Translate

domenica 25 giugno 2017

RECENSIONE "UNA DONNA IN LEASING" di Laura Cialè


Buon pomeriggio follower!
Luc Cel ha letto "Una donna in leasing" di Laura Cialè 😃







Titolo: Una donna in leasing
Autore: Laura Cialè

Casa editrice: Editoriale Anicia

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 15,00 






TRAMA:


Cosa spinge un quarantenne affermato a siglare un contratto di leasing per avere una escort? Il piacere estremo, la solitudine dell’uomo d’affari o l’amore inconsapevole? 
Marcello Maffei noto professionista romano si reca a San Pietroburgo nel ruolo di procacciatore d’affari per un’importante mediazione finanziaria che gli frutterà guadagni e successo. Già al suo arrivo però, allo scopo di condizionarlo, i suoi committenti lo mettono di fronte al fatto compiuto: notti di sesso illimitato con Elena, una ventenne ucraina di rara bellezza, stella del porno e delle pratiche erotiche. Marcello rimane soggiogato non riuscendo a sottrarsi alla passione. 
Quando torna in Italia è tormentato dal desiderio di Elena tanto da decidere di averla tutta per sé a qualsiasi costo tramite un losco figuro che funge da contatto con la malavita internazionale.
Una volta al suo fianco Elena cambierà i parametri di riferimento di Marcello dimostrandogli di non essere una schiava bensì una donna dalla personalità complessa già minata da ricordi indelebili.
Quando Marcello si rende conto di essersi innamorato di lei, credendo di essere ricambiato, i fantasmi del passato riaffiorano per una serie di incredibili coincidenze: la storia pregressa di Elena riprende forma in modo drammatico fino ad un epilogo sorprendente.
Soltanto la costante presenza dell’onesto e fidato Nassor, il maggiordomo che fa da filo conduttore a tutte le vicende, ricomporrà con la forza di un mentore il tessuto di vita e le consapevolezze di ciascun personaggio.

Un romanzo breve con pennellate del classico romance che assume toni forti e spunti di riflessione sui ruoli maschili e femminili dell’epoca contemporanea in cui ciascuno, pur essendo protagonista e antagonista di se stesso, riesce ad arrivare all’orizzonte della coscienza. 




IL PARERE DI LUC CEL:


Ci troviamo in una realtà molto scomoda da digerire.
Un uomo molto ricco, pieno di sé e incentrato nel suo egoismo, vuole questa donna, Elena, e non si ferma davanti a nulla pur di averla, tanto che la affitta.
I personaggi che Laura Cialé costruisce sono incredibilmente realistici, i loro caratteri così ben tratteggiati che non si può fare a meno di rimanere coinvolti, anche se con sentimenti contrastanti. Marcello ad esempio non si riesce ad amarlo, anzi, ma non per questo è meno interessante scavare per approfondire i suoi meccanismi psicologici.
Elena, donna fragile e dura allo stesso tempo, il suo percorso è difficile, contrastato, si fa il tifo per lei, vorresti dirle: "Ehi bambola svegliati, alzati, fai qualcosa!"
Uno dei personaggi che colpisce nella storia è questo maggiordomo, Nassor, che segue il suo padrone in ogni esigenza, lo consiglia nel suo modo poco invadente e solo se richiesto. Si intuisce una bella storia dietro Nassor, tanto che spero che l’autrice ne sviluppi un nuovo lavoro.
Molti i temi affrontati, con garbo e stile narrativo invidiabile. Il percorso umano e realistico di certi ambienti è sgradevole come deve essere, senza sconvolgere.
Forse in alcuni punti scivola via troppo veloce, proprio lì dove vorremmo vedere meglio qualcosa di più.
È un romanzo che in sé contiene un percorso di crescita e di riscatto, dove si intuisce la voglia di credere che tutti possono farcela, e che si può cambiare, imparare ad amare.

Buona lettura. 




Nessun commento:

Posta un commento