Translate

lunedì 23 luglio 2018

RECENSIONE "TRAVOLTI DALL'AMORE" di Susy Tomasiello



Buon pomeriggio follower!
Franca Poli ha letto "Travolti dall'amore" di Susy Tomasiello, edito Un cuore per capello. 




Autore: Susy Tomasiello

Genere: Romance contemporaneo

Casa editrice: Un Cuore Per Capello

Disponibile fin ebook a € 0,99
e in formato cartaceo a € 12,93






TRAMA

Emma ha due convinzioni nella vita: sua nonna e la fotografia.
Quando però viene licenziata, capisce che deve rivoluzionare la sua vita se non vuole andare a lavorare dai suoi genitori che sono dentisti. Per un po’ decide di rifugiarsi a casa di sua nonna, ed è proprio lì che scopre per caso delle lettere tra Lorenzo e Giulia.
La loro storia è stata interrotta sul più bello senza un motivo e quando sua nonna le racconta che Giulia è stata una sua grande amica, decide di rintracciarla. Grazie a internet non è difficile e senza pensarci due volte parte con nonna Chiara per Napoli. Non si è mai allontanata così tanto da Firenze e l'impatto è forte, soprattutto quando scopre che Giulia ha un nipote davvero insopportabile: Alessandro.
Alessandro non approva l'idea di rintracciare Lorenzo, un uomo di cui non conosceva nemmeno l'esistenza e in più non sopporta Emma e la sua invadenza.
Tra equivoci, scontri verbali e baci infuocati, Alessandro ed Emma scopriranno che l'antipatia reciproca forse può essere superata.
Tra amori vecchi e nuovi, tutti saranno travolti dall'amore.   




In questo libro si possono trovare due belle storie d'amore. Una, molto romantica, vissuta più di settanta anni prima da Giulia e Lorenzo, arrivata ai giorni nostri attraverso delle lettere. L'altra invece riguarda i due giovani protagonisti, Emma e Alessandro.
Il tutto ha inizio quando Emma, a casa della adorata nonna Chiara, trova delle vecchie lettere. La nonna le racconta che erano state scritte dalla sua amica Giulia nel 1938. Il destinatario era Lorenzo, il ragazzo di cui era innamorata. La ragazza si appassiona talmente a questa bella storia d'amore che decide di cercare le due persone.
Grazie ad internet riesce a trovare Giulia. Così assieme a Chiara parte per Napoli. Sarà proprio nella città partenopea che conosce un bellissimo, sexy, introverso e arrogante insegnante di storia, Alessandro, nipote dell'anziana signora.
I due si detestano a vicenda fin dal loro primo incontro, ma, per amore delle nonne, accettano di mettersi alla ricerca di Lorenzo.
Durante il lungo viaggio che intraprendono, imparano a conoscersi, ad aprirsi e a confidarsi.
Il libro è veramente carino. La scrittura è fluida e scorrevole, anche se ho notato alcuni piccoli refusi che comunque non rovinano la lettura e ho faticato a dare un'età precisa ai tre anziani protagonisti. I dialoghi risultano veloci e la trama coinvolgente al punto che, nonostante il romanzo sia piuttosto lungo, non viene mai a noia, anzi, si deve continuare a leggere per vedere cosa succede, pagina dopo pagina. E’ narrato con il pov di Emma e Alessandro. Mi piace questo modo di scrivere perché così si possono avere i due punti di vista riguardo gli avvenimenti che si vengono a creare ed entrare meglio in sintonia con i protagonisti. Bella anche l'idea di iniziare i capitoli con una delle lettere scritte da Giulia e Lorenzo.
La descrizione dei luoghi dove è ambientata la storia è molto accurata: Napoli, Mergellina, Gaeta e il suo mare. Per non parlare della caccia al tesoro che si svolge in spiaggia e il matrimonio a cui i due protagonisti hanno partecipato durante la ricerca di Lorenzo... sembrava di esserci, di partecipare agli eventi.
I personaggi sono ben delineati. Di ognuno vengono evidenziati i pregi e i difetti, i vari sentimenti che provano verso le altre persone. Ho amato fin da subito Emma e Alessandro, sono entrata immediatamente in sintonia con loro. Come è invadente, chiacchierona, frizzante, sentimentale e un vulcano di idee lei, così è taciturno, scorbutico, rigido e inflessibile lui. Inoltre, è restio ad aprire il suo cuore, lo fa solo con nonna Giulia. Mi sono divertita a leggere dei loro litigi. Non erano d'accordo su niente, dalla musica, al divertimento, al cibo. Qualsiasi situazione che si veniva a creare era motivo di discussione tra i due. Una cosa però li accomuna, ovvero il rispetto e l'affetto che hanno per le rispettive nonne. Anche Lorenzo, che finalmente ha trovato il coraggio di spiegare a Giulia il perché ha improvvisamente smesso di scriverle, mi è piaciuto, così come la famiglia di sua figlia Vanessa. 
Nonostante i due anziani protagonisti abbiano avuto un matrimonio felice, non hanno mai dimenticato il loro primo e giovanile amore. Perché se è quello con la A maiuscola, nemmeno la lontananza e il trascorrere del tempo riescono a scalfirne il ricordo. 
Termino la recensione con questa lettera di Giulia:

“Sono Felicissima anch'io di questa seconda opportunità, caro Lorenzo. E non intendo sprecarla. Una parte del mio cuore è sempre stata tua e credo proprio che lo sarà per sempre. 
Auguro la stessa felicità a Emma e Alessandro adesso, perché se lo meritano entrambi.
Tua Giulia.”

Libro bello e romantico che io mi sento di consigliare.
Brava Susy Tomasiello.




2 commenti:

  1. Bella recensione sarei curiosa di leggere questo romanzo

    RispondiElimina
  2. Grazie davvero per questa bella recensione e soprattutto grazie per aver dedicato del tempo alla lettura del mio libro

    RispondiElimina