Translate

martedì 23 gennaio 2018

RECENSIONE "7 MESI" di Elena Carletti



Buon pomeriggio follower!
Un'altra recensione per "7 mesi" di Elena Carletti, a cura di Alessia Toscano 😊







Titolo: 7 mesi
Autore: Elena Carletti
Genere: Commedia romantica

Disponibile in ebook a € 1,99
e in formato cartaceo a e 6,99

Pagina autore: Elena Carletti Libri






TRAMA:


Elisabetta è una trentenne pigra, spendacciona e non le importa niente di nessuno. Ama le scarpe con il tacco, il caffè, la birra e, più di tutti, mortificare le persone. Quando riceve la partecipazione di nozze di una sua ex compagna di scuola va nel panico. Come può presentarsi senza lavoro e senza un accompagnatore? Si prefigge tre obiettivi: dimagrire, trovare lavoro e un fidanzato.
Nei 7 mesi che la separano dal matrimonio farà di tutto per raggiungere il suo scopo e, grazie all’aiuto di Roberto, riuscirà a trovare lavoro da un commercialista. Lavoro che si complica quando la donna propone un progetto di risanamento per una ditta che sta fallendo, coinvolgendo l’amico e Ivana: la collega apprendista piena di buone intenzioni.

Elisabetta ultra – determinata per i suoi loschi scopi, inappropriata nel ruolo di benefattrice, narcisista e sboccata riuscirà a capire che nella vita contano anche i sentimenti? Sono sufficienti 7 mesi per cambiare una persona?   




IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Una storia frizzante e divertente con una protagonista, Elisabetta, irriverente, sicura di sé, narcisista, superficiale e... cinica. O meglio, crede di esserlo e fa di tutto per comportarsi come tale. Non riserva alcun sentimento agli altri e non si cura che, col suo modo di fare, possa offendere e far rimanere male chi le è vicino, indistintamente che si tratti di amici, conoscenti, colleghi, o parenti.
Potrebbe risultare antipatica inizialmente, ma la scrittura, eseguita con il suo punto di vista, farà entrare il lettore nella psicologia della donna. In realtà mi è piaciuta molto la sua caparbietà, il modo di aggredire le avversità, come se i limiti e gli ostacoli esistessero solo ed esclusivamente per essere superati. Quindi potrebbe essere presa anche come esempio, se non fosse così poco interessata a ciò che le accade intorno. Trovo che l'autrice sia stata davvero abile nella costruzione del suo personaggio, dalla personalità iniziale, fino alla sua svolta. Un percorso di crescita e presa di coscienza.
Il protagonista maschile, Roberto Vecchi, a mio avviso è molto stuzzicante, sia per l'approccio alla vita che a Elisabetta, sua ex compagna di classe. Ovviamente l'ho trovato oltremodo affascinante e me ne sono subito invaghita!
I due si incontrano per caso da adulti e, guarda un po', dovranno andare entrambi al matrimonio di un'altra loro ex compagna. Che paura: una rimpatriata... Per lei, single, disoccupata e non proprio in perfetta forma fisica (secondo lei) si prospetta un incubo. Ma la cosa giusta da fare è rimboccarsi le maniche e non piangersi addosso.
Però mettiamo anche che il destino la aiuta un pochino, facendole incontrare per caso, appunto, Roberto e gli ingredienti (insieme alle sue scorribande nei negozi) per una commedia romantica e divertente alla Bridget Jones ci sono tutti!
Il tempo che la separa dal fatidico matrimonio sono proprio sette mesi, durante i quali decide che deve per forza rimettersi in carreggiata, non per se stessa, eh... no, no... Per apparire, sbaragliare tutti e brillare in mezzo agli altri.
Però... però, alla fine si arriva sempre a fare i conti con i propri sentimenti e le emozioni.
Romanzo adatto per una lettura veloce e spensierata, con uno stile scorrevole e avvincente.
Molto interessanti e ben inseriti nella storia anche tutti i personaggi secondari, che in realtà svolgono dei ruoli chiave nelle vite dei protagonisti. I siparietti tra Elisabetta e sua mamma mi hanno divertito, come anche le scene con i loro datori di lavoro.
Non sempre tutto è come sembra, e a volte le cose vanno a finire come non ci si aspetta.
Inoltre trovo che l'autrice sia molto ferrata in termini giuridici e commerciali, per ricreare tra le pagine delle situazioni aziendali in modo dettagliato e credibile.
Devo dire che in questo romanzo ho trovato una bella morale, attimi di emozione e commozione, e di romanticismo, mi sono sciolta durante una canzone dedicata a... da...
Eh, per saperlo, per sorridere, riflettere e anche trovare emozioni sincere e spontanee, consiglio vivamente di leggere Sette mesi di Elena Carletti.



Nessun commento:

Posta un commento