Translate

lunedì 30 gennaio 2017

"COME FIORI TRA LE MACERIE" di Monica Maratta


Buongiorno follower,
oggi vi segnalo il libro di Monica Maratta 😊





Titolo: Come fiori tra le macerie
Autore: Monica Maratta
Casa Editrice: Capponi Editore
Disponibile in formato cartaceo a € 15,00

Pagina autore: 
https://www.facebook.com/Ioprovoascrivere2016/?fref=ts




TRAMA:


Correva l’anno 1922 quando, in un piccolo paese della Ciociaria fiancheggiato dalle verdi acque del fiume Liri e incorniciato dai monti Aurunci, la piccola Filomena perde quanto di più caro ha al mondo: i genitori.

Prima l’adorata madre le viene strappata dalla grande influenza, detta anche febbre spagnola; poi il padre decide di emigrare all’estero, in cerca di chissà quale fortuna.

Filomena, sarà cresciuta dagli anziani nonni, vivendo l’imponente povertà di quei tempi, la fame e l’ancora diffuso analfabetismo.

Diventata una ragazza, bella e ammirata, rinuncia a un amore sincero e, per sfuggire alla miseria, va a cercare lavoro nella Capitale, prendendo servizio presso una famiglia benestante.

Seppur disillusa dall’amore e dagli uomini, per colpa dell’abbandono del padre, la giovane viene raggirata e ingannata da un militare, il quale le fa credere di amarla e volerla sposare, per poi sparire non appena Filomena rimane incinta.

La giovane donna, di nuovo sola, con una figlia da far crescere con le sue sole forze e in balìa dei pregiudizi dell’epoca per la sua condizione di ragazza madre, decide di tornare al paese natio dove si trova ad affrontare lo scoppio della seconda guerra mondiale.

La sua terra natale, distrutta e sfortunata nell’essersi trovata a far parte della tremenda linea Gustav, troverà la forza per rinascere dalle ceneri e dal sangue dei suoi caduti per merito dell’animo forte dei sopravvissuti.

                                            
                                            BIOGRAFIA:

Monica nasce a Roma nel 1975. Vive nella provincia con la sua famiglia e gli adorati gatti. Svolge con dedizione il lavoro di educatrice di asilo nido per il Comune di Roma.  In “Come fiori tra le macerie” trova ispirazione dalla difficile vita della nonna paterna e con la stesura del romanzo, seguita dalla pubblicazione, l’autrice sente di donare un gesto d’amore nei suoi confronti. Anche l’ambientazione è suggestiva poiché il piccolo paesino, ai piedi di Montecassino, è stato lo scenario dei disastrosi bombardamenti da parte degli alleati che tentavano in quel modo di sfondare la linea difensiva Gustav creata dai tedeschi. “Come fiori tra le macerie” oltre ad accogliere una tenera storia d’amore, dal sapore antico e ingenuo, tenta di riportare alla memoria le brutture del ventennio fascista, la dura vita dei contadini e l’analfabetismo ancora assai diffuso. Filomena è la nonna di tutti noi.


Nessun commento:

Posta un commento