Translate

sabato 1 luglio 2017

DOPPIA RECENSIONE "UOMINI, DONNE, DIFATTI" di Emanuele Angione


Buon pomeriggio follower!
Alessia e Luc hanno letto "Uomini, Donne, Difatti" di Emanuele Angione 😊








Titolo: Uomini, Donne, Difatti
Autore: Emanuele Angione

Disponibile in ebook a € 2,99
e in formato cartaceo a € 6,99 

Pagina autore: Uomini, Donne, Difatti 







TRAMA:


Di Fatti, di Uomini, di Donne, quanti ne sentiamo ogni giorno, ogni istante. Uomini, Donne, difatti sono loro che parlano e non parlano, fanno e disfano, pensano, riflettono, decidono per poi ripensare e decidere di nuovo. Fatto o misfatto, conscio o non conscio entra in loro, nella loro mente, nella loro psiche. Alimenta speranze, desideri, ma provoca anche sofferenze, dolori. La linfa infinita dell’Io in ombra tratteggia la loro esistenza. Uomini, donne, siamo noi, e sentiamo anche quando non vogliamo. E’ Riflesso nel quotidiano il nostro ragionare, nello spazio infinito della nostra mente, che è priva di confini reali ed è destinata, a volte all’oscurità, a volte alla luce. “Mens sana in corpore sano” dicevano i latini e davano a questa locuzione un valore esistenziale. Aver cura di ciò che non conosciamo è esistenza, ma non ti aspettare che tutto sia sempre scontato, la vita è mistero, fuori, ma anche dentro noi. Tutto ciò che è materiale lo vediamo, lo tocchiamo e ne facciamo una dimensione, una realtà, mentre ci impegniamo a comprendere ciò che non è materiale, a spiegarlo ma abbiamo un limite poiché i nostri sensi non percepiscono ciò che è, perché è; e sarà sempre differente per me e per te. Tangibile è sentir dire sto male, mi sono rotto la gamba e metterò il gesso, intangibile è sentir dire sto male, sono stanco, depresso, ma è sempre stare male. Siamo relativi, razionali, fatti di materia eppure siamo, almeno per il novanta per cento, fatti d’acqua che poi pian piano evapora e diviene mistero. Uomini e donne, difatti, dovremmo fermarci qualche volta e curare la nostra irrazionale ragione facendone un semplice pensiero di vita. 



IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Inizio la mia recensione dicendo che mi trovo un po' in difficoltà nello scrivere le mie impressioni, per il semplice fatto che non avevo capito bene dalla trama di cosa trattasse il libro. E anche inizialmente ho faticato a trovare uno scopo al romanzo... Ma andando avanti nella lettura ho provato ad accantonare la testa e lasciarmi trasportare dallo scritto di Emanuele Angione. Lo stile è scorrevole e piacevole, nonostante vengano trattati degli argomenti importanti come la ricerca dell'Io e questioni psicologiche... Mi è piaciuto il fatto che anche se vengono citate personalità come Jung o Platone, comunque le situazioni e le spiegazioni sono presentate in modo semplice e comprensibile. Per parlare di questi argomenti l'autore si è servito di personaggi diversi tra di loro che lo hanno aiutato a rendere la lettura non noiosa.
Il finale del racconto mi ha stupito e mi ha dato quel qualcosa in più, che altrimenti non avrebbe avuto!
Alla fine ci sono anche delle spiegazioni più approfondite per fare entrare nel mondo della psicologia e della psicoterapia anche noi meno esperti del settore, ed è stato interessante provare a fare i test che Emanuele ha riportato in coda al libro.
Si vede che l'autore ha studiato e si è documentato prima di mandare la sua creatura nel mondo!
Probabilmente lettura da consigliare agli amanti di questa materia. 



IL PARERE DI LUC CEL:

Sono rimasta spiazzata dalla
 trama che non descrive il contenuto del libro e in fondo dopo averlo letto ho capito perché.
 Questo libro è consigliato agli amanti della filosofia e della ricerca
 dell'Io. All'interno troviamo disgregazioni partendo da Socrate è Platone per finire a Jung. Una continua ricerca di conoscenza delle debolezze umane con un bel finale a sorpresa corredato da uno stile scorrevole. Da non dimenticare i test psicologici raccolti dall'autore che possono diventare un piacevole passatempo per chi fosse interessato. 



Nessun commento:

Posta un commento