Translate

giovedì 13 aprile 2017

DOPPIA RECENSIONE "DOPO IL BUIO ANCORA UNA SPERANZA" di Lucilla Celso


Dopo la presentazione dei giorni scorsi, ecco le prime recensioni sul libro di Lucilla Celso 😄










Titolo: Dopo il buio ancora una speranza
Autore: Lucilla Celso

Disponibile in ebook a € 0,99 







TRAMA:


Giulia, è una donna in carriera, brillante architetto e designer, è sempre stata una donna sicura, decisa e indipendente, ma dopo una violenta aggressione, le sembra di aver perso tutte le sue sicurezze. Incoraggiata da un’amica testarda, inizia a studiare arti marziali, scoprendo una forza che non credeva di possedere. Giulia si getterà anima e corpo negli allenamenti guidata dal suo istruttore, Alessandro, che la spingerà oltre i limiti. Un passo dopo l’altro la porterà a riconquistare la libertà. Giulia cercherà con tutte le forze la strada per risalire, riscoprendo l’amore verso l'uomo che le sta donando il controllo della sua vita.



IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Quando si inizia un romanzo che tratta argomenti un po' particolari e purtroppo reali come quello proposto da Lucilla Celso, viene sempre da chiedersi se sarà troppo impegnativo, duro o pesante. Almeno a me. Ma sono storie importanti da leggere, per non chiudere gli occhi: le violenze sulle donne accadono, anche e soprattutto al giorno d'oggi. Molte donne abusate si chiudono in loro stesse, a volte credendo di esserne state la causa, oppure l'aggressione, pur essendo stata denunciata, rimane impunita.Devo dire che l'autrice ha trattato l'argomento con grande rispetto ed eleganza. Interessante vedere le reazioni di Giulia a ciò che aveva subito. Mano mano che andavo avanti nella lettura rimanevo colpita da tutti i personaggi: i protagonisti, i loro amici e quelli marginali. Le loro caratteristiche sono state ben delineate e create in modo da risultare simpatici ed empatici.È stato emozionante seguire la rinascita di Giulia... Mi sono ritrovata a tifare per lei nei momenti in cui continuava a ricordare l'aggressione, o quando si rannicchiava e si appallottolava per proteggersi. Sembrava quasi di sentire le sue sensazioni ed emozioni. L'idea di reagire iscrivendosi a un corso di takewondo, spinta dalla sua vulcanica amica Laura, è stata geniale, a quanto pare, visti i risultati. E mi è piaciuta molto la scalata alla sua ritrovata sicurezza grazie a questa arte marziale e al suo istruttore Alessandro, che l'ha aiutata a tirare fuori una inaspettata e preziosa forza di volontà.Un uomo che le insegnerà come fare uscire fuori di nuovo la donna che è. Lei si abbandona completamente ai suoi consigli. Lo avrei fatto anche io! Lui, pieno di disciplina sembra sempre sapere cosa fare e non scomporsi mai... ma così non è: i sentimenti smuovono tutto, anche i sassi. E lui che sasso non è mi ha quasi fatto innamorare, metaforicamente parlando. Alessandro ha saputo conquistarsi la fiducia di Giulia, entrando nella sua anima poco a poco e diventando poi fiume in piena, di passione, desiderio, amore... Divertenti per il lettore, un po' meno per i due protagonisti, i piccoli equivoci che si sono creati ogni tanto tra loro...
Quindi intanto ringrazio Lucilla per avermi dato la possibilità di leggerlo in anteprima, cosa che non me ne ha precluso l'acquisto, visto che mi è piaciuto molto.Un romanzo che consiglio, per il tema che racconta e il modo non noioso né pesante in cui lo tratta; per Giulia, che potrei essere io, e che nonostante i momenti di difficoltà non si è arresa, ha stretto i denti e dritta per la sua strada; per la tenerezza, ma anche passione che scorre tra lei e Alessandro... E perché mi ha fatto battere il cuore ed emozionare, il tempo della sua lettura è corso via piacevolmente e mi ha lasciato un buon sapore.



IL PARERE DI SERENELLA PROCOPIO:

Ho avuto il privilegio di leggere in anteprima questo romanzo breve e devo dire che fin dalle prime pagine ho capito che la storia raccontata aveva un tema moto difficile che riguarda la violenza sulle donne. Giulia, la protagonista è una giovane e brillante donna in carriera che una sera tornando a casa viene brutalmente assalita e violentata. Da quel momento la sua vita è stravolta: si chiude in se stessa, entra in un tunnel di cui non vede la luce, non riesce a reagire a ciò che le è accaduto, non riesce a confidarsi con nessuno nemmeno con la sua amica, finché quest’ultima non trova il modo di penetrare il muro che la circonda. Per aiutarla, le suggerisce di iscriversi a una palestra per seguire un corso di autodifesa e Giulia dopo molti tentennamenti si decide a seguire il consiglio. Qui conosce Alessandro, maestro di Taekwondo una disciplina di arti marziali. Sotto la sua guida, a poco a poco Giulia ritrova un po' di sicurezza in se stessa anche perché il rapporto tra i due nel frattempo ha superato lo stadio di maestro e allieva. Giulia, però, rifiuta i sentimenti che Alessandro prova per lei e questo porterà a una serie di incomprensioni.
Tema difficile quello della violenza sessuale. Spesso chi la subisce è costretto a nascondersi dal mondo perché è convinto di essere in qualche modo responsabile di quanto accaduto e spesso non ottiene nemmeno giustizia nelle aule di tribunale. Senza contare che i colpevoli il più delle volte se la cavano con pene irrisorie, come spesso leggiamo sui giornali, costringendo le vittime a non denunciare neanche l'accaduto.
Complimenti all'autrice per come ha trattato l'argomento.



Nessun commento:

Posta un commento