Translate

giovedì 20 aprile 2017

INTERVISTA AD ALDA LA BRASCA


Buongiorno follower!
Eccoci al nostro appuntamento con le interviste del giovedì.
Protagonista di oggi è Alda La Brasca, autrice di "Segreti d'amore".
Leggete l'intervista che le abbiamo fatto e poi, se avete piacere, venite a trovarci nel gruppo delle harmonyne dove Alda avrà tutta la giornata a disposizione per farci conoscere i suoi lavori 😀 








INTERVISTA AD ALDA LA BRASCA:



1) Raccontaci qualcosa di Alda :) Parlaci del percorso che ti ha portato a essere quella che sei oggi.

Ciao, innanzi tutto grazie per l’opportunità. È bello esser qui e cercare di farmi conoscere un po’ da voi. Per quanto riguarda il percorso che mi ha portato a cimentarmi in questo mondo posso dire che è stato… turbolento. XD
Negli anni ho raccolto esperienza e ho conosciuto tante persone che mi hanno aiutato a essere ciò che sono oggi, ma soprattutto ho imparato a credere in me stessa.


2) Da dove nasce la tua passione per la scrittura?

Scrivere non era decisamente nei piani. Partiamo dal fatto che fino a pochi anni fa ero una ragazza molto insicura di me stessa e delle mie capacità. Ciò mi ha portato a fare delle scelte diverse da ciò che realmente volevo. Tutto è iniziato con la lettura, quando andavo alle medie, e non ho più smesso sfruttando al meglio la biblioteca. Sono sempre stata una ragazza dalla forte immaginazione e i libri erano davvero uno sfogo creativo e quando c’era da cimentarsi in temi di fantasia mi divertivo molto. Mi ha aiutato molto anche il mio essere curiosa. Leggendo imparavo parole nuove e così il mio vocabolario personale si ampliava e di conseguenza anche il mio modo di scrivere, appassionandomi sempre di più.


3) Come vedi il futuro dell'editoria? Self o CE? E-book o cartacei? E tu cosa preferisci?

Sono tutti essenziali, secondo me. Le case editrici sono e rimangono il pilastro dell’editoria, ma è innegabile il processo di evoluzione del Self. La possibilità che da il Self è una opportunità per molta gente talentuosa con un sogno da voler realizzare e tanta voglia di entrare in questo mondo meraviglioso. Stessa cosa riguarda e-book e cartaceo, di entrambi non se ne potrebbe far a meno anche se per motivi diversi.


4) Genere storico, paranormal, erotico... Scelta dettata dal mercato? Quanto può condizionare?

Per quanto mi riguarda, direi che non ho proprio pensato alle vendite ma a ciò che sentivo in quel periodo quando ho scritto Segreti d’amore. Quest’ultimo è un romanzo storico, direi che il mio è stato un azzardo considerando la difficoltà del genere e la mia poca esperienza. In compenso ho letto tanti libri su questo genere, che io continuo tuttora a preferire, e grazie alla mia immaginazione sono riuscita a creare il mio “Romanzo ideale.” Credo che il genere condizioni molto, sulla linea del mercato, lo dimostra il genere erotico che ultimamente sta spopolando. Io personalmente, adesso almeno, non potrei scrivere un erotico, un vero erotico. Non solo per un imbarazzo e disagio personale ma anche per la difficoltà che comporta scrivere un erotico, senza cadere nel banale e già visto.


5) Perché la gente dovrebbe comprare i tuoi libri?

Non credo debba essere io a spiegare il perché dovrebbero comprare il mio libro, penso che bisogni lasciarsi andare alle sensazioni che ti da il solo leggere la trama o anche l’anteprima del romanzo, per comprender se è davvero meritevole di essere letto.


6) Faresti mai compromessi per arrivare al successo?

A cosa servirebbe fare compromessi? Arrivare in cima, per poi guardarti indietro e comprendere di non aver fatto niente per essere arrivata dove sei adesso, sarebbe comunque un fallimento. Io, spesso e volentieri, ricordo l’esempio che una volta mi fece mio padre su una macchina 500 e una Ferrari. La Ferrari arriverà indubbiamente più velocemente della 500 ma perderà i piaceri, le fatiche e le gioie che portano, alla fine della corsa. Invece la 500 quando arriverà, perché ci arriverà, potrà dire di aver lottato fino alle fine e di aver vissuto ogni fatica e gioia, consapevole di non aver mai mollato e che alla fine prenderà anch’essa il suo premio con la consapevolezza di aver vissuto ogni momento. Io continuo ad essere quella 500, voglio godermi ogni momento di questo lungo viaggio. Non sarà facile, faccio ancora fatica a superare le mie insicurezze, ma è un processo che va svolto con la giusta calma e pazienza perché sono sicura delle mie capacità, come sono sicura che arriverò al successo sperato.


7) Il tuo sogno nel cassetto.

Fare della scrittura il mio mestiere. Sarà la mia rivincita personale.


8) Progetti per il futuro?

Dopo la serie Occhi Zaffiro, chiuderò per un po’ con il genere storico per iniziare un’esperienza con il contemporaneo.


9) Quanto è importante per te l'amore? Credi che nella vita reale esista il lieto fine?

L’amore è un argomento delicato e pieno di sfumature. Per me l’amore è essenziale, fa parte di noi e senza di essa saremmo solo dei corpi vuoti, perché credo che tutto nasca da quel sentimento. Ciò non toglie le difficoltà che comporta amare ed essere amati. Credo nel lieto fine ma credo anche al DOPO lieto fine, quando dopo diverse peripezie due persone si uniscono per amore e che insieme si supporteranno per un futuro roseo e felice, affinché tutti gli ostacoli che la vita darà si risolvano nel migliore dei modi, supportati da quel sentimento chiamato amore.



Nessun commento:

Posta un commento