paesaggi di Cagliari. Una terra di bruciante amore e passione, proprio come sarà bruciante l’amore e la passione che entrambi si troveranno a condividere…Complimenti all’autrice per il suo stile narrativo armonioso e poetico. Ne consiglio assolutamente la lettura 😊 




IL PARERE DI FRANCA POLI:

In questo libro si percepisce il legame che l'autrice ha con Cagliari, la città dove è ambientato il romanzo. La descrizione dei luoghi è veramente accurata. Leggendolo, ti sembra di essere lì. Di passeggiare sulla spiaggia, sederti su una panchina nei giardini pubblici, vedere le rondini e i gabbiani volare sul mare. Ma soprattutto ti viene voglia di ballare sulle note del tango argentino. Questo ballo ha un ruolo fondamentale nella storia d'amore che nasce tra i due protagonisti principali, Bruno Melis maestro di musica e Angelina. Altri personaggi che ricoprono un ruolo molto importante sono Giorgio Erdas, e Laura, rispettivamente amico ed ex moglie di Bruno.
A causa dello shock subito durante uno scippo avvenuto a Milano, Angelina si ritrova priva di memoria e non riesce più a parlare. Inoltre è incinta di sette mesi.
Sarà Giorgio, un medico psichiatra che per primo l'ha soccorsa, a mandarla in Sardegna dall'amico per vedere se riesce a farle ritrovare almeno la voce.
All'inizio Bruno non ne vuole sapere di dare lezioni di musica ad una persona che non parla, ma poi vedendola indifesa e vulnerabile decide di aiutarla.
Il tango argentino e la lingua spagnola saranno gli unici elementi che lui può disporre per cercare di capire chi è veramente Angelina.
Riuscirà il ballo più sensuale e passionale al mondo non solo a guarire la ragazza, ma anche a curare il cuore di lui, andato in mille mezzi dopo aver divorziato dalla donna che amava?
Bello sia il prologo che il finale.
Una romantica storia d'amore che unisce due persone molto diverse tra di loro. Questa però non è l'unica relazione che troviamo nel libro, visto che in qualche modo assistiamo anche alla nascita di un'altra coppia, quella tra Giorgio e Laura.
Chissà se l'autrice ha in programma di scrivere un romanzo con loro due come protagonisti.
Assolutamente consigliato.
Complimenti Paulina B. Lawrence. 





IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Intrigante, sensuale, avvolgente e coinvolgente!Mi è piaciuto molto questo romanzo di Paulina B. Lawrence Scrittrice, in cui possiamo quasi respirare i profumi e gli odori della sua terra, sembra di passeggiare con i protagonisti per le strade dei caratteristici borghi cagliaritani in cui è ambientato. Sull'isola sembra si viva un tempo sospeso, in cui ci si lascia trasportare dalle emozioni...Una storia molto particolare, come lo è il protagonista Bruno, affermato insegnante di canto... Misteriosa e affascinante, come Angelina, incinta di sette mesi, che non riesce più a parlare e non ricorda nulla del suo passato, a causa di un trauma subito. La passione che nasce tra i due ci dice che si può amare e vivere nel presente, attimo dopo attimo, costruendo un nuovo futuro insieme...Ho trovato interessante che Bruno accetti e si innamori di Angelina così com'è, riuscendo a superare tutti i suoi dubbi, anche in modo a volte insensato... Il punto forte di lei è che non si cura delle apparenze e accoglie l'uomo senza remore, senza fardelli di vita passata... I due riescono a comunicare tra di loro senza parlare, attraverso gli sguardi, i profumi, la pelle... e ancora, la musica, il ballo... il tango, passione pura e travolgente. Questa terapia probabilmente è più utile al carattere chiuso e particolare di Bruno, che alla condizione di mutismo di lei.Una storia, secondo me, da leggere su più livelli, dove viene data grande importanza ai sensi, più che alla razionalità e alla ragione.Tutta la lettura è stata accompagnata dalla mia curiosità di sapere chi fosse Angelina e perché fosse arrivata proprio sulla strada di Bruno. Ho tifato per loro, mi sono emozionata e ho vissuto le vicende insieme a loro. La scrittura di Paulina è piacevole e scorrevole, è stata molto brava a creare la suspense in un crescendo psicologico che avvolge tutto il racconto, attraversato dall'erotismo e la sensualità dei protagonisti.I fili conduttori che fanno da sfondo a tutta la storia sono il tango e il mare... Interessanti e ben costruiti anche gli altri personaggi. Laura, ex moglie di Bruno, che inizialmente potrebbe sembrare superficiale, ma andando avanti invece si scopre una donna molto sensibile. E lo psichiatra Giorgio, amico di lui, che gli "spedisce" Angelina da Milano: come medico non è riuscito a fare uscire la donna dal suo mutismo, ma crede che Bruno grazie al canto potrebbe aiutarla. Bella storia che mi ha catturato, facendosi leggere tutta d'un fiato!Quindi, secondo me, molto consigliato. 



Nessun commento:

Posta un commento