martedì 24 settembre 2019

"TUTTO ALL'IMPROVVISO" di Lucia Lacchei



Buongiorno follower, buon martedì!
Vi segnalo "Tutto all'improvviso" dell'autrice Lucia Lacchei, primo volume della serie "The Son Series"




Autore: Lucia Lacchei
Serie: The Son Series Vol.1

Genere: Romance New Adult

Disponibile in ebook a € 0,99

Contatto Facebook: Lucia Lacchei




TRAMA:

Perché l'amore si trova sempre nei luoghi più improbabili ed inaspettati del mondo?
Di ciò ne sa qualcosa Evee Curtis che spostandosi in un'altra città per una proposta di lavoro, non farà a meno di incontrare il ragazzo che la stravolgerà in tutto e per tutto per il suo imminente colloquio. Ed anche di più.
Cambiare città per lei sarà un'impresa molto difficile, ma eventualmente dovrà fare questo sacrificio se vuole lasciarsi alle spalle una delusione personale che l'ha segnata sin dall'adolescenza e che si protrae negli anni.
Cedric Muller è un ragazzo che ama stare al centro dell'attenzione, e per il lavoro che svolge sembra proprio che non gli dispiaccia starci sotto quelle luci scintillanti.
Alle spalle si è lasciato un dolore atroce da sopportare ogni singolo giorno, e per assurdo quasi in contemporanea un doppio tradimento, e non vuole sentir neanche lontanamente parlare di nessun genere di smancerie poiché la sua storia passata lo ha segnato sin nel profondo stravolgendo tutto. Ogni cosa. Però, forse, per volere del destino, incontrando due occhi color del verde smeraldo gli faranno cambiare idea sui suoi sentimenti verso l'amore?
Scalfiranno la roccia dietro cui ci si è nascosto o continuerà a innalzarsi fin quasi a sommergerlo del tutto?
Lei stravolgerà la sua sopravvivenza tanto quanto lui ha stravolto l'esistenza di lei, oppure sarà tutto il contrario?
Tutto all'improvviso primo libro della The Son Series.



BIOGRAFIA:

Sono Lucia e vivo a Campagna. Dal primo momento che ho letto il mio primo libro non pensavo minimamente di conseguenza di scriverne uno tutto mio e figurarsi di arrivare a pubblicarlo, ma penso di esserci riuscita. Non amo molto parlare di me poiché sono molto riservata, ma ho scoperto, attraverso la scrittura e fondamentalmente anche la lettura, che anche se solo per cinque minuti staccare dalle abitudini e dalla routine della giornata ed immergersi nelle avventure nei libri è un qualcosa che si dovrebbe sempre fare e non va mai sopravvalutato e neanche sottovalutato. Poiché leggere o scrivere un libro non è uscire dal mondo, ma entrare nel mondo attraverso un altro ingresso.






DICE L’AUTRICE:

Dalla prima volta che lo scrissi sulle note del telefono. Non mi ricordo di che giorno fosse, ma ricordo ancora che ero bella tranquilla vicino al fuoco e stavo aprendo il mio profilo su facebook ma poi non lo feci e aprii la cartella sulle note del telefono e come un fulmine a ciel sereno cominciai a scrivere questa storia. A buttare giù idee su idee salvandole come bozze...e così nacque il primo capitolo, il secondo, il terzo e così via.
E così nacque il mio primo romanzo.
Circa tre anni fa era, non ricordo con esattezza, il 23 febbraio 2016 venni a conoscenza tramite un messaggio letto casualmente dell'applicazione Wattpad - dove le storie prendono vita, e il giorno dopo cominciai a pubblicarla su quell' app lì, ma poi la tolsi per revisionarla e non la pubblicai più.
Oggi più precisamente il 09/09/2019, devo dire con molta paura e ansia nel farlo, l'ho pubblicata on-line sui vari store di una certa importanza.
Non mi reputo una scrittrice vera e propria, ma leggendo-leggendo-leggendo qualcosa ho appreso e fatto mio che in questa vita non si smette mai di imparare. E ogni giorno si impara qualcosa di nuovo.






BREVE ESTRATTO:

«Ehi… che profumino. Cosa stai cucinando?»
Si sporge verso di me al lato sinistro e mi lascia un piccolo bacio sul lobo dell'orecchio, mi asciugo rapidamente le mani e lo afferro per la sua maglietta e lo attiro verso di me di nuovo baciandolo.
«Cos'è questo bacio dato così?» mi dice, mordicchiandomi il labbro inferiore più e più volte.
«Un bacio.» gli sorrido e alzo le spalle.
«Oh, no. Questo mi pare proprio un flashback.»
Sorrido e fa un passo indietro facendo segno verso il lavandino, e scuote la testa.
«L'acqua che scorre...»
Fa un'altra volta un passo verso di me mettendo le sue mani ai bordi del lavello rinchiudendomi quasi in un suo abbraccio, e si abbassa su di me quasi a un centimetro dalla mia bocca.
«Se non ricordo male anche quella volta stavi cucinando...»
Ci guardiamo, e nessuno dei due osa distogliere lo sguardo dagli occhi dell'uno negli occhi dell'altra.
Mi lascia prima un bacio all'angolo destro delle labbra e poi si allontana.
«E io ti ho distratta come ti sto distraendo ora.»
Poi mi lascia anche un bacio all'angolo sinistro delle labbra.
Lo so cosa sta facendo. Sta temporeggiando per non arrivare subito al sodo e baciarmi sulle labbra, però anche io lo voglio distrarre e così gli rispondo azzerando la distanza tra noi toccandogli le labbra senza baciarlo. «Comunque sto preparando gli spaghetti con il sugo e la cotoletta con l'insalata.»
Poi, come se una forza mi avesse spinto all'improvviso, mi spingo verso di lui e faccio scontrare le sue labbra contro le mie prendendo l'iniziativa come mai mi era successo prima d'ora con un ragazzo.

E lo bacio, per poi subito dopo, sussurrargli parole sulle sue labbra invitanti che presagiscono baci proibiti e infiniti. 


Nessun commento:

Posta un commento