sabato 25 gennaio 2020

RECENSIONE "IO VOGLIO SOLO TE" di Daniela Serpotta




Beatrice Pistore ha letto "Io voglio solo te" dell'autrice Daniela Serpotta, 
edito Dri Editore. 





Autore: Daniela Serpotta

Genere: Storico 

Casa editrice: Dri Editore
Collana: Historical Romance 

Disponibile in ebook a € 1,50
e in formato cartaceo a €  15,98



TRAMA:


Torino, 1860
Giulian, figlio illegittimo del conte Bricherasio, vuole essere padrone della sua vita e condurla seguendo le proprie regole.
La sua esistenza sembra scorrere serenamente in quel di Genova dove, insieme ad un socio, ha fondato un’importante compagnia di navigazione.
Dopo due anni di emarginazione da parte dell’alta società Torinese, a seguito di un clamoroso scandalo per aver vendicato un amico, viene richiamato nella capitale dal capo dei servizi segreti piemontesi.
Quest’ultimo lo riceve nella sua villa di campagna dove Giulian si scontra verbalmente con la cugina del padrone di casa, Vittoria Belgioioso.
Tra i due volano scintille. E vengono gettate le basi per una storia d’amore e di passione che piano piano li travolgerà.
L’imponenza caratteriale di entrambi li condurrà in primis a detestarsi apertamente in un continuo battibecco che li porterà quasi ad odiarsi. Gli eventi storici però, i piani di Cavour e le operazioni militari dei Mille faranno da scenario perfetto per far scoppiare definitivamente la passione tra di loro. 




Premetto che mi ha ricordato un po’ la fiction “Elisa di Rivombrosa”
La storia d’amore tra Giulian e Vittoria è passionale, però ai personaggi forse manca un tocco di vita. Trattandosi di un libro storico, è difficile immergersi nell’epoca se non si entra in empatia con uno dei protagonisti e sebbene Vittoria sia coraggiosa e tenace per essere una nobildonna, a mio parere le manca quel qualcosa di vero che la faccia arrivare al cuore di chi legge ed evitare che diventi il solito stereotipo. 
Le vicende si svolgono in modo fluido, non mancano i colpi di scena. Battibecchi, tradimenti, rivali… una storia comunque che offre una buona trama al lettore, soprattutto se amante di romanzi storici. Ottima anche la scelta dell’epoca, facile immaginare gli abiti e le atmosfere dei balli di corte, per non parlare del personaggio forte con tratti un po’ ribelli, che non dispiace mai, che si innamora della protagonista: Giulian, un uomo valoroso e umile allo stesso tempo che può far sognare le lettrici di ogni età.
Storia nel complesso piacevole e scorrevole.


1 commento:

  1. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina