Translate

venerdì 2 giugno 2017

RECENSIONE "INGANNO E REDENZIONE" di Rachael Thomas


Buon pomeriggio follower!
Ho appena concluso "Inganno e redenzione" di Rachael Thomas 😊





Titolo: Inganno e redenzione
Autore: Rachael Thomas
Miniserie "I perduti amori dei Di Sione" vol.2

Casa editrice: HarperCollins Italia
Serie: Collezione di Maggio

Disponibile in formato cartaceo a € 3,30

Pagina autore: Rachael Thomas Romance Writer 





TRAMA:

Il milionario Liev Dragunov ha trascorso una vita intera programmando la vendetta contro il responsabile della caduta in disgrazia della sua famiglia, e finalmente ha trovato in Bianca Di Sione l'arma giusta per concretizzare i suoi propositi. Tutti i tentativi di approcciarla però falliscono, fin quando non riesce a identificare il suo punto debole in un bracciale di inestimabile valore. Se davvero Bianca vuole entrare in possesso di quel gioiello, dovrà fingere di essere la sua fidanzata...
Presto però Liev scoprirà che la vendetta non è dolce come la passione, e che la bella Bianca è davvero innocente come sembra. 


IL PARERE DI SILVIA COSSIO:
Senza girarci intorno, inizierò con il dire che ho fatto fatica a finirlo. E la cosa peggiore è che mi sono ritrovata "bloccata" nella lettura dal momento che, per una questione di principio, difficilmente lascio un libro a metà - sebbene in questo caso la tentazione sia stata fortissima... - e quindi mi sono "imposta" di andare avanti. Senza contare che il mio ruolo di Ambasciatrice Harmony (ancora per poco, poiché di sto passo la Harper mi solleverà dall'incarico 😂😂), prevede che porti a termine i libri scelti, di conseguenza ero ferma nell'indecisione tra "ce la posso fare" e "la carta per il caminetto ce l'ho, devo solo ordinare la legna"... 😁
Ripetitivo a livelli imbarazzanti! Togliendo le volte in cui lei ricorda l'esperienza "drammatica" che ha vissuto a causa di un compagno di liceo che voleva portarsela a letto solo per vincere una scommessa (sia chiaro, non è che l'abbia aggredita o peggio, eh? Diciamo che è stata sufficiente la sola intenzione per provocarle un trauma tale da rovinarle l'esistenza), e le volte in cui lui ripensa al suo passato di sacrifici, oltre a una ex che gli ha spezzato il cuore, il libro si potrebbe dimezzare tranquillamente. 
Alla luce dei fatti, mi vien da pensare che l'autrice pensava di rivolgersi a un pubblico over novanta con gravi problemi di tipo neurologico, vista la necessità di ripetere quella e sempre quella, quella e sempre quella, quella e sempre quella, quella e sempre quella..... dà fastidio, vero? 😂 E se così non fosse, i problemi neurologici vengono lo stesso, eh? 
Trama debole che fa acqua da tutte le parti. Caratteri dei protagonisti non ben definiti. Entrambi dicono una cosa e poi ne fanno un'altra... Finale...  E non aggiungo altro, non ne vale la pena, avete già capito che non consiglierò questo libro, quindi inutile infierire. 

Nessun commento:

Posta un commento