Translate

mercoledì 3 maggio 2017

"THE RIGHT MAN - LA RIVINCITA" di Elizabeth Giulia Grey


Buon pomeriggio follower!
Il nuovo libro di Elizabeth Giulia Grey è online! 😀






Titolo: The Right Man - La Rivincita
Autore: Elizabeth Giulia Grey

2° vol. della serie The Right Man

Disponibile in ebook a € 2,99

Pagina autore: Elizabeth Giulia Grey 
Blog: Scrivere è la mia passione 






TRAMA:


Sara Campbell ha perso tutto o quasi: non parla più col padre da oltre tre anni, ha divorziato dal marito da più di un anno, è oberata di debiti e ora le è stato sottratto in modo subdolo anche il lavoro e ogni prospettiva di trovarne un altro. Ma Sara non è tipo da arrendersi ed è disposta a tutto pur di difendere la sua reputazione. 

Robert è uno degli avvocati più brillanti e meglio pagati di tutta New York, dedica tutto se stesso alla carriera e ha poco tempo per le donne. E poi è convinto di avere ormai capito tutto di loro. Ma se non fosse davvero così e avesse sempre sbagliato? Può l’incontro del tutto imprevisto con Sara rimettere ogni cosa in discussione?
Anche quando si è convinti di aver chiuso col passato, quello può riaffacciarsi senza alcun preavviso, rimescolando le carte. E a quel punto non è più possibile sfuggirgli. L’unica possibilità è affrontarlo.
Robert e Sara si renderanno conto che lottare insieme, fianco a fianco, è molto meglio che farlo da soli. Sarà allora che le loro certezze si sgretoleranno, le loro difese cadranno e le loro vite cambieranno per sempre.



BIOGRAFIA E OPERE:


Elizabeth Giulia Grey è nata a New York il 25 agosto 1973 da madre italiana e padre americano. La sua vita si è svolta prevalentemente in Italia, dove si è trasferita con la madre all'età di quattro anni. È avvocato e vive a Varese con le due figlie Alice e Alessia e il compagno Manuel.

Elizabeth ha sempre amato il mondo della narrativa, fin dai tempi delle scuole, prima come semplice lettrice, poi, piano piano, nella veste sempre più consapevole di autrice. I suoi primi tentativi risalgono all'età adolescenziale quando iniziò a scrivere un paio di romanzi fantastici che, tuttavia, vennero abbandonati in corso d'opera e mai terminati. Risucchiata dagli impegni scolastici prima e lavorativi poi, non ha più pensato a coltivare questa passione finché, trovatasi improvvisamente senza lavoro, ha deciso di approfittare di un avvenimento sfavorevole per trasformarlo in una vera e propria opportunità. Scrivere l'ha aiutata a superare un momento difficile e, nello stesso tempo, a riscoprire un mondo mai davvero dimenticato.
The right man – La rivincita è il suo terzo romanzo e fa parte della serie The right man di cui ogni capitolo ha vita a sé, pur essendo in qualche modo collegato con gli altri.
Altri romanzi dell’autrice: 30 days to love e The right man – La brace sotto la cenere tutti disponibili su Amazon.



DICE L'AUTRICE:



Sara Campbell è una donna che sa cosa vuole dalla vita e non ha paura di mettersi in discussione, è decisa, caparbia, passionale, ma anche onesta e sincera. Anche quando sembra che il destino le abbia voltato le spalle, non si fa abbattere, si rialza e combatte con orgoglio e dignità. Sara è un personaggio che è nato per caso. Tutto il romanzo, in realtà è nato per caso. Quando ho terminato The right man – La brace sotto la cenere, mi sono resa conto che Robert meritava una rivincita, ma lì per lì non avevo idea di come strutturare una storia efficace che desse il giusto risalto a un uomo come lui. Qualche mese fa, però, ho avuto l’ispirazione per un romance ad ambientazione legale e a quel punto mi sono detta: il protagonista può essere solo Robert. Per uno come lui, così educato e per bene, tuttavia, non poteva bastare una donna comune, doveva trattarsi di un personaggio forte, di classe e soprattutto, di qualcuno in grado di conquistare la madre bisbetica che ha fatto naufragare la storia con Samantha. In pratica, ho plasmato Sara sulle necessità di Robert, ho creato una donna che lo ripagasse di quanto subìto nel primo capitolo della serie. 

Il protagonista maschile. Robert Carter è un affascinante avvocato dell'alta società Newyorkese che dedica tutto il suo tempo alla carriera e allo studio legale fondato da suo padre, ha trentotto anni e una notevole esperienza sia in fatto di legge che in fatto di donne. La sua caratteristica peculiare è la capacità di sapersi sdoppiare: sul lavoro è corretto ma freddo, al punto tale da essersi guadagnato il soprannome di Iceman, e tratta i suoi casi e i suoi clienti con distacco, salvo qualche rara eccezione; nella vita privata, invece, è generoso e appassionato, specialmente con gli amici e i famigliari. Con le donne, poi, cambia ancora e la sua tattica preferita diventa la fuga. Sara irrompe nella sua vita proprio quando Robert aveva ormai rinunciato alla possibilità di costruirsi una famiglia.    


BREVI ESTRATTI:

“Robert Carter emana un’aura di potere che sarebbe impossibile non notare e che lo rende diverso dagli altri, da tutti gli altri, la sua espressione è decisa, la sua postura autoritaria, perfino il modo in cui la giacca gli cade lungo le spalle ha qualcosa di unico e poi il suo sguardo... È lo sguardo di chi è abituato a vincere, di uno che vince così spesso e da così tanto tempo che non sa nemmeno più cosa sia un pareggio, figurarsi una sconfitta.”
“Siamo soli, io e Sara. E la cosa non mi piace.
 Non c’è alcuna buona ragione perché mi debba sentire tanto agitato, lo so, così come so che dovrei pensare a lei solo come a una cliente in difficoltà e che dovrei concentrarmi sul caso e su nient’altro, ma è più dura del previsto. Il suo viso è lo specchio dei suoi pensieri, basta osservarla negli occhi per leggerle dentro, in lei c’è una schiettezza, una genuinità e una purezza che non avevo mai visto prima, in nessuno. Nel corso di questa riunione una miriade di emozioni si sono susseguite, la forza ha ceduto il posto alla fragilità e poi di nuovo l’orgoglio ha ripreso vigore spazzando ogni debolezza, riaccendendo il suo sguardo di una luce così intensa che in un primo momento ho creduto di aver visto male. Possibile ci sia così tanto in lei, mi sono detto? Be’, la risposta è sì. Sara è un concentrato di energie positive, mi basta starle vicino per sentirmi anch’io più forte, per sentirmi capace di tutto.”
“Me ne resto qui a fissare questa donna incredibile domandandomi cosa avrei fatto io al suo posto se tutti coloro su cui contavo mi avessero abbandonato, lasciandomi a terra, senza un lavoro e senza prospettive, pieno di debiti e con due figli che dipendono interamente da me. Sarei impazzito, ecco cosa sarebbe accaduto, mi sarei sentito perso e avrei annaspato in cerca d’aria. Ma lei no, lei non si è lasciata abbattere. Mai. Quando è stata costretta ad andarsene dalla Robinson, Lee & Smith ha avuto la lucidità di non firmare l’accordo che le hanno proposto, ha raccolto in pochi giorni tutta la documentazione necessaria per fare ricorso e si è mossa per tempo presentando richiesta di gratuito patrocinio, rifiutandosi di regalare inutilmente denaro a un avvocato che con ogni probabilità avrebbe fatto fare tutto a lei e ha istruito una pratica come non ne vedevo da anni. È stata perfetta. Forte, decisa, inarrestabile: perfetta, appunto.”
“È un bacio subito intenso, possessivo, selvaggio. Ci siamo trattenuti troppo a lungo e ora siamo finalmente liberi di prenderci ciò che era nostro fin dal principio. Prima di farmi sopraffare dalla passione della sua lingua contro la mia, delle sue mani che mi sfilano la camicia dai pantaloni e si insinuano al di sotto per graffiarmi la pelle, del suo corpo così meravigliosamente caldo premuto contro il mio, però, decido di rallentare. Non è così che voglio che sia. Non la prima volta.
Perciò faccio un lungo respiro e le prendo il viso fra le mani, poi con una leggera pressione lo allontano da me, ma solo il viso perché con il resto del corpo rimango esattamente dove sono, dove voglio essere, incollato a lei. I suoi occhi schizzano nei miei e sotto una superficie fatta di eccitazione e desiderio colgo un’incertezza e una paura che mi straziano.
Non voglio parlare, so che la mia voce mi tradirebbe, perciò mi affido ai gesti. Le accarezzo la guancia e le sorrido con dolcezza, poi appoggio la mia fronte alla sua e faccio un altro respiro. Solo allora, quando sento di essermi calmato, riavvicino le mie labbra alle sue. Stavolta la bacio con calma, prendendomi tutto il tempo che ci vuole per gustare in pieno questo momento. Mi muovo sulla sua bocca lentamente, riempiendola di piccoli baci, le sfioro la pelle del volto con delicatezza, respiro il suo profumo a pieni polmoni senza smettere mai di sorridere.


Nessun commento:

Posta un commento