Translate

lunedì 1 maggio 2017

RECENSIONE "UN INDIMENTICABILE MARITO" di Barbara Hannay



Buongiorno follower, buon inizio settimana, buon inizio mese e, soprattutto, buona Festa Del Lavoro 😀
Oggi immagino - e spero - che siate tutti a casa a godere di questa festività, quale momento migliore, quindi, per suggerirvi la lettura di questo libro? 😉😄
Ho preso seriamente il mio ruolo di "ambasciatrice Harmony", cosa credete? 😉😄 





Titolo: Un indimenticabile marito
Autore: Barbara Hannay

Casa editrice: HarperCollins Italia
Serie: Harmony Jolly di Aprile

Disponibile in formato cartaceo a € 3,30

Pagina autore: Barbara Hannay Author 






TRAMA:


Non sempre al primo colpo si capisce chi abbiamo a fianco, ma la seconda volta sì
Approfittare della debolezza di una donna non è mai un'azione onorevole, ma il milionario Max Kincaid è pronto ad accantonare ogni morale per salvare il proprio matrimonio. Carrie, sua moglie, ha perso tutti i ricordi che aveva di lui a causa di un incidente. Per Max questa è l'occasione perfetta per far rivivere i giorni più belli della loro storia d'amore un appuntamento alla volta, riscoprendo il romanticismo dei primi giorni, prima che la routine e le parole non dette mettessero in crisi i loro sentimenti. È una corsa contro il tempo, un gioco pericoloso, perché Carrie potrebbe ritrovare la memoria da un momento all'altro... e decidere di lasciarlo per sempre.


IL PARERE DI SILVIA COSSIO:
Semplicemente bellissimo! Una storia d’amore al contrario, nel senso che si comincia dalla fine prima di scoprire l’inizio e tutti i retroscena. Mi spiego meglio… Tutto inizia con l’incidente di lei, con la conseguente amnesia, e la possibilità, o forse dovrei dire speranza, da parte del protagonista di capire cosa è andato storto nel suo matrimonio.  Ci si ritrova a brancolare nel buio insieme alla protagonista, con la stessa frustrazione e la stessa voglia di recuperare la parte di memoria sottratta da un destino che forse, tutto sommato, intercedendo, ha deciso di concedere una seconda possibilità. Con il proseguire della lettura, i vari tasselli del puzzle trovano la loro collocazione, raccontando in parte gli avvenimenti che hanno portato all’allontanamento di lei, tenendo tuttavia in serbo quello che si potrebbe definire l’elemento scatenante, ovvero la causa di tutto.
Ho apprezzato molto questo tipo di narrazione, il modo in cui l’autrice ha saputo tenere alta la curiosità, in un crescendo lento ma continuo, facendo sì che nulla possa essere dato per scontato e che il lettore si “guadagni” l'atteso finale. Finale che porta con sé non solo la memoria, ma anche la presa di coscienza da parte della coppia dei propri errori e il desiderio di superare insieme qualsiasi ostacolo, in linea con quelle che sono le promesse matrimoniali…
Consigliato! 


Nessun commento:

Posta un commento