Translate

martedì 20 giugno 2017

"CON LA PIOGGIA D'AUTUNNO" di Paoletta Maizza


Buongiorno follower, buon mercoledì!
Un'altra nuova uscita da prendere seriamente in considerazione 😃







Titolo: Con la pioggia d'autunno
Autore: Paoletta Maizza

Casa editrice: Lettere Animate Editore

Disponibile in ebook a € 2,99

Pagina autore: Always, Love Forever







TRAMA:


Un viaggio, due mondi che si incontrano. Giulietta, giovane e arrabbiata con la vita, Jean uomo solitario e schivo. La Puglia, la pioggia, la famiglia, il passato e il presente che si incrociano in un puzzle di coincidenze che porteranno solo ad un punto, all’amore. A dispetto di ogni cosa, persino degli ostacoli del cuore e delle scelte obbligate, Giulietta e Jean si diranno mai “ti amo”? Capiranno che la vita è fatta di sorprese e di rinascita? Un sorta di favola in cui il tasto ON mette in circolo uno straordinario viaggio dentro se stessi. 



DICE L'AUTRICE: 

Con la pioggia d'autunno è un romanzo a cui sono particolarmente affezionata. È nato tre anni fa e l'ho scritto interamente a mano su block notes quaderni, fogli volanti poiché il mio pc si era rotto, ma era ritornata in me la voglia matta di rimettermi a scrivere, non lo facevo da tempo. Così, la mia bella e dolce protagonista ha iniziato a vivere e porta il nome di Giulietta, come la protagonista della tragedia shekespeariana, ma lei non morirà ve lo garantisco. Rinascerà per amore e capirà che la vita è un posto stupendo e che la sofferenza fa parte di noi. Riuscirà a dire “ti amo”? Una frase senza importanza per lei, senza alcuno spessore. Chissà se ne sarà capace… Intanto una stupenda canzone di Gino Paoli metterà in moto qualcosa che non potrà più fermare. 



BREVE ESTRATTO:

Più alto del sole può volare solo l'anima di chi si perde nello sguardo di chi gli sta di fronte e risveglia in lui un sentimento profondo, incerto e misterioso. Più alto del sole può volare il mio cuore che, intrappolato in questa nuova situazione, non sa come comportarsi. Non sa, ma è evidente che si muove selvaggio e indisponente verso la mia logica immatura e prepotente che mi ha impedito fino ad oggi di sentirmi bene e di provare qualcosa verso un uomo. Sono letteralmente a pezzi dopo aver corso almeno per due chilometri senza esagerare e lui mi guarda con quei due occhi, quelli stessi che ho disegnato senza nessuna difficoltà. Sento che il mio cuore potrebbe esplodere da un momento all'altro sotto l'effetto di Jean. Lui sta fumando e non mi sembra tanto strano. Sembra che lui e le sigarette siano una cosa sola. Mi piace. Mi piace come mi osserva e come mi fa sentire. 



1 commento: