Translate

martedì 25 aprile 2017

RECENSIONE "GLI OCCHI DELLA SPERANZA" E "NON MANDARMI VIA" di Daniela Mastromatteo


Le recensioni di oggi sono dedicate ai libri di Daniela Mastromatteo. 





Titolo: Hope - Gli occhi della speranza
Autore: Daniela Mastromatteo

Vol.1 della collana "La Speranza"

Disponibile in ebook a € 1,99 e in formato cartaceo a € 10,72

Pagina autore: I Romanzi Di Daniela Mastromatteo 





TRAMA:


Hope racchiude un segreto, qualcosa di cui nemmeno lei è del tutto consapevole. Durante l'ultimo anno di scuola partecipa a una festa di compleanno che le stravolge la vita: da quella sera Hope non è più la stessa. Si nasconde dietro orribili abiti neri, larghi e più grandi di lei. Copre il suo seno prosperoso con delle fasce strettissime e a tradirla sono solo i suoi occhi: due meravigliose iridi azzurro-cielo.
La vecchia Hope non esiste più: si chiama Op, adesso, e inizia a soffrire d'asma e repentini attacchi di panico. La madre è convinta che la città non sia favorevole al suo stato di salute, quindi decide di farle passare le vacanze estive dagli zii, sul lago di Costanza.
Daniel vive da sempre in una bellissima tenuta di campagna tra i piccoli paesini di Daisendorf e Meersburg. Alla morte del padre ha ereditato la tenuta, nonostante la netta opposizione delle sorelle e della madre, le quali vorrebbero un futuro migliore per lui. Daniel però ama la sua terra più di qualsiasi cosa al mondo. Dedica il suo tempo al lavoro e trascura la vita sociale. Non ha molti amici, né crede più nei sentimenti: Julia gli ha spezzato il cuore.
Entrambi rifiutano l'amore, ma ben presto diventano amici e le loro convinzioni precipitano nel vuoto. Quando sembra che tutto stia andando per il meglio il destino gioca la sua parte: Daniel e Hope sono legati da sempre. Daniel si rifiuta di accettare questo turbine di informazioni. Non vuole crederci e non sa come dirlo a Hope. Proprio ora che i loro cuori avevano ripreso a battere, la cruda verità potrà separarli per sempre. Tanti segreti, troppe rivelazioni e una sola speranza: sarà più forte l'amore?



IL PARERE DI FRANCA POLI:


Questo è il primo di due libri collegati tra di loro. È autoconclusivo e con un finale ben definito. La storia mi è piaciuta, è fluida e avvincente. I protagonisti sono caratterialmente ben delineati.

Hope e Daniel si incontrano in una cittadina tedesca sulle sponde del lago di Costanza, dove lui vive e lavora nell'azienda agricola che ha ereditato dal padre, mentre lei, che abita a Berlino, è in quel luogo per trascorrere le vacanze scolastiche a casa degli zii.
Avendo entrambi un passato molto sofferto, tendono a non avvicinarsi troppo alle persone e indossano una maschera per proteggersi da eventuali delusioni e dispiaceri. Il loro primo incontro è tutt'altro che amichevole, ma una volta che iniziano a frequentarsi e a conoscersi la reciproca diffidenza si trasforma in amicizia e attrazione.
I ragazzi decidono di approfondire la loro relazione, ma ecco che succede qualcosa che mette a dura prova tutto ciò. Può un segreto, svelato dalla madre di lei, dare una svolta al loro rapporto?
Non posso dirvi di più, per non fare spoiler, però a volte ci vengono tenute nascoste delle situazioni che potrebbero cambiare il corso della nostra vita.
In questo romanzo si dà ampio spazio al rapporto conflittuale che il protagonista ha con le due sorelle, una in particolare è disposta a tutto pur di ottenere ciò che vuole. Il problema sono i soldi e l'azienda agricola che il padre ha lasciato al fratello. Argomento che, purtroppo, si affronta spesso anche nella realtà.
Mi è piaciuto assistere, pagina dopo pagina, alla nascita di una bella storia d'amore, nonostante tutte le difficoltà incontrate, tra due persone che ormai non credevano più ai sogni.
Direi che ha tutte le caratteristiche per essere una piacevole lettura.
Peccato per alcuni errori di ortografia e qualche dialogo troncato che, anche se non ne compromettono la lettura, abbassano un po' la mia valutazione, pur rimanendo positiva.










Titolo: Non mandarmi via
Autore: Daniela Mastromatteo

2 vol. della collana "La Speranza"

Disponibile in ebook a € 1,99 e in formato cartaceo a € 12,19 




TRAMA:


Maya è un’educatrice d’infanzia e nel tempo libero ama scrivere favole per bambini. La sua vita è apparentemente perfetta. Ha due splendidi amici, Charlotte e Chris, vive ancora con i suoi genitori sul lago di Costanza e ha una storia epica con Niklas dai tempi del liceo. Tutto sembra ruotare per il verso giusto, fino a quando, in una calda sera di primavera, la giovane ragazza decide di imboccare una strada poco trafficata, al rientro dal lavoro. Quella notte, un ragazzo scalzo, sporco e senza alcuna apparente identità piomberà nella sua vita come un uragano.
Non si sa nulla di lui, eccetto il suo nome. Eppure Maya non riesce a restare indifferente dinanzi alla sofferenza che scorge in quei profondi occhi azzurri. 
Nate è scontroso, irascibile e non sopporta la troppa gentilezza della ragazza. Non crede nei rapporti umani e vuole soltanto approfittare della sua ingenuità. Inizia così una convivenza forzata, un susseguirsi di segreti nascosti, avvenimenti struggenti e scoperte che cambieranno radicalmente la vita di entrambi. Una settimana soltanto: era questo l’accordo; ma si sa, le cose non vanno mai come le pianifichiamo.



IL PARERE DI FRANCA POLI:


Questo libro è collegato a “Hope: gli occhi della speranza” in quanto Maya Meyer, la protagonista è la figlia di Hope e Daniel.

Mi è piaciuto, però ad essere sincera ho preferito quello che parla dei genitori di lei. Forse perchè qui la storia è più complessa, molto più lunga e, secondo me, a volte un po' ripetitiva. Parla di violenza, sia fisica che psicologica, del desiderio di cambiare vita, ma il passato non si può cancellare, così spesso ritorna e rende tutto più difficile. Inoltre il rapporto che si instaura tra Maya e Nate è molto complicato e spesso conflittuale.
I due protagonisti non possono essere più diversi tra di loro, nonostante abbiano la stessa età, ventiquattro anni. Lei lavora come insegnante in un asilo, ha una famiglia che ama, due amici fidati e un fidanzato. Lui invece non ha fiducia nelle persone, è senza lavoro, da alcune settimane vive come un barbone e non mangia da giorni. È proprio quando sta cercando del cibo che i due si conoscono e quell'incontro sconvolgerà l'esistenza di entrambi.
Maya ha un debole per le persone in difficoltà, così quando lo vede, contro il parere degli amici, lo ospita nel suo appartamento, anche se non sa niente di lui, nemmeno il nome. Nate accetta l'aiuto, ma è insofferente alla sua gentilezza, in quanto crede che, come tutti quelli che conosce, abbia un secondo fine per comportarsi in quel modo.
È un libro “rosa” che parla sì d'amore in senso generale, per la famiglia, gli amici, ma affronta anche temi molto importanti, come la malattia e i soprusi. Ti fa capire che, se lo desideri veramente e se hai vicino le persone giuste, puoi trovare la forza di cambiare vita. Ad un certo punto della storia ci sarà un importante colpo di scena che metterà in discussione tutte le certezze avute fino a quel momento dal nostro protagonista.
Ho potuto constatare che in entrambi i libri l'autrice tratta argomenti molto attuali che, purtroppo, sono all'ordine del giorno e fanno riflettere. Lo fa comunque in modo leggero, senza esagerare con le descrizioni e senza dilungarsi troppo nei dettagli. Li ho apprezzati proprio per questo.
Bello e consigliato da parte mia.
Brava Daniela Mastromatteo. 


Nessun commento:

Posta un commento