Translate

giovedì 22 novembre 2018

RECENSIONE "SESSO, BUGIE E WHATSAPP" di Riccardo Iannaccone



Franca Poli ha letto "Sesso, bugie e WhatsApp" di Riccardo Iannaccone, edito Oedipus.




Autore: Riccardo Iannaccone

Casa editrice: Oedipus
Collana: La freccia del parto

Disponibile in ebook a € 4,99 
e in formato cartaceo e € 17,00

Pagina autoreRiccardo Iannaccone  





TRAMA:

Roberto Raggi è un trentenne romano che lavora nel marketing, ed è uno speaker radiofonico. Ha saputo ricostruirsi da zero, dopo essere stato lasciato dalla sua fidanzata storica, con cui aveva vissuto una relazione di dieci anni. Un giorno però Giorgia Basso, ragazza romana di ventitré anni, molto spigliata e decisa, entra nella sua vita, sconvolgendola per sempre. I due cominciano una relazione travagliata. Le litigate, le bugie e i trascorsi ambigui di Giorgia minano il loro rapporto fatto di paure inconfessabili. 





Mi riesce un po' difficile recensire questo libro, in quanto ho faticato a leggerlo. Ci tengo a precisare che il motivo non va ricercato nel fatto che sia un erotico e nella trama ci siano parecchie scene intime molto esplicite. Il problema è che non mi sono piaciuti i due protagonisti, Roberto Raggi e Giorgia Basso. Non sono riuscita a entrare in sintonia con loro, non mi è piaciuto il modo che hanno di agire sia nei confronti di loro stessi che degli amici e familiari. Il rapporto che si instaura tra i due è un rapporto malato, fatto di aggressività da parte di lei e di sottomissione da parte di lui. Il sesso è portato agli estremi, a volte rasenta la violenza. Roberto è succube della ragazza, non può farne a meno. Giorgia a volte sembra sfiorare la follia, passa dalla dolcezza alla cattiveria gratuita in un attimo.
Questo a mio avviso è il lato negativo del romanzo. 
Il lato positivo è il modo di scrivere di Riccardo Iannaccone. Ha la capacità di farti entrare nella storia, renderla reale. La scrittura risulta accurata, lineare, pulita e fluida, con dei dialoghi veloci. La narrazione avviene in prima persona con il pov di lui.
Ho trovato molto accurata la descrizione dei luoghi dove è ambientato il romanzo, Roma, Ladispoli, Ostia. Mare, monumenti storici, luoghi di ritrovo per giovani, ma in particolare gli studi radiofonici, dove entrambi i ragazzi lavorano. Dà l'impressione di esserci, di trascorrere la giornata al mare oppure in giro per la città assieme ai protagonisti. Per non parlare dei party. Avevo già apprezzato questo modo di raccontare le feste a tema nei precedenti libri/racconti, sembra di parteciparvi, di essere uno degli invitati.
Per quanto riguarda i personaggi, l'autore è stato bravo a descrivere il loro carattere, evidenziando pregi e difetti soprattutto dei protagonisti, ma anche di quelli secondari, che comunque sono molto importanti per lo svolgimento della storia.
In conclusione questo, a mio parere, è un libro che merita tre stelle per i protagonisti e quattro stelle e mezzo per la scrittura e la trama che risulta abbastanza originale... a parte le scene intime.



Nessun commento:

Posta un commento