Translate

giovedì 8 dicembre 2016

RECENSIONE "OLTRE I CONFINI DEL CUORE" di Rosanna Fontana





Titolo: Oltre i confini del cuore
Autore: Rosanna Fontana

Disponibile in ebook a € 0,99 e in formato cartaceo a € 9,00









TRAMA:

Noemi è una giovane donna vittima di un grande dolore. Due anni fa ha perso il marito Ivan per colpa di una grave malattia. L'unico scopo che le rimane, per ridare senso alla sua esistenza, è di dedicarsi ai bambini che vivono nel luogo in cui lavora come educatrice, una comunità per minori. Non è facile ripartire dopo il lutto, ma all'improvviso qualcosa cambia. Grazie a un incontro fortuito, il suo cuore ricomincia a battere per Stefano, un fruttivendolo del mercato rionale. A causa di un grande equivoco, si perdono subito di vista, per poi ritrovarsi dopo qualche settimana in comunità, dove lui è stato assunto come tuttofare. Subito rinasce un forte interesse reciproco, ma nulla è come sembra. Il loro è un rapporto complesso, fatto di tira e molla continui, di dubbi e segreti. Eppure c'è qualcosa che li lega, nonostante le incomprensioni. Riuscirà l'amore a essere più forte del dolore? O il sospetto la vincerà su tutto?  
 

IL MIO PARERE:


La storia è molto carina, si legge con piacere fino alla fine, mi ha anche strappato qualche risata (lo scambio di battute con il cameriere del pub è stato troppo esilarante) e, cosa per me molto importante, è scritta molto bene, tuttavia non mi ha convinta al 100%. Il mio problema è che ho avuto qualche difficoltà a rapportarmi con i protagonisti: entrambi per certi versi infantili nelle azioni e negli atteggiamenti, sebbene entrambi trentenni e con alle spalle esperienze di vita che, se non uccidono, quantomeno invecchiano... Lei, in particolar modo, si dimostra arrogante e approfitta un po' del suo ruolo di vice nella comunità per l'infanzia dove entrambi lavorano, comportandosi da "arpia". PS: una che prende in giro un dipendente con gli altri e denigra il suo lavoro è da denuncia per mobbing, poco ma sicuro. Senza contare il linguaggio a volte scurrile che a me, personalmente, non piace sentire sulla bocca di una donna. Al posto del protagonista l'avrei mandata a quel paese senza rimpianti, ma lui si è innamorato di lei da subito e subisce pur di restarle accanto. Il tira e molla tra loro si protrae per buona parte del libro, compatibile con i sentimenti altalenanti di cui sono investiti. Un attimo prima vogliono dichiarare il loro amore, quello dopo cambiano idea e, ogni volta, basta niente per passare da stati di felicità a stati di totale depressione. In conclusione, ne consiglio comunque la lettura perchè, come dico sempre, magari i dettagli che a me non sono piaciuti possono trovare consenso positivo in altri, quindi fatemi sapere cosa ne pensate :)

 

Nessun commento:

Posta un commento