Translate

sabato 26 novembre 2016

E PER NATALE... TUTTI AL CASTELLO! di Silvana Sanna




Titolo: E per Natale... Tutti al castello!
Autore: Silvana Sanna

Disponibile in ebook a € 1,99











TRAMA:

Che significato hanno le strane condizioni imposte dal defunto Gerardo ai pronipoti per avere il diritto di assistere alla lettura del testamento? Sono solo frutto della stravaganza del vecchio signore o sono state dettate con uno scopo ben preciso?
Pur seccati da tali imposizioni, Marta, Benedetta, Alina e Stefano, tra di loro cugini e unici parenti di Gerardo, nella speranza di una ricca eredità si adattano ad ottemperare alle ultime volontà del caro estinto e, come da istruzioni, nell'imminenza del Natale si recano con le relative famiglie nella lussuosa dimora dove avevano trascorso da ragazzi, ospiti del prozio, le vacanze estive e quelle natalizie.
Un ritorno che non fa piacere a nessuno: anni prima, durante il loro ultimo soggiorno nel "castello", era accaduto qualcosa che aveva determinato fra i quattro cugini una frattura che mai era stata ricomposta, ed ora nessuno avrebbe desiderio di rivedere gli altri ed essere costretto a rivangare gli sgradevoli avvenimenti del passato.
La situazione che trovano al castello, e il comportamento ambiguo del personale ancora in servizio nella villa nonostante la morte del proprietario, aumentano lo sconcerto per la strane clausole imposte dal defunto zio, fino alla conclusione della storia con la lettura del testamento: una conclusione che riserverà non poche sorprese a tutti. Compresa la ricomparsa di una preziosa collana di smeraldi, che, anni prima, era misteriosamente sparita… 


DICE L'AUTRICE:

Fin da bambina ho sempre amato il Natale, la sua magia, il suo profondo significato di pace, amore, riconciliazione, un significato che oggi è stato sostituito troppo spesso da una vuota coreografia di superficialità e di consumismo. Il mio amore per questa ricorrenza si traduce, ormai da diversi anni, in racconti di argomento natalizio nei quali emerge inevitabilmente il mio modo di pensare. Le mie storie però non sono zuccherose e romantiche, amo raccontare la realtà e anche in questo caso i personaggi non sono del tutto positivi, come è, del resto, la maggioranza della gente normale. Da dove mi è arrivata l'idea per "E per Natale... tutti al castello"? In quel momento (anche ora veramente...) eravamo un po' a corto di quattrini (e non credo che la mia famiglia sia la sola!) e un giorno mi sono detta "Ci vorrebbe una bella eredità di qualche vecchio zio per risolverci i problemi!" Stavo giusto spremendomi le meningi per scovare un argomento per il tradizionale racconto natalizio e mi si è accesa in testa la classica lampadina. La cosa fa un po' ridere, ma è andata proprio così! E' un racconto corale, i personaggi sono parecchi, e siccome quando io leggo un romanzo dove c'è tanta gente a volte mi confondo..all'inizio della narrazione li ho indicati con i rapporti di parentela. Il finale è a sorpresa e forse la conclusione non è quella che il lettore potrebbe aspettarsi... ma è comunque un lieto fine, proprio come si addice al Natale e al mio carattere ottimista. Dato che è solo un lungo racconto e non un romanzo ho impiegato circa un mese per scriverlo, lavorando, come purtroppo sono costretta a fare, sempre e solo di notte.

Nessun commento:

Posta un commento