Translate

venerdì 15 settembre 2017

"NON PIANGERE" di Federica Petroni



Buongiorno follower!

Torna in self, revisionata e con un nuovo "vestito", la mia prima avventura nel romance (e nel soft-erotico) di Federica Petroni 😃 

L'autrice lo ripropone così com'è nato: libero e sfacciato, ma anche revisionato e migliorato in molti punti.
Quest'anno, inoltre, potrebbe arrivare un seguito. 









Titolo: Non piangere
Autore: Federica Petroni
Genere: Romance

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 8,99

Pagina autore: I Libri Di Francesca Petroni 






TRAMA:


Noemi ha vent’anni e si è appena diplomata. 

Sta ancora soffrendo per la perdita del padre, quando un evento cambierà la sua vita.
Chi è l’ uomo biondo a cui ha appena distrutto il paraurti dell’auto? 

Lo scoprirà presto, intrecciando una relazione fatta di passione, carne, lacrime e sangue. Imparerà che, fra il dolore e il piacere, il confine può essere così labile da non poter essere distinto. Ma anche che la sofferenza, quella vera, può distruggere se non si ha la forza di combatterla. 




NOTE SULL'AUTRICE:

Francesca Petroni è nata a Roma nel 1979, laureata in Giurisprudenza, ha un master in marketing e lavora in una multinazionale. Vive a Roma e ha due bambini. Studia Filosofia all'Università. Ha pubblicato "L'altro lato del sole" e "Quando arriva la notte" con La Corte Editore e "LIVIA" con Le Mezzelane Casa Editrice. 







DICE L'AUTRICE:


Nel mio "oscuro" passato ho lavorato in un night club e sono venuta in contatto con il BDSM. All'epoca non c'era ancora tutto questo fanatismo post-sfumature e ho avuto la fortuna di conoscere l'argomento in maniera molto meno commerciale.


Per questo motivo, quando ho letto 50 sfumature di grigio (quasi fino a metà), sono rimasta molto male di come era stata trattata la questione.
Ho pensato così di utilizzare lo stesso tema BDSM dentro una storia che avesse come tema portante il discorso di "dolore" da vari punti di vista.  Ci tenevo soprattutto a mostrare come quello che viene spesso considerata una "trasgressione" è più vicino a uno "stile di vita" che rispecchia, portandole alla luce, inclinazioni che forse abbiamo tutti.

Poi ammetto di aver ceduto anche al "sogno rosa" del principe azzurro, ma mi sono detta, perchè farselo mancare?
Tutte queste cose è "Non piangere", titolo che trae in inganno perchè sembra che qualche lacrima la porti fuori 😃





BREVE ESTRATTO:


«Io devo farlo da solo. Nessun altro deve più subire il mio stupido, egoismo disperato», prosegue, «Specialmente tu.»
«Dimmi che non mi stai lasciando», mormori.
Lui ti guarda e socchiude appena le labbra come se l’aria a disposizione non bastasse per dire quello che vorrebbe. Sono bagnate dalla pioggia che scivola sul suo volto e dai suoi occhi.
«Devi farlo tu, devi andare via», mormora poi scuotendo la testa.
«No, smettila, Marco.»
«Ti prego, vai via e dimentica tutto», ti implora. «Dimenticati di me e di tutto questo… Male.»
«Io non vado da nessuna parte.»
«Non capisci? Rovinerò la tua vita, Noemi», insiste afferrandoti le spalle. «Lo sto già facendo e, alla fine, non ci sarò per rimettere insieme i pezzi.»
Ma sei tu a non cedere. Sei tu che puoi permetterti di non cedere.
«Marco, io non ti lascio», affermi. «Tu non sei da solo.»
«Noemi, no. Non farlo.»
Resisti al suo tentativo di sfuggire ai tuoi occhi e gli appoggi una mano sul collo.
«Tu non sei da solo, Marco», ripeti. «Sono qui, resto qui. Perché ogni adesso che passo insieme a te è il motivo per cui sono nata. Hai capito?»
«Ti prego, Noemi.»
«Hai capito?»



Nessun commento:

Posta un commento