Translate

venerdì 9 giugno 2017

TRIPLA RECENSIONE PER "IL DONO" di Irene Catocci


Buon pomeriggio follower!
Mi sa che oggi faremo la felicità di Irene Catocci 😉😄










Titolo: Il dono
Autore: Irene Catocci

Disponibile in ebook a € 0,99

Pagina autore: Il Dono Di Irene Catocci    







TRAMA:


Cassandra è una ragazza emotivamente bulimica, tiene a distanza per paura di soffrire, di essere abbandonata nuovamente.

La sua vita è in stallo, ferma a dieci anni prima, quando in un incidente stradale perdono la vita i suoi genitori.
Da quel momento, tutta la sua vita è cambiata, l'età dell'innocenza è stata strappata via, al suo posto ne è rimasto solo un guscio vuoto. Il suo unico amico è Damiano, ed insieme lavorano in un maneggio a Dicomano, un paesino nel bel mezzo della campagna fiorentina.
L'incontro con Gabriele, un ragazzo paraplegico, mette in discussione tutte le sue certezze. Da quel momento tutto sembra possibile, l'amore, una vita diversa e ricominciare a credere in un qualcosa di superiore, ad un futuro che si era preclusa tanto tempo fa.
Questa è la storia di Cassandra e Gabriele e del loro legame benedetto dal destino, una storia semplice, sui valori importanti della vita, sull'accettazione delle diversità e sull'amore, come unico “dono” da vivere pienamente e senza vergogna. 



IL PARERE DI DANIELA PERELLI:


Cassandra è la giovane protagonista di questa storia d’amore ricca di sentimenti. L’autrice narra l’amore a trecentosessanta gradi, in quanto vi sono molti personaggi che non solo fanno da contorno alla storia, ma mi sento di dire che sono un po’ protagonisti anche loro. In particolar modo Damiano, il migliore amico di Cassandra. Un dolcissimo rubacuori che però trova l’amore con Michele, e anche qui ci saranno sviluppi e molte emozioni forti che scoprirete leggendo la storia…
Quando Cassandra incontra Gabriele non si accorge immediatamente della sua “diversità”, proprio perché tale non è. Solo nell’osservarlo con più attenzione non può fare a meno di notare che non può camminare e, nonostante un piccolo momento di esitazione, momento in cui Gabriele percepisce quel disagio, non può fare a meno di ascoltare il suo cuore. Di come batte forte per lui, per quegli occhi che sono tutto. E allora gli sorride e gli chiede di non allontanarsi da lei. Comincia così la loro storia dolce e commovente, ma tanto tanto difficile. Fino ad arrivare a un colpo di scena che rimescolerà tutte le carte in tavola.
Lo stile di scrittura dell’autrice è molto semplice e in alcuni momenti un po’ da perfezionare, ma credo sia del tutto normale visto che si tratta del suo primo lavoro, ciò non toglie nulla alla fluidità della lettura, all’incastro ben eseguito sui vari eventi e sui diversi personaggi che popolano la storia. Molto belle le emozioni trasmesse e il messaggio che vi si può leggere tra le righe: l’amore è Amore, non conosce distinzione, non si può decidere chi si deve amare. Si ama e basta.
Complimenti all’autrice, ne consiglio la lettura 😀 





IL PARERE DI FRANCA POLI:



Romanzo carino e coinvolgente dove si respira amore nelle sue varie sfumature.
L'autrice è stata brava a scrivere un libro dove si trattano argomenti, come l'omosessualità e la paraplegia, in modo leggero, senza scendere troppo nei dettagli, così da non risultare pesante per chi lo legge. Inoltre ha tratteggiato molto bene le personalità dei vari protagonisti che non sono dei plurimilionari, ma delle persone normali che lavorano per vivere, con i vari problemi quotidiani, e che chiunque potrebbe immedesimarsi in loro.
I due protagonisti, Gabriele e Cassandra, si conoscono in biblioteca. Lei è istruttrice di equitazione, lui un giovane docente universitario che a causa di un incidente stradale è paraplegico ed è costretto a vivere su una sedia a rotelle. Questa sua disabilità gli ha fatto perdere gli amici. A differenza di altri, Cassandra vede in lui un uomo bello, con due occhi favolosi che la colpiscono fin dal primo istante, intelligente e così se ne innamora perdutamente.
Anche i sentimenti che lui prova sono molto forti, ma ha paura di legarla a sé e di conseguenza all'inizio cerca di allontanarla, senza successo.
Oltre alla loro, un'altra coppia cerca di formarsi all'interno di questo romanzo. E' quella tra Damiano, migliore amico di Cassandra e omosessuale dichiarato, con Michele che invece fatica ad accettare la sua natura.
Riusciranno entrambe le coppie a coronare il loro sogno d'amore e sconfiggere i pregiudizi della gente?
Posso solo dirvi è che negli ultimi capitoli succede qualcosa di molto importante e commovente che coinvolge i quattro ragazzi. Epilogo bello, ma non scontato, così come non lo è l'intera storia.
Complimenti a Irene Catocci per il suo primo libro.
Sicuramente consigliato!
Chissà se ci sarà un seguito 😊 



IL PARERE DI ALESSIA TOSCANO:

Ho iniziato a leggere Il dono di Irene Cartocci pensando che sarebbe potuto essere un pochino pesante visti gli argomenti forti che tratta, come la paraplegia e l'omosessualità...
Mi sbagliavo di grosso invece! L'autrice ha uno stile scorrevole e non noioso. Forse in alcuni punti un pochino acerbo e con qualche errore di distrazione, ma ciò non ha affatto disturbato la lettura e ho goduto a pieno della storia.
I personaggi sono ben delineati, come la loro psicologia e personalità. Cassandra risulta simpatica da subito, come il suo amico omosessuale Damiano, che aggiunge un tocco frizzante alle vicende. Un libro sull'amore e sull'amicizia, contro ogni pregiudizio e ostacolo esterno... Cassy vede in Gabriele un uomo, prima di una sedia a rotelle. Anzi, catturata dai suoi occhi, a prima vista, non si era neanche accorta di quel "piccolo" particolare.
La nonna della protagonista è un cameo che aggiunge bei particolari al romanzo.
Non posso scrivere molto senza spoilerare, ma sarebbe in effetti davvero un peccato dire anche solo un piccolo particolare che toglierebbe il piacere al lettore di scoprire, mano mano che va avanti con le pagine, i colpi di scena e i sentimenti che l'autrice ha costruito parlando di loro.
Mi sono divertita. È scesa qualche lacrimuccia... molto bello davvero!
Finale commovente e del tutto inaspettato... la mia testolina mi diceva che prima o poi ci sarebbe stato qualcosa di particolare, ma davvero non mi sarei mai aspettata questa fine.
Si entra subito in empatia con tutti i personaggi.
Sarebbe carino se l'autrice volesse dedicare un racconto a Damiano che secondo me ha ancora moltissimo da dire, coinvolgendo, perché no, anche Cassy, Gabriele e gli altri...
Quindi libro consigliato! 



Nessun commento:

Posta un commento